Consigli di viaggio - Come fare

Bonus Vacanze 2020: come richiederlo online

Scritto da Redazione , 18/06/20

Tutto quello che dovete sapere sul Bonus Vacanze 2020: come si richiede, come funzione e chi ne ha diritto. Si può inviare la domanda per ottenerlo a partire dal 1° luglio fino al 31 dicembre 2020 tramite l’App IO.

Bonus Vacanze 2020, si può fare domanda per averlo dall'1 luglio 2020, ma come si richiede?

Anche noto come "Tax Credit Vacanze", il Bonus Vacanze 2020 è una novità del Decreto Rilancio, e a breve sarà pienamnte operativo.

L’idea alla base del Bonus Vacanze 2020 è quella di sostenere il settore turistico, duramente colpito dalla crisi da Coronavirus, e dare una mano anche alle famiglie italiane che tuttavia non vorrebbero rinunciare alle vacanze. 

Bonus Vacanze: come funziona

Il Bonus Vacanze arriva fino a 500 Euro, ma l’importo viene modulto in base ai componenti del nucleo familiare, come segue:

300 Euro per le famiglie composte da due persone; 150 Euro per i nuclei composti da una sola persona. I beneficiari dell’agevolazione però sono solo i nuclei familiari con reddito fino a 40.000 Euro. Solo un componente del nucleo familiare può richiedere il bonus, che è utilizzabile all’80% come sconto, quindi anticipato dalla struttura ricettiva, e al 20% come detrazione.

Bonus Vacanze: chi ne ha diritto

Deve per forza essere uno degli appartenenti al nucleo familiare a fare richiesta del Bonus Vacanze.

La società PagoPA, in collaborazione con l’INPS, verifica la sussistenza di una Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) in corso di validità riferita a un ISEE non superiore a 40.000 Euro.

In caso di assenza di un ISEE valido, il richiedente viene informato della necessità di presentare preliminarmente una DSU e, successivamente, di rifare nuovamente la domanda per il Bonus Vacanze. In caso di esito positivo, invece, vengono generati un codice univoco e un QR-Code da utilizzare per la fruizione dello sconto.

Bonus Vacanze: come richiederlo

Il Bonus Vacanzesarà disponibile dal 1° luglio 2020, ma come si richiede? Sarà PagoPA a rendere disponibile l’applicazione con cui fare domanda.

Il primo passo, dunque, consiste nel fare il download dell’App “IO”: l’app prevede un accesso tramite SPID o CIE (Carta d’identità elettronica). medinate l'App, l’Agenzia delle Entrate comunica al richiedente il codice univoco, il QR-Code e l’importo del Bonus Vacanze che gli spetta, indicando separatamente gli importi dello sconto e della detrazione.

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Immagine descrittiva - BY  [123rf/yarruta]  c

Roma

Roma, capitale d’Italia, anche definita “l'Urbe” e “Città Eterna” secondo la tradizione fondata da Romolo il 21 aprile del 753 a.C. sulle rive del fiume...

Altri Suggerimenti

Settimana Santa in Italia: viaggio “pulp” tra i riti di Pasqua

Settimana Santa in Italia: viaggio “pulp” tra i riti di Pasqua

Da Nord a Sud, la Settimana Santa in Italia è ricca di riti pasquali dal forte trasporto religioso. Scoprili tutti!

“Parade”, viaggio in Italia con Picasso

“Parade”, viaggio in Italia con Picasso

Nel 1917 Pablo Picasso, su invito dall’amico poeta, drammaturgo e artista a tutto tondo Jean Cocteau, intraprende un viaggio in Italia che toccherà Roma e Napoli e...

Calcata, omaggio ai borghi del Centro Italia

Calcata, omaggio ai borghi del Centro Italia

Calcata è un piccolo borgo Medioevale della provincia di Viterbo che, a soli 45 chilometri a nord di Roma, è riuscito a conservare intatto il suo patrimonio...

Stranezze d’Italia: luoghi che lasciano a bocca aperta

Stranezze d’Italia: luoghi che lasciano a bocca aperta

Che ne pensate di un viaggio insolito, uno spunto sorprendente per questo weekend? Lasciatevi guidare da ViaggiArt alla scoperta di alcuni tra i posti più strani...

Cilento, Patrimonio dell’Umanità

Cilento, Patrimonio dell’Umanità

Percorrendo la costa tirrenica verso sud incontriamo un luogo di infinita bellezza, scenario di mitiche leggende: siamo nel Cilento, uno dei posti più incantevoli...

La prima impronta sulla Luna vista dal Planetario di Milano

La prima impronta sulla Luna vista dal Planetario di Milano

In Italia sono le ore 4:56:15 del 21 luglio 1969 quando Neil Armstrong, Comandante della missione “Apollo 11”, imprime l’orma del suo piede sinistro sulla...