c
Idee di Viaggio

Cosa vedere a Varazze, nel Parco Naturale del Beigua

Varazze, (Savona) 1 mese fa Tempo di lettura: meno di 1 minuto

Storica sede dei Cantieri Navali Baglietto, la città di Varazze tiene assieme diverse anime per un'offerta turistica completa e accattivante: l'anima della città di mare si fonde alla montagna e a quella del borgo medievale, con un connubio che soddisfa qualunque necessità.

Cosa vedere a Varazze, borgo marino nel Parco del Beigua

La città di mare di Varazze si dispone tra Punta della Mola e Punta dell’Aspera, con una passeggiata panoramica di oltre 4 Km sul Lungomare Europa, che unisce Varazze a Cogoleto lungo l’ex tracciato ferroviario Genova-Ventimiglia: si tratta di un itinerario a picco sul Mar Ligure, nel cuore del Parco Naturale del Beigua.

Il litorale di Varazze offre una spiaggia di sabbia bianchissima, attrezzata con diversi stabilimenti balneari che si alternano a tratti di spiaggia libera, ideale per tutta la famiglia, come i Bagni San Domenico, i Bagni Pinuccia e la spiaggia libera attrezzata Il Solaro.

Il centro storico di Varazze è davvero unico: il tratto distintivo sono le case variopinte dei pescatori, vicine alla spiaggia.

Tante le cose da vedere a Varazze e i punti di interesse storico, come la cinta muraria realizzata tra il XIII e il XIV secolo con le relative porte di accesso al centro storico, l’antica Chiesa di S.Ambrogio e il Duomo omonimo, che conserva il campanile gotico originale del 1300, "u campanin russu".

Tra gli edifici storici, altrettanto caratteristica è la torretta rossa del Palazzo di Città, Palazzo Beato Jacopo, nel cuore del centro storico.  

L’antica storia della cantieristica navale di Varazze si rispecchia nella sua Marina e nel porto, che è anche luogo di ritrovo per trascorrere il tempo libero tra negozietti, bar e ristoranti.

Varazze e il Parco Naturale del Beigua

Riconosciuto geoparco già dal 2005, il Parco Naturale del Beigua è un vero e proprio museo naturalistico: quasi 40.000 ettari di verde nei quali leggere le fasi e la storia ambientale dell'intera regione. 

Alcune aree in particolare, popolate dall'epoca preistorica, conservano tracce geologiche stupefacenti e paesaggi che nascondono continue sorprese, come la Cascata del Serpente, nei pressi di Masone.

In zona S.Giorgio-Puntabella, invece, si può osservare una testimonianza unica, di circa 125.000 anni fa, quando il livello del mare era posto 7 metri più in alto di quello attuale: una grotta scolpita dall'erosione, parte integrante del Geo-Parco Del Beigua Patrimonio UNESCO.

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Potrebbero interessarti