Consigli di viaggio - Idee di Viaggio

Parma Capitale della Cultura 2020: gli eventi in programma

Scritto da Redazione , 14/01/20

Appena inaugurato l'anno di Parma Capitale della Cultura 2020, con eventi di ogni tipo che offrono l'occasione giusta per organizzare una visita in città all'insegna di arte e bellezza. Ecco da dove si comincia...

Il 2020 è l’anno di Parma, Capitale italiana della Cultura. Meta di grande eleganza e bellezza, terra natale di Giuseppe Verdi e del melodramma, di meravigliosi edifici rinascimentali e romani, città che coniuga da secoli la genuinità della cultura contadina alla raffinatezza artistica e intellettuale, la città ha tutte le carte in regola per il titolo. Ecco cosa vedere e cosa fare nei prossimi mesi a Parma Capitale della Cultura.

I portici saranno uno dei luoghi clou del fitto programma di eventi artistici, spettacoli, concerti e mostre di ogni tipo. Tema dell'anno: "La cultura batte il tempo", slogan che ricorda la stratificazione temporale che rende la città unica e varia al tempo stesso.

Non c'è occasione migliore di visitare Parma Capitale della Cultura 2020, programmando la gita in base agli eventi in cartellone e ai propri gusti.

Tra i tanti volti di Parma Capitale della Cultura 2020, da non perdere quello gastronomico: nel 2015 l’UNESCO ha dichiarato Parma "Città Creativa dell’Enogastronomia", ombelico della Food Valley Italiana: terra del Prosciutto di Parma Dop, del Parmigiano Reggiano Dop, del Culatello di Zibello e del Salame di Felino, solo per citare alcuni tra i prodotti tipici tutelati da marchi di qualità apprezzati in tutto il mondo. 

Parma Capitale della Cultura 2020: il programma generale

Il programma generale di Parma 2020 ha come nucleo fondante il Dossier di candidatura e il filo conduttore scelto: "La cultura batte il tempo".

Il Programma generale di Parma Capitale della Cultura 2020 fonde patrimonio, culture e creatività internazionali attraverso lo sviluppo di mostre, installazioni, produzioni, laboratori, aperture straordinarie, convegni, musica e open call, tra antichi luoghi e distretti contemporanei. 

Oltre 150 attività, che vedono la mobilitazione e il coinvolgimento dei Comuni, della Provincia, dell'Università, delle Diocesi, delle imprese e delle associazioni, del loro valore culturale, paesistico ed eno-gastronomico, all'insegna di un vasto programma dedicato alla diffusione della conoscenza e alla condivisione dei saperi, declinato nei due temi strategici: “Cultura e innovazione” e “Cultura e democrazia”.

I primi eventi di Parma Capitale della Cultura 2020

Cominciando dalla settimana corrente, ovvero dall'inaugurazione di Parma Capitale della Cultura 2020, una serie di parate, spettacoli di videomapping e concerti di musica classica accompagnano l'apertura delle prime tre grandi mostre. 

Su tutte "Time Machine", al Palazzo del Governatore, dedicata al modo in cui il cinema e le immagini in movimento hanno cambiato la nostra concezione del tempo. Altra mostra inaugurale: "Noi, il cibo, il nostro pianeta: Alimentiamo un futuro sostenibile", presso i Portici del Grano e a seguire presso Galleria San Ludovico e Spazio A.

La prima, esamina il modo in cui il cinema e altri media hanno influenzato negli ultimi 125 anni la nostra percezione del tempo, attraverso vere e proprie tecniche di manipolazione temporale: cinema, video e installazioni come “macchine del tempo” capaci di registrare, archiviare e ripresentare fenomeni audiovisivi. 

La seconda, unisce ambiente, cibo e sostenibilità in un percorso espositivo coinvolgente, che interagisce con i visitatori attraverso esperienze multimediali, aree didattiche e fotografie di grandi autori. L'approccio multidisciplinare al tema del cibo e alle sue dimensioni (ambientale, economica e sociale) è un invito a costruire insieme il benessere e la salute delle persone e del pianeta.

Infine, un ulteriore viaggio nel tempo, stavolta visto dall'ottica della carta stampata. Questa la mostra dedicata ai tre secoli di storia della "Gazzetta di Parma", il più antico quotidiano italiano pubblicato con continuità a partire dal 1735, una storia che corre parallela a quella della città.

Programma completo su: parma2020.it

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Immagine descrittiva - BY [123rf/emicristea] c

Parma

Capitale della Musica, Parma diede i natali ad Arturo Toscanini, ospita le spoglie di Niccolò Paganini e ogni anno in ottobre, mese di nascita del grande...

Altri Suggerimenti

Zungri, la piccola Petra calabrese

Zungri, la piccola Petra calabrese

Ai piedi del Monte Poro, poco distante da Tropea e dalla splendida Costa degli Dei esiste un luogo magico, noto come “Grotte degli Sbariati”, che poco ha da...

Curon Venosta, storia di un paese sommerso

Curon Venosta, storia di un paese sommerso

Il campanile che riemerge dal Lago di Resia nello stemma comunale di Curon Venosta, borgo della Val Venosta noto anche come il “Paese Sommerso”, è quello del XIV...

Sicilia araba, da Mazara a Palermo Capitale della Cultura

Sicilia araba, da Mazara a Palermo Capitale della Cultura

Il nostro viaggio alla scoperta dell’arte e delle atmosfere islamiche della Sicilia parte da Mazara del Vallo, prima conquista siciliana in ordine di tempo da parte...

Parma, una bellezza che funziona

Parma, una bellezza che funziona

Recensita da The Telegraph come la 4°città dove risiedere per qualità di vita, Parma si presenta, in una soleggiata mattina di Settembre, come una silenziosa e...

Parma e le due “Certose” di Stendhal

Parma e le due “Certose” di Stendhal

Nel 1814 Henry Beyle, in arte Stendhal, visitò Parma. Venticinque anni più tardi, lo scrittore scelse la città quale scenario per il suo grande romanzo, “La...

Prosciutto di Parma: crudo o cotto, basta sia di Parma

Prosciutto di Parma: crudo o cotto, basta sia di Parma

Il Prosciutto di Parma ha una fama indiscussa, riconosciutagli anche a livello planetario. Scopri le sue caratteristiche principali!