Firenze: Cosa vedere e cosa fare - ViaggiArt
Comune

Firenze

Firenze

Firenze è la Città Metropolitana capoluogo della regione Toscana, e si estende nella piana attraversata dal fiume Arno. Importante centro universitario e “Patrimonio dell'Umanità” UNESCO, è considerata il luogo d'origine del Rinascimento, universalmente riconosciuta come una delle capitali dell'arte e dell'architettura occidentali, grazie anche ai suoi numerosi monumenti e musei (tra i quali, Duomo e Battistero di San Giovanni, Basilica di Santa Croce, Uffizi, Ponte Vecchio, Piazza della Signoria e Palazzo Pitti). Già in epoca etrusca, la città fu chiamata con l'appellativo Florentia. Sede di una diocesi già a partire dal IV secolo, la città fu definita Municipium e collegata a Roma dalla Via Cassia. Resasi Comune autonomo nel 1115, nel XIII secolo fu divisa dalla lotta intestina tra Ghibellini, sostenitori dell'imperatore del Sacro Romano Impero, e Guelfi, favorevoli al Papato di Roma. Importante centro artistico-culturale, commerciale e finanziario fin dal Medioevo, fu sotto la Signoria della famiglia Medici che Firenze conobbe il suo periodo di massimo splendore: a partire dal 1437 e per diversi secoli, i Medici radunarono a corte i migliori artisti, letterati, umanisti e filosofi del tempo, tra i quali Michelangelo Buonarroti, Pico della Mirandola, Sandro Botticelli, Galileo Galilei, Filippo Brunelleschi e Leonardo da Vinci. L'estinzione della dinastia dei Medici e l'ascensione di Francesco Stefano, duca di Lorena, portò la capitale del Granducato di Toscana (1569-1859) nella sfera d'influenza asburgica. Firenze prese il posto di Torino come capitale d'Italia nel 1865. Durante la Seconda Guerra Mondiale la città fu occupata per un anno dai tedeschi (1943-1944), quindi insignita della Medaglia d'Oro al Valor Militare per i sacrifici della sua popolazione e per l’attività nella lotta partigiana. Il 4 novembre 1966 la città fu invasa dalle acque del fiume Arno, nella terribile alluvione che allagò i depositi della Biblioteca Nazionale Centrale danneggiando molti preziosi volumi. Il dramma venne vissuto dal mondo con una partecipazione unica, dando avvio a una gara di solidarietà che portò in città i famosi “angeli del fango”, giovani volontari provenienti da tutto il mondo. Simbolo di Firenze è il giglio. Dal vernacolo fiorentino ha avuto origine il moderno italiano, scelto per essere la lingua di Francesco Petrarca, Giovanni Boccaccio e, soprattutto, del più grande poeta nazionale, Dante Alighieri, autore della “Divina Commedia”. Firenze è un importante centro di commercio, con attività ad alta specializzazione molto diversificate: ha una grande tradizione nell’artigianato della pelle e nell'industria dell'alta moda (Via de’ Tornabuoni e della Vigna Nuova sono considerate “vie del lusso”).

Booking.com