Comune

Cori

Cori, (Latina) Tempo di lettura: meno di 1 minuto

Cori è l'antica città di Cora, che il mito vuole fondata in un periodo tra il XIII e il XII secolo a.C. Lungo il percorso delle Mura di cinta, tre Porte (Romana, Ninfina, Signina) permettevano l'ingresso alla città. Di esse soltanto Porta Ninfina si era conservata fino ad epoca moderna, ma è stata distrutta durante la Seconda Duerra Mondiale. Tra gli edifici religiosi, il Santuario della Madonna del Soccorso, le cui origini sono legate a una tradizione che riporta l'apparizione della Madonna a una bambina. La Chiesa e il Convento di San Francesco furono costruiti in semplici forme tra il 1521 e il 1526. All'interno della chiesa sono custoditi il prezioso soffitto a cassettoni dorati su fondo azzurro (1672–1676) realizzato da Luigi Guarnirei e il quadro “San Carlo Borromeo”, di Niccolò Pomarancio (1553-1626). Tra le Aree Archeologiche, il Tempio di Ercole (inizio I secolo a.C.) sull'Acropoli dell'antica Cora, e il Tempio di Castore e Polluce, situato nella zona del Foro. L'evento più importante di Cori è il "Carosello Storico dei Rioni", che corrispondono alle tre porte cittadine. In questa e in altre occasioni, sono protagonisti gli Sbandieratori di Cori, custodi di un'antica arte divulgata in Italia e nel mondo, con una vera e propria Scuola di Sbandieramento unica nel suo genere. Il comune di Cori, insieme ad altre città del Lazio, è sede principale del progetto culturale "Latium Festival", che organizza incontri, spettacoli e seminari sul folklore internazionale.

Cosa vedere