Comune

Castelvetro di Modena

Castelvetro di Modena, (Modena) Tempo di lettura: circa 2 minuti
Castelvetro di Modena (Castelvêder in dialetto modenese) è un comune italiano di 11.095 abitanti della provincia di Modena, in Emilia-Romagna, situato a sud del capoluogo. Il comune é Bandiera arancione del Touring Club Italiano. È collocato nella parte centrale della provincia, sulle colline precedenti l'appennino e vanta una notevole fama per il suo Lambrusco Grasparossa. Monumenti e luoghi d'interesse Castello di Levizzano Rangone Campo San Rocco o ex cimitero Napoleonico Torre dell'Orologio Torre delle Prigioni Santuario di Puianello Oratorio di San Michele della Parrocchia di Levizzano Società Evoluzione demografica Abitanti censiti Etnie e minoranze straniere Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 1.291 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano: Marocco 421 3,77% Albania 164 1,47% Sri Lanka 119 1,07% Cultura Nel Borgo Antico di Castelvetro di Modena è collocata la sede per Modena dell'Enoteca Regionale dell'Emilia-Romagna, con una selezione di oltre 200 etichette Emiliano-Romagnole e una sezione particolare dedicata al Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOP e all'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP. Eventi Ogni anno si tiene, nel mese di settembre, la Sagra dell'Uva e del Lambrusco Grasparossa di Castelvetro di Modena, dove diversi viticoltori espongono i loro prodotti nella piazza principale del paese. Ha inoltre preso piede con cadenza annuale la Giornata Fai di Primavera in un percorso che va dal Palazzo Rangoni all'Acetaia comunale, passando per il castello di Levizzano Rangone. Ogni due anni, a giugno, si tiene il Mercurdo, la sagra dell'assurdo, con spettacoli e musei aperti con il tema dell'assurdità. Industria Dall'Ottocento e per molti anni ha operato la Fornace Cavallini, una importante fabbrica di laterizi, tra le prime in Italia ad avere il Forno Hoffmann per la produzione a fuoco continuo di mattoni ed altri laterizi. Agricoltura La vite rappresenta la coltura principale in particolare del Lambrusco Grasparossa utilizzato per l'omonimo vino DOP, discreta diffusione anche per il Trebbiano da cui si ricava anche l'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena. La chiesa La chiesa di Castelvetro è stata costruita nel 1907, ed è dedicata ai santi protettori del paese Senesio e Teopompo. Ha 5 confessionali, 3 cappelle e l'altare, posto in fondo alla navata centrale. Il passaggio di Torquato Tasso Nel 1564 il poeta italiano Torquato Tasso soggiornò a Castelvetro, ospite nel palazzo della famiglia nobile del paese (i Conti Rangoni), i quali lo invitavano spesso agli usuali spettacoli, tra i quali il più caratteristico era la Dama Vivente, evento che si teneva (e si tiene tuttora) nella piazza della torre dell'orologio. Persone legate a Castelvetro di Modena Mario Baldini, politico e senatore della Democrazia Cristiana. Celestino Cavedoni, archeologo e numismatico nato a Levizzano Rangone di Castelvetro Enrico Cialdini, militare e politico italiano Riccardo Simonini (1865-1942), pediatra e storico Torquato Tasso, poeta italiano passato a Castelvetro Cristian Zaccardo, calciatore Amministrazione Gemellaggi Castelfidardo, dal 1984 Montlouis-sur-Loire, dal 2002 Sport Calcio L'A.C.D. Castelvetro Calcio attualmente milita in Eccellenza dopo aver vinto il campionato di Promozione. È stata fondata nel 2013. Note ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2012. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 177. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012. ^ Statistiche demografiche ISTAT Bibliografia Altri progetti Commons contiene immagini o altri file su Castelvetro di Modena

Cosa vedere