Comune

Badia

Badia, (Bolzano/Bozen) Tempo di lettura: circa 3 minuti
Badia (Abtei in tedesco) è un comune sparso italiano di 3.356 abitanti della provincia autonoma di Bolzano. È composto dalle frazioni di Pedraces (sede della casa comunale), San Leonardo (lad. San Linêrt, ted. St. Leonhard), La Villa e San Cassiano e si trova nel comprensorio dell'Alta Badia, sulle Dolomiti al confine con il Veneto. La valle è una delle cinque in cui è ancora vivo l'uso della lingua ladina, antico idioma romanzo nella sua forma locale (Badiotto).Il comune, come l'intera valle, fa parte della comunità comprensoriale della Val Pusteria.Geografia fisicaFra le montagne del comprensorio, su cui si trovano anche importanti parchi naturali come il Parco naturale Fanes - Sennes e Braies ed il Parco naturale Puez-Odle, sono da ricordare nella parte est del comune le vette dolomitiche del Lagazuoi (2.778 m), Cima Cunturines (3.064 m), La Varella (3.055 m), il Monte Cavallo (2.907 m), e ad ovest la Gardenaccia (2.500 m).StoriaOrigineLa storia dell'abitato e dei suoi masi è intimamente legata all'opera colonizzatrice che nel medioevo fu propugnata dal convento benedettino di Sonnenburg nella vicinissima val Pusteria, il più importante proprietario fondiario nel paese.Badia è appartenuta sino alla fine della prima guerra mondiale alla circoscrizione giudiziaria di Marebbe ed era parte del distretto di Brunico.Il 14 dicembre 2012 una grande frana ha devastato uno dei pendii tra le località Anvì e Sottrù, ovvero tra La Villa e San Leonardo. Nonostante la grande estenzione di di circa 2 ettari e la quantità di materiale scaricato a valle, solamente 3 abitazioni sono rimaste travolte.ToponimoIl toponimo è attestato per la prima volta nel 1325 e nel 1341 come Aptei, nel 1347 come Badia e nel 1411-1412 come Abbadia e Abbatia ed è legata all'abbazia di Sonnenburg presso Brunico.StemmaLo stemma è quello della famiglia Winkler von Colz zu Rubatsch che nel XVI e XVII secolo aveva delle proprietà nel comune ed un omonimo castello a La Villa. Lo scudo è troncato; nella parte superiore è rappresentato uno stambecco, di colore nero, che tiene nelle zampe anteriori un ramo rosso spezzato su sfondo oro. La parte inferiore e divisa in tre con vertice superiore; i tre settori sono di colore argento e rosso alternati con al centro una rosa ciascuno di colore opposto ed il petalo centrale d’oro. Lo stemma è stato adottato nel 1967.Monumenti e luoghi d'interesseFra i monumenti e luoghi emblematici ci sono il santuario di Santa Croce sopra Badia, il Castel Colz a La Villa e la chiesa di San Leonardo nell'omonima località.Architetture religioseChiesa dei Santi Giacomo e Leonardo, BadiaChiesa di Santa Maria Assunta, La VillaChiesa di San Cassiano, San CassianoSantuario di Santa CroceSocietàRipartizione linguisticaLa sua popolazione è nella quasi sua totalità di madrelingua ladina:Evoluzione demograficaAbitanti censiti Persone legate a BadiaLois Anvidalfarei, scultoreMaria Canins, fondista e ciclista.Josef Freinademetz, missionario in CinaMicurà de Rü, linguista, primo autore di una grammatica di lingua ladinaGiovanni Ruazzi, studente universitario decorato della medaglia d'oro al valor militare. A Elvas di Bressanone gli è stata dedicata una caserma militare (dismessa dal 1º febbraio 2002).Geografia antropicaFrazioniBadia conta quattro frazioni grazie alle quali risulta essere il paese più popolato di tutta la Val Badia:Pedraces - località di villeggiatura posta ai piedi del Sasso Santa Croce e del Gardenazza, ha circa 1400 abitanti ed è posto al centro della Val Badia, quando il sole cala il Sasso Santa Croce (Kreuzkofel) tinge di rosa il paese e in ladino questo fenomeno viene chiamato "enrosadira". Sorge a circa 1350 m s.l.m. ed è il più grande paese della valle, incluso nell'impianto sciistico della Dolomiti Superski;San Leonardo - località di villeggiatura posta ai piedi del Sasso Santa Croce e del Gardenazza;La VillaSan Cassiano - rinomata stazione sciistica, vi è ubicata la stazione meteorologica di Badia San Cassiano;Altre localitàOies - piccolo sito costituito da un decina di case dove ebbe i natali Josef Freinademetz, missionario in Cina, santo dal 5 ottobre 2003. Accanto alla sua casa natale, è stata costruita nel 1995 una piccola chiesetta dove ogni giorno si tiene almeno una Santa Messa. Partendo dalla chiesa di San Lorenzo presso Badia, esiste il sentiero n. 13 dedicato al santo che in circa 40 minuti arriva qui. La località è stata visitata dal pontefice Benedetto XVI il 5 agosto 2008.EconomiaLe attività economiche principali sono il turismo, specialmente quello invernale che può contare su numerosi impianti di risalita e piste da discesa, fra cui la celebre Gran Risa di La Villa (Badia) e la pista del Santa Croce (che porta all'omonimo santuario), e l'artigianato che ha un ruolo di grande importanza per l'economia locale.AmministrazioneGalleria fotograficaNote^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.^ Paura per una frana in Val Badia su corriere.it^ Egon Kühebacher, Die Ortsnamen Südtirols und ihre Geschichte, vol. 1, Bolzano, Athesia, 1995, p. 50s. ISBN 88-7014-634-0^ AA.VV., Nomi d'Italia. Novara, Istituto Geografico De Agostini, 2004^ (EN) Heraldry of the World: Abtei (Badia)^ Statistiche I.Stat ISTAT URL consultato in data 28-12-2012.^ Ex base Nato sul quotidiano Altoadige^ Papa Benedetto a OiesBibliografia(DE) Gunter Langes, Ladinien, Kernland der Dolomiten (Südtiroler Landeskunde in Einzelbänden, 6), Bolzano, Athesia, 1985. p. 142ss.(DE) Karl Gruber, Pfarrkirche zu den hll. Leonhard und Jakobus, Sitz des Dekanates Enneberg-Gadertal, Lana, Tappeiner, 2004. ISBN 88-7073-294-0Voci correlateBacabeAltri progetti Wikizionario contiene il lemma di dizionario «badia» Commons contiene immagini o altri file su BadiaCollegamenti esterniSito turistico del comprensorioInformazioni sul territorioInformazioni su Badia e dintorniIl sito per gli amici dell'Alta Badia. Informazioni Turistiche e notizie varie. Forum e possibilità di pubblicare articoli e foto.Statuto comunale trilingue

Cosa vedere