Comune

Volturara Irpina

Volturara Irpina, (Avellino)
Volturara Irpina (Otrale in dialetto locale) è un comune italiano di 4.229 abitanti della provincia di Avellino in Campania.GeografiaTerritorioIl territorio del comune di Volturara si estende per 32 km² sui Monti Picentini. In particolare l'abitato si trova alle pendici del monte Terminio. L'escursione altimetrica è di 1131 m s.l.m. e va dai 1806 m della vetta del Terminio ai 675 m della Piana del Dragone. Il centro cittadino è circondato da diverse altre alture:il Cretazzuolo, m 1193;il Costa, m 1273;la Calcara di Alessio, m 1449;la Valle dei Lupi, m 1322;il Tuoro, m 1432.Per merito della importante funzione regolatrice del bosco abbondano piccole sorgenti e fonti di freschissime acque perenni. Tra le più importanti ricordiamo quella dell’“Acque delle Logge” che sgorga alla quota di m. 1260 s.l.m., dell’“Acqua degli Uccelli” e dell’“Acqua del Cerchio”. Le acque provenienti dalle cime dei monti, prima di raggiungere la valle scompaiono in anfrattuosità conosciute in loco come ventare che alimentano le sorgenti “Acqua Mieroli”, ”Acqua di Zia Maria”, ”Acqua delle Noci” e “Serra”.ClimaIl clima è di tipo temperato freddo con estati miti ed inverni rigidi, specialmente nelle zone meno riparate dai venti. I suoi 1.750 mm di precipitazioni annue rendono Volturara uno dei paesi più piovosi dell’Irpinia. La temperatura media nel corso dell'anno si aggira tra 10° e 16°, mentre le minime vanno fra 0° e -3° con punte anche di – 15 nelle zone di alta montagna. L’aria fredda ristagna a lungo per cui la temperatura può raggiungere i minimi assoluti di - 20° o - 25°; le massime estive di Luglio ed Agosto oscillano tra 28° e 32°. La neve è copiosa e cade di sovente sulle montagne ed in piano.Sui rilievi il manto nevoso persiste a lungo a causa del freddo intenso e dell’altitudine. Nell’area dei boschi di faggio al di sopra dei 1000 m s.l.m. sino alla vetta del Terminio la neve permane durante il periodo invernale tra i 90 ed i 120 giorni circa, talvolta anche per 140 e, sciogliendosi lentamente, costituisce una ricca riserva di acqua per gli strati profondi e un benefico effetto sui pascoli e sui boschi. La nebbia fitta ed estesa su tutta la vallata è presente in primavera e in autunno, talvolta anche nel periodo estivo a causa del fenomeno dell’inversione termica con notti lunghe, cielo sereno e aria calma. Questa vasta area costituisce, per la sua posizione e per le sue caratteristiche intrinseche, un luogo di grande interesse naturalistico, ambientale, economico e sociale.Evoluzione demograficaAbitanti censiti La mancanza di un lavoro sicuro ha prodotto una continua migrazione verso il nord Italia e verso l’estero. Dai 5.000 abitanti del 1951 si è arrivati ai 4.228 abitanti del 2002.CulturaMuseiMuseo Etnografico della Piana del DragoneEventiFesta in onore del santo patrono San Nicola da BariFesta in onore di Sant'Antonio da PadovaFesta in onore di San Michele ArcangeloFesta in onore di Maria Immacolata della PianaSagra della castagnaSagra del Fagiolo Quarantino D.O.C. della Piana di Volturara Irpina e della Patata del DragoneMostrePersonale a Udine di Alfonso Di Meo dal 19/03/2011 al 31/03/2011 presso la galleria d'arte ARTtimeEconomiaI castagneti da frutto sono tutti di proprietà privata e hanno una superficie di 345,5 ettari. La gran parte della produzione della castagna è fatta in ambienti familiari. La collocazione del prodotto finito sul mercato provinciale, talvolta regionale e nazionale, è fatta ancora alla giornata e in modo occasionale. Tradizionale e diffusa la raccolta di funghi che vede arrivare a Volturara cercatori da tutte le parti della Regione. Tra le specie più diffuse il Boletus edulis (sìrolo), la Clavaria flava, le spugnole e l’ovolo buono. Il patrimonio terriero che appartiene alla proprietà privata è condotto con il predominante e tipico sistema del coltivatore diretto, con basso tenore di suscettività del territorio ad evolvere adeguandosi al mercato in continuo divenire. Prevale la piccola proprietà coltivatrice diretta generalmente frazionata, polverizzata e dispersa con permanenza di una notevole diffidenza nel riguardo dell’associazionismo sotto forma cooperativa o sotto altre forme, con mancanza di discrete alternative di rilancio.L’ambiente agrario e forestale, tutto sommato, è rimasto fermo nel tempo, donde la sua inevitabile crisi. La stalla familiare è comunque ancora presente in un’alta percentuale delle aziende a coltivazione diretta. Ma i costi di produzione sono talmente alti che l’agricoltore può realizzare guadagni minimi. A fine millennio secondo dati ufficiali la consistenza dei capi bovini è di 1900 unità, di cui il 90% meticci ed il restante di razza Bruna Alpina o Frisona Italiana, con 200 ovini e 50 equini. Molti volturaresi prestano la loro opera anche nell’edilizia, soprattutto dopo il terremoto del 1980, e nelle industrie dei paesi vicini.AmministrazioneAltre informazioni amministrativeIl comune fa parte della Comunità montana Terminio Cervialto.SportCalcioA.S. Volturara Terminio;Virtus VolturaraPallavoloVolturara VolleyPALESTRA ------A.S.D. FITNESS STUDIO di BELLESSERESALA FITNESSDANZA CLASSICADANZA MODERNAKARATECHANBARANote^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.^ Dato Istat al 31/12/2010.^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012.^ madonna della pianaVOLONTARIATOA.V.I.S. "PADRE PAOLO CICOTTI o.f.m." - Donatori di sangue via Piano Freddano, 75 83050 Volturara Irpina (Av) Cell. 349/5399043 - 340/9861760 Presidente Virgilio ZarraFraternita di Misericordia di Volturara Irpina trasporti sanitari in emergenza e di infermi protezione civileVoci correlateComunità montana Terminio CervialtoCastagna di MontellaCollegamenti esterniComune di Volturara Irpina

Cosa vedere

Volturara Irpina e dintorni

Luoghi

Eventi

Consigli di Viaggio