• Seguici sui nostri social
  • facebook
  • twitter
  • instagram
Parrocchia dei Santi martiri  Alfio Filadelfi c
Edificio di culto

COLLEZIONE DI EX VOTO

PIAZZA SANT'ALFIO, Trecastagni, (Catania) Tempo di lettura: meno di 1 minuto
All'interno del Santuario di Sant'Alfio troviamo un curiosissimo Museo degli ex voto, collezioni più o meno consistenti, ancora scarsamente conosciute e studiate, delle quali occorre valorizzare lo spessore storico e socioculturale. L'ex voto consiste generalmente in un'offerta fatta alla Madonna oppure a un santo (o tutelari di un paese o titolari di una chiesa, di una cappella, di un santuario), in segno di riconoscenza per la grazia ricevuta. L'offerta votiva si esplica in tanti modi: sotto forma di denaro, di un oggetto più o meno prezioso, oppure di una parte del corpo umano riprodotta in cera. Ma, oltre a questo genere di offerte, troviamo una vasta gamma di ex voto di natura e materiali diversi, come cappelli, capi di vestiario, attrezzi ortopedici (stampelle, busti, cinti erniari, ecc.) cuori, occhi, mammelle d'argento, vari tipi di armi, bossoli e schegge di proiettili, e qualsiasi altro oggetto che abbia avuto relazione con la grazia ricevuta. Tra le offerte tangibili, segno e atto dello scioglimento di un voto, spiccano le tavolette votive, il cui interesse artistico e antropologico e veramente notevole. Le tavolette votive sono dei quadretti di materiale vario che riproducono mediante un disegno pittorio la "scena del miracolo", ossia il particolare momento di grave pericolo che si ritiene superato per intervento divino. Da qui il nome di "miracoli" con cui vengono chiamate questa tavolette in molte regioni d'Italia. L'offerta votiva non è una caratteristica della religione cristiana.

Potrebbero interessarti