Chiesa di San Giovanni di Malta - ViaggiArt
Chiesa di San Giovanni di Malta
Edificio di culto

Chiesa di San Giovanni di Malta

Chiesa di San Giovanni di Malta.
Via Placida, Messina

La Chiesa di San Giovanni di Malta è opera di Giacomo Del Duca, allievo di Michelangelo. Nella Chiesa, un tempo sede dell'abbazia benedettina, sono custodite le reliquie di San Placido e del grande scienziato messinese Francesco Maurolico (1494-1573). Le origini della Chiesa risalgono al 535, quando San Placido costruì il primo monastero benedettino di Sicilia. Nel 1588, durante i lavori di modifica della facciata principale, su progetto di Giacomo Del Duca, venne portato alla luce un sepolcro di marmo, con al suo interno quattro corpi, oltre a una serie di altri resti in ampolle di vetro e creta, riconosciuti come quelli del Santo e dei suoi confratelli trucidati dai pirati. Nel 1086, la Chiesa prese così il nome di San Giovanni di Malta, in quanto annessa al Palazzo del Gran Priorato dei Cavalieri. Nel 1591, la Chiesa divenne maestosa, con tre navate, numerose cappelle e 19 altari. Il terremoto del 1908 distrusse quasi totalmentel'edificio. Oggi, all'interno, vi è un museo che custodisce opere dei maggiori maestri orafi argentieri del 1600, tessuti in seta e oro databili tra il XVIII e il XIX secolo, e i sepolcri di personaggi illustri.

Messina

Messina

Sorge nei pressi dell'estrema punta nordorientale della Sicilia (Capo Peloro), sullo Stretto che ne porta il nome. Il suo porto, scalo dei traghetti, è il primo in Italia per numero di passeggeri in transito. Fondata come colonia greca col...

Booking.com