c
Comune

Cortina d'Ampezzo

Cortina d'Ampezzo, (Belluno) Tempo di lettura: meno di 1 minuto

Soprannominata la "Regina delle Dolomiti", è il più grande e famoso dei 18 Comuni che formano la Ladinia, nonché rinomata località turistica invernale ed estiva, che ha ospitato le Olimpiadi invernali del 1956 ed è teatro di numerosi eventi sportivi di rilevanza internazionale legati alla montagna e agli sport invernali. Diverse le chiese e la cappelle che punteggiano il territorio, a pratire dalla Basilica dei Santi Filippo e Giacomo. Tra gli edifici di pregio, la "Ciaṣa de ra Regoles" (Casa delle Regole), antica scuola elemntare di Cortina che oggi ospita al proprio interno tre musei: il Museo d'Arte Moderna "Mario Rimoldi", il Museo Paleontologico "Rinaldo Zardini" e il Museo Etnografico Regole d'Ampezzo. Il "Comun Vècio" (Municipio Vecchio), situato in Piazza Roma, fu centro amministrativo durante la dominazione asburgica e oggi è sede della Biblioteca Civica e della banda cittadina. Tra i resti delle antiche fortezze austro-ungariche, il Forte Tre Sassi (1897), presso il quale sorge oggi il Museo della Grande Guerra delle Dolomiti. Da visitare, il Sacrario Militare di Pocol. Tra le caratteristiche culturali di Cortina, la lingua ampezzana, variante locale del ladino; la sensibilità per le attività musicali e i piatti della cucina tipica, che ancora conservano i nomi in tedesco. I dintorni si articolano in piccoli villaggi e borghi dal fascino inalterato, da esplorare con piacevoli itenari di trekking.

Cosa vedere