c
Idee di Viaggio

Vacanza da sogno all’Isola del Giglio, nell’Arcipelago Toscano

Isola del Giglio, (Grosseto) 3 settimane fa Tempo di lettura: circa 3 minuti

L'Isola del Giglio, al centro del meraviglioso Arcipelago Toscano, è la meta ideale per una vacanza da sogno, all'insegna del mare, del relax e delle bellezze naturalistiche che caratterizzano questo grumo di isole della provincia di Grosseto.

Come arrivare all'Isola del Giglio e cosa vedere

Partendo da Porto Santo Stefano è possibile raggiungere le singole isole che compongono dell'Arcipelago Toscano o spostarsi tra l'una e l'altra con apposite mini-crociere.

Ciascuna delle isole, offre un inestimabile patrimonio naturalistico, che gli amanti del trekking, delle osservazioni faunistiche e delle immersioni sapranno certamente come apparezzare e documentare al meglio. Dal punto di vista storico, architettonico e culturale, l'intero arcipelago è indissolubilmente legato alla figura di Napoleone Bonaparte, la cui permanenza è rintracciabile nelle carceri sparse sulle isole.

Sparso è anche il comune di Isola del Giglio, che comprende a sua volta anche l’Isola di Giannutri.

Abitata sin dall’Età del Ferro, l'Isola del Giglio divenne base militare etrusca e romana, confermando la sua posizione di notevole importanza nelle strategie e nei commerci del Mar Tirreno. Nelle epoche successive fu plasmata dal passaggio di alcune importanti famiglie nobiliari, come i Medici e gli Aldobrandeschi.

l'Isola del Giglio si raccoglie in un abitato nel quale è piacevole trascorrere il tempo tra un bagno e l'altro, visitando le attrattive locali, concedendosi qualche acquisto tipico e assaggiando le bontà a base di pesce fresco.

Giglio Porto è la frazione più vivace e colorata dell'Isola del Giglio, caratterizzata dalla presenza dell'antica torre di avvistamento, dalle botteghe colorate lungo la passeggiata del lungomare e dai locali con terrazza affacciati sul blu. 

La trasparenza dell'acqua, persino nella zona del porto, ci fa intuire la qualità del mare che circonda l'isola e le infinite possibilità di apprezzarlo in tutte le sue sfaccettature. 

Spostandoci verso il Castello, sulla sommità dell'isola, oltre a godere di una vista mozzafiato, soprattutto al tramonto, riusciamo a cogliere per intero la struttura di un borgo medievale conservato in tutti i suoi elementi tipici: la porta d'accesso, le mura e le torri d'avvistamento.

All'interno delle mura l'atmosfera è surreale, scandita da un susseguirsi di vicoli, archi, scalinate e piazzette. Il castello è avvolto da un fascino arcano in ogni stagione dell'anno, animandosi in estate con i turisti che sostano nei bar e nei ristorantini.

Da Giglio Castello si cende, infine, in direzione della Baia del Campese, percorrendo una strada con scorci panoramici. 

Le spiagge più belle dell'Isola del Giglio

Con oltre 28 km di coste, l'Isola del Giglio rappresenta un autentico paradiso naturale per chi ama il mare, offrendo l’imbarazzo della scelta tra spiagge con sabbia finissima, scogliere e calette, lidi attrezzati e tratti di assoluta solitudine, dove abbandonarsi completamente alla bellezza che ci circonda. 

La già citata Spiaggia del Campese, situata nella parte nord dell’Isola, è una delle più estese, ideale per chi desidera praticare attività ed è in cerca di divertimento: gettonata tra i giovani, si presta benissimo alla pratica degli sport acquatici e alle attività di snorkeling e diving, per ammirare gli straordinari fondali dell'Isola del Giglio.

La Spiaggia dell’Arenella, caratterizzata da sabbia fine e bianchissima, è l’ideale per chi desidera dedicare la vacanza all'Isola del Giglio alla tintarella in assoluta tranquillità, senza il clamore dei locali;  la Spiaggia delle Cannelle, invece, è la meta perfetta per le famiglie con bambini, grazie alle sue acque poco profonde e limpide. Facilmente raggiungibile da Giglio Porto, è servita da bar e stabilimenti dove poter noleggiare lettini e ombrelloni.

Alla ricerca del volto più selvaggio e incontaminato dell'Isola del Giglio? La Spiaggia delle Caldane, a circa mezz’ora a piedi dalla Spiaggia delle Cannelle, può essere raggiunta sia a piedi, percorrendo un sentiero straordinario che consente di ammirare il paesaggio del Giglio in tutta la sua bellezza, che con un servizio di trasporto in barca disponibile al porto.

Un salto a Giannutri

Sorella minore dell'Isola del Giglio, l'isola di Giannutri rivela altri affascinanti dettagli dell'epoca più remota dell'arcipelago, abitata sin dalll'Età del Bronzo, passando per il periodo di massimo splendore che fu l'epoca romana, alla quale risalgono il porto e una villa lungo la costa occidentale dell'isola, costruita dalla famiglia degli Enobarbi.

Agli inizi dell'Ottocento, in pieno periodo napoleonico, fu edificato il Forte della Scoperta, del quale però non rimane traccia. Nel 1861, quando l'isola entrò a far parte del Regno d'Italia, venne costruito lungo la costa meridionale il Faro di Capel Rosso (o faro di Giannutri), per segnalare la presenza dell'isola nelle ore notturne.

Mini-crociera nell'Arcipelago Toscano

Oltre all'Isola del Giglio, l'intero Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano merita una visita per la bellezza delle sue risorse naturalistiche e dei piccoli borghi di pescatori.

Una mini-crociera è il modo più piacevole per esplorare tutte le isole che ne fanno parte, a partire dall'Isola d'Elba, la più grande e famosa, passando poi per le altre 4 (escluse il Giglio e Giannutri), ovvero Capraia, Montecristo, Pianosa e Gorgona.  

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Potrebbero interessarti