Comune

Salzano

Salzano, (Venezia) Tempo di lettura: circa 2 minuti
Salzano (Salsàn /sal'san/ in veneto) è un comune italiano di 12.727 abitanti della provincia di Venezia, in Veneto. Fa parte del comprensorio dei sette comuni del Miranese. Le due parrocchie del comune appartengono al vicariato di Noale della diocesi di Treviso.StoriaIl territorio era già abitato in epoca romana, come testimoniano i reperti, tuttavia le prime citazioni scritte di Robegano e Salzano sono del 1154 e del 1283 rispettivamente.I due villaggi ebbero storie indipendenti, l'una cappella della pieve di Zianigo, l'altra della pieve di Martellago. Per secoli si osservò inoltre una leggera preminenza demografica di Robegano, maggiormente favorita per la vicinanza al Marzenego e la presenza della strada che congiungeva Noale a Mestre.Zone di confine tra le città rivali di Padova e Treviso, furono al centro di aspri scontri sino al 1384, quando i Carraresi assunsero il controllo della Marca. Dal 1388, invece, il territorio fu definitivamente sottomesso alla Serenissima.È questo un periodo di grande stabilità (fatti salvi gli anni della guerra della Lega di Cambrai). Dal punto di vista politico, l'attuale comune fu sottoposto alla podesteria di Noale. L'economia, prevalentemente agricola, fu gestita dalle congregazioni religiose veneziane e dal patriziato, il quale ha lasciato numerose ville signorili.Con la caduta della Serenissima e il passaggio ai Francesi, le due frazioni divennero sedi di comuni, riuniti nel 1808. Da questo momento la storia di Salzano coincide con quella di tutto il Veneto: passò al Regno Lombardo-Veneto sino all'Unità d'Italia del 1866.Tra il 1867 e il 1875 l'arciprete di Salzano fu monsignore Giuseppe Sarto, futuro papa Pio X.SimboliLo stemma del comune riporta un criptogramma consistente nella prima e nell'ultima lettera ("S" e "N") dell'antica denominazione veneta: "SalzaN".Monumenti e luoghi di interesseNel territorio comunale sono degni di nota la chiesa arcipretale dedicata a San Bartolomeo, del XIX secolo, ma con opere del XVI e del XVII secolo, il campanile, terminato nel 1879 e alto 67 metri, l'annesso Museo di San Pio X, con documenti, reliquie, preziosi arredi e paramenti sacri, palazzo Combi, oggi sede della canonica, e Villa Romanin Jacur, oggi sede municipale.Interessante anche la chiesa parrocchiale, santuario della Beata Vergine delle Grazie, a Robegano.SocietàEvoluzione demograficaAbitanti censiti Persone legate a SalzanoSan Pio X, parroco di Salzano dal 1867 al 1875Oddo Stocco, parroco di Salzano dal 1949 al 1958Luciano Favero, ex calciatore della Juventus.Infrastrutture e trasportiIl comune è servito da una stazione ferroviaria denominata Salzano-Robegano, posta a circa 2 km dal centro lungo la linea ferroviaria Venezia-Trento ed è parte del progetto SFMR. Il paese è servito anche da alcune linee extraurbane ACTV per Mestre e per Mirano.AmministrazioneGemellaggi Villefontaine, dal 2009 Mar del PlataNote^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Torino, UTET, 2006, p. 668.^ Fonte: ISTAT - Bilancio demografico al 31-12-2010 [1].^ Informazioni dalla sezione Notizie storiche del sito istituzionale.^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012.Voci correlateVilla Romanin JacurAltri progetti Commons contiene immagini o altri file su SalzanoCollegamenti esterniSito ufficiale

Cosa vedere