Consigli di viaggio - Idee di Viaggio

Radicofani, un pittoresco borgo che domina la Val d'Orcia

Scritto da Eliana Iorfida, 15/09/20

A metà strada tra Siena e Viterbo sorge il gioiellino di pietra chiamato Radicofani, quel che si dice un pittoresco borgo che domina la Val d'Orcia.

Legato alla storia degli Aldobrandeschi, il borgo medievale fiorì attorno al suo castello, la Rocca di Radicofani, e divenne presto una tappa battuta lungo il corso della Via Francigena del centro Italia che attraversa la Tuscia e la Val d'Orcia

Radicofani è davvero un pittoresco borgo che domina la Val d'Orcia, tanto che lo scrittore Charles Dickens ne fu colpito al punto di descriverlo, dopo averlo brevemente visitato, tra le pagine del suo Pictures of Italy, nel 1846.

Radicofani, borgo della Val d'Orcia

Radicofani sorge su un'altura al limite meridionale della Val d’Orcia. Fu una delle più affascinanti rocche della Toscana e, per secoli, una delle piazzeforti più importanti d’Italia.

Quel che si dice un borgo gioiello, o un un pittoresco borgo che domina la Val d'Orcia, insignito della Bandiera Arancione del Touring Club, da scoprire in una rilassante gita fuori porta.

Radicofani: cosa vedere

Una passeggiata nell’antico borgo è sufficiente a svelarne le tante meraviglie.

La Chiesa di San Pietro, ad esempio, edificio romanico del XIII secolo, è il simbolo del centro storico. Al suo interno si conserva una bella collezione di terrecotte robbiane e statue lignee, tra le quali si annovera anche una Madonna con Bambino di Francesco di Valdambrino. Dal piazzale alle spalle della chiesa di gode di un meraviglioso panorama sul lato sud della valle.

Altri due luoghi da visitare sono la Chiesa di Sant’Agata, sul cui altare trova posto un'altra grande opera in terracotta robbiana, e il Palazzo Pretorio, la cui facciata esibisce gli antichi stemmi araldici in pietra.

Rocca di Radicofani

Punto focale dell'intero borgo, la Rocca di Radicofani, oggi sede del Museo del Cassero, dove è possibile ammirare i reperti archeologici provenienti da questa parte di Val d'Orcia. In cima alla fortezza si gode di un panorama senza eguali. 

Bosco Isabella

Nei pressi di Radicofani merita una tappa il cosiddetto Bosco Isabella, il parco nato per volere della famiglia Luchini, a fine Ottocento.

Fu Odoardo Luchini, grande botanico, a occuparsi personalmente della messa a dimora di una serie di piante provenienti da tutto il mondo. Ancora oggi è possibile sostare all'ombra di sequoie, Cedri del Libano e Cedri Deodara.

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Immagine descrittiva - BY  [123rf/isaac74] c

Radicofani

Radicofani (pronunciare Radicòfani) è un comune italiano di 1.170 abitanti della provincia di Siena in Toscana, noto perché ne ebbe la signoria Ghino di...

Altri Suggerimenti

San Patrizio, un pezzo d’Irlanda a Firenze

San Patrizio, un pezzo d’Irlanda a Firenze

Tra le numerose le città italiane che oggi, 17 Marzo, celebrano il Santo irlandese, Firenze è quella che più di tutte ama tingersi di verde d’Irlanda e indossare...

Pitti Immagine Uomo “veste” Firenze

Pitti Immagine Uomo “veste” Firenze

Cari amici modaioli, uno degli appuntamenti più attesi dai seguaci delle grandi firme made in Italy, il Pitti Immagine Uomo,  sta per approdare come ogni anno...

La Via Francigena, dalla Tuscia alla Val d’Orcia

La Via Francigena, dalla Tuscia alla Val d’Orcia

Eccoci giunti alla seconda tappa dell’itinerario ViaggiArt lungo la Via Francigena, storica alternativa italiana a Santiago di Compostela nell’Anno Nazionale dei...

Alla scoperta del Monte Amiata

Alla scoperta del Monte Amiata

Nelle giornate serene il suo profilo austero emerge anche a grande distanza tra le colline del Chianti, l’Umbria e la Tuscia laziale: è il massiccio dell’Amiata,...

San Galgano e la Spada nella Roccia

San Galgano e la Spada nella Roccia

Esiste un luogo magico e misterioso che sembra aver ispirato l’intera epopea di Re Artù e “I cavalieri della Tavola Rotonda”. Pensate all’Isola di Avalon, o...

Bacco in Frac: il Brunello di Montalcino

Bacco in Frac: il Brunello di Montalcino

Il vino è la prima magia che l’uomo produsse lavorando i frutti che coltivava. La vite, già esistente prima della nascita dell’Uomo, è la pianta usata per...