Edificio di culto

Basilica del Gesù Vecchio

Via Giovanni Paladino, Napoli Tempo di lettura: meno di 1 minuto

La Chiesa è denominata "del Gesù Vecchio" (o dell'Immacolata di Don Placido) per via del fatto che successivamente, a breve distanza, fu costruita una nuova chiesa più ampia, conosciuta col nome di Chiesa del Gesù Nuovo (o della Trinità Maggiore). La Basilica venne fondata nel 1554. La facciata fu realizzata sul finire del XVII secolo da Giovan Domenico Vinaccia in stile Barocco, con andamento convesso: al centro si apre il portone d'accesso, sovrastato da una grande finestra rettangolare. L'interno della chiesa è a croce latina, con un'unica navata e cappelle laterali, e conserva numerose opere d'arte, tra cui: la tela raffigurante San Luigi Gonzaga, opera di Battistello Caracciolo (1627); i dipinti di Marco Pino da Siena (Trasfigurazione, Madonna e Circoncisione); alcune tele di Girolamo Cenatiempo (1712); la pala di San Francesco Saverio, opera di Cesare Fracanzano (1641) e la statua di San Francesco Borgia di Pietro Ghetti. L'altare maggiore racchiude una scultura dell'Immacolata appartenuta a don Placido. In sacrestia spicca il dipinto di Francesco De Mura (metà del XVIII secolo).

Potrebbero interessarti