Punto di Interesse

Centro di documentazione di Stava

Tesero, (Trento) Tempo di lettura: meno di 1 minuto
La catastrofe del 19 luglio 1985 in Val di Stava  è uno dei più gravi  disastri al mondo  dovuti al crollo  di  discariche  a servizio di miniere  e, con 268 morti  ed ingenti distruzioni,  rimane a tutt'oggi  una delle più gravi  catastrofi industriali  e ambientali mai   verificatesi in Italia.  Il Centro di documentazione sulla catastrofe e la sede della Fondazione Stava 1985 Onlus sono ospitati in un edificio di Stava di proprietà del Comune di Tesero.  Nello stesso edificio si trovano una sala per l’esposizione permanente “La Valle di Stava nelle attività passate”, realizzata dall’ Istituto Comprensivo Scuole Medie di Tesero (aperta al pubblico con ingresso gratuito negli stessi orari di apertura del Centro di documentazione), e il bar “Stradivari”, che offre ristoro e piccoli snak. Nell’edificio sono state ricavate la sala del percorso didattico, la sede della Fondazione ed una sala per attività di informazione e didattica nella quale viene proiettato il cortometraggio e si svolgono gli incontri informativi. Elementi del Centro di documentazione sono il percorso didattico allestito su una superficie espositiva di circa 120 metri quadri e il cortometraggio docu-fiction “Stava 19 luglio” (per la regia di Gabriele Cipollitti, regista Rai e collaboratore di Piero Angela per "Superquark" e gli "Speciali di Superquark", con Andrea Castelli e i ragazzi di Tesero).  Con questi strumenti è possibile conoscere la storia della miniera e dell'impianto di arricchimento del minerale di Prestavel e vedere “ricostruiti”, grazie alle tecniche di ripresa e gli effetti speciali altamente sofisticati che Cipollitti utilizza per le produzioni Rai di divulgazione scientifica, la lavorazione mineraria e la crescita delle discariche dai primi anni sessanta fino al loro crollo catastrofico. In una vetrina e su una parete realizzata con le reti del vibrovaglio del vecchio impianto di frantumazione della roccia sono esposti degli oggetti relativi all'attività mineraria a Prestavel mentre uno schermo a cristalli liquidi inserito nel percorso didattico permette la visione delle immagini della RAI di Trento riprese dall'elicottero in Val di Stava poche ore dopo il crollo dei bacini di decantazione.  Nella sezione dedicata al 19 luglio 1985 i visitatori sono accompagnati dalla voce di Andrea Castelli che narra loro quanto avvenuto quel giorno e possono ammirare il modello in bronzo del monumento alle Vittime di Stava posto nel cimitero di San Leonardo a Tesero.

Potrebbero interessarti