News

Festival della Fiaba a Modena, 14-16 giugno

Scritto da Marco Spadafora, 02/04/19

La VI Edizione del Festival della Fiaba di Modena vi aspetta dal 14 al 16 giugno con un nuovo tema, pensato esclusivamente per gli adulti, almeno per quelli che desiderano ritrovare la follia dell'infanzia. Ecco tutto quello che c'è da sapere sul Festival della Fiaba!

Quando il Festival della Fiaba incontra gli adulti

Qual è, oggi, il linguaggio attraverso il quale la fiaba può interagire con un pubblico adulto? Questa la domanda che si pone il Festival della Fiaba, di scena a Modena dal 14 al 16 giugno, affrontando un tema delicato: la "Follia".

L'intento è quello di approfondire, attraverso il genere narrativo della fiaba, l'universo intellettuale, antropologico e culturale che gravita attorno al fiabesco vissuto in chiave adulta. 

Modena si apre al percorso itinerante del Festival della Fiaba, che coinvolge alcuni luoghi particolari della città, come il Circolo Culturale Filatoio e diverse sedi nei pressi del Museo Casa Enzo Ferrari.

Il Festival della Fiaba, unico in Italia per il suo target di riferimento, ovvero il pubblico adulto e consapevole, si svolge nell'ambito di una tre giorni narrativa che include conferenze, performance, spettacoli, workshop e tante iniziative che ruotano attorno al tema di questa VI Edizione: la “Follia”. 

Modena e il Festival della Fiaba

Modena si appresta a tuffarsi nella fiaba, ospitando la VI Edizione del Festival della Fiaba, nato da un progetto di Nicoletta Giberti, performer e regista teatrale che da anni indaga la “Fiaba” con uno sguardo ampio e eterogeneo.

Quest’anno è la “Follia” protagonista indiscussa del Festival, declinata sotto diversi aspetti, coinvolgendo scrittori, professori e pensatori in un ciclo di incontri a ingresso gratuito.

Tanti gli ospiti nazionali, che si rivolgono esclusivamente a un pubblico adulto, sono ospitati in location appositamente pensata per ricreare atmosfere e suggestioni: la camera 22 dell'Hotel La Pace, ad esmpio, è il posto perfetto per ascoltare la storia di Cappuccetto Rosso; allo spazio "ProgettoLavoratorio" saranno ospitate alcune conferenze, mentre le botteghe di falegnami e fabbri accoglieranno altre fiabe, eventi e spettacoli.

La Caffetteria del Filatoio, in linea col tema esplorato dal Festival della Fiaba, servirà l'assenzio, onorando i poeti maledetti e l'incontro creativo tra fiaba e follia.

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Immagine descrittiva - BY Pagina Facebook Festival della Fiaba c

Modena

Modena è nota per l'Aceto Balsamico, l'Opera e le vetture sportive Ferrari e Lamborghini. Il Museo Enzo Ferrari ospita mostre sulla vita e sul lavoro del fondatore...

Altri Suggerimenti

Pavullo nel Frignano e i castelli di Modena

Pavullo nel Frignano e i castelli di Modena

Conoscete Pavullo nel Frignano? Se la risposta è no, è il momento di visitare questo borgo medievale, il Castello di Montecuccolo e gli altri castelli del modenese.

Modena post-Vasco

Modena post-Vasco

“In tanti potranno dire “io c’ero!” l’1 Luglio 2017, tra gli oltre 200.000 accorsi a Modena per il mega concerto di Vasco. Dopo l’evento dell’anno e il...

La Rimini di Fellini in 8 tappe e 1/2

La Rimini di Fellini in 8 tappe e 1/2

Benché il grande Maestro non abbia mai girato un film nella sua Rimini, la capitale della Riviera Romagnola – città di antiche origini gallo-celtiche – ne ha...

L’Italia dei fantasmi, tra Montebello e Palermo

L’Italia dei fantasmi, tra Montebello e Palermo

L’Italia è un Paese di santi, poeti, navigatori e…fantasmi! Oggi vi suggeriamo due località che hanno fatto di “leggende” e “maledizioni” un punto di...

Prosciutto di Parma: crudo o cotto, basta sia di Parma

Prosciutto di Parma: crudo o cotto, basta sia di Parma

Il Prosciutto di Parma ha una fama indiscussa, riconosciutagli anche a livello planetario. Scopri le sue caratteristiche principali!

Torna il Ministero del Turismo: cosa cambia

Torna il Ministero del Turismo: cosa cambia

Invocato a gran voce, il Ministero del Turismo torna a esercitare competenze istituzionali a sé stanti dopo essere stato cancellato nel 1993.