Comune

Santa Venerina

Santa Venerina, (Catania) Tempo di lettura: circa 3 minuti
Santa Venerina (Santa Vinirina in siciliano) è un comune italiano di 8.405 abitanti della provincia di Catania in Sicilia.DescrizioneLe origini e lo sviluppo di Santa Venerina furono determinati dalla sua posizione di estremo confine tra la Contea di Aci e la contea di Mascali che la suddivideva in due parti; in seguito, con la frammentazione del territorio di Jaci, s'impose un ulteriore frazionamento. Il torrente Salaro fu per molti secoli confine naturale tra le due contee, attraversato dalla regia trazzera che congiungeva Messina a Catania. I viandanti che varcavano il confine tra le due contee erano obbligati al pagamento di un dazio, riscosso da guardie acesi per conto del Senato di Jaci. Fu proprio a seguito dello stazionamento di questa gente che cominciò a delinearsi il primo nucleo abitato, con l'edificazione di una cappella, dedicata alla patrona di Jaci: Santa Venera. Era quasi naturale che questi acesi oltre a trasferire le proprie masserizie portassero anche la loro devozione ai propri protettori, Santa Venera e San Sebastiano. Analoga situazione la si ebbe a San Leonardello, ove si stanziarono delle guardie di Mascali per il controllo del confine dell'omonima contea sulla via Valeria: il luogo prese il nome proprio dalla devozione a San Leonardo, patrono di Mascali.L'investimento in questa contrada dovette evidentemente palesarsi conveniente giacché negli anni a seguire gli stessi deputati e molti concittadini e borghesi di Aci acquistarono terre in quelle zone vitalizzante dalla fiera franca, dando inizio al processo di popolamento. Verso il 1850 si ebbe un vero sviluppo demografico ed economico. Le numerose distillerie che sorsero nella zona e la ricca produzione vinicola, unitamente ad un artigianato molto esperto ne fece un paese fiorente ed economicamente e socialmente sviluppato. Questo sviluppo portò ad alimentare le speranze di unificare il paese sotto un unico comune. La costituzione a comune autonomo di Santa Venerina si ebbe nel 1936 con scorporo di porzioni di territorio dei comuni di Acireale, Zafferana Etnea e Giarre.Il 29 ottobre 2002 il paese è stato seriamente danneggiato dal terremoto di Santa Venerina di magnitudo 4,5 della scala Richter.Monumenti e luoghi d'interesseMuseiMuseo del Palmento.Cine teatroCine Teatro Eliseo, Via Vittorio Emanuele, 273.ChieseCi sono 8 parrocchie a Santa Venerina e frazioni:Chiesa di Santa Venera (Chiesa Madre di Santa Venerina), Piazza Roma, Santa VenerinaChiesa del Sacro Cuore di Gesù ,Piazza Regina Elena, Santa VenerinaChiesa Maria Santissima del Carmelo, Piazza Regina Margherita 21, Santa Venerina-BongiardoChiesa Maria Santissima Immacolata, Piazza Immacolata, Dagala del ReChiesa San Mauro Abate, Via Sabotino 45, MonacellaChiesa Maria Santissima del Lume , Piazza Marconi, LineraChiesa Maria Santissima del Rosario, Piazza Cosentini, Linera - CosentiniChiesa Maria Santissima della Catena, Via Provinciale, LineraNel territorio comunale, inoltre, vi si trovano anche delle chiese non parrocchiali:Chiesetta di Santo Stefano, (rudere) Dagala del ReChiesa della Tenutella (oggi scomparsa ma rimane solo il prospetto), Santa VenerinaChiesa Maria Santissima Immacolata (chiesa vecchia),Via Provinciale, LineraChiesa Maria Santissima dei sette dolori (chiusa al culto), Via Cosentini, LineraAmministrazione comunaleAltre informazioni amministrativeIl comune di Santa Venerina fa parte delle seguenti organizzazioni sovracomunali: regione agraria n.7 (Colline litoranee di Acireale).Evoluzione demograficaAbitanti censiti EventiFeste patronaliFesta di San Sebastiano, compatrono del paese, ultima domenica di gennaio nella chiesa madreFesta di San Mauro Abate, nella parrocchia di MonacellaFesta di San Giuseppe, nella parrocchia di CosentiniFesta della Madonna delle Grazie, la domenica successiva al 2 luglio nella chiesa del Sacro CuoreFesta della Madonna del Carmelo, la domenica successiva al 16 luglio nella chiesa di BongiardoFesta di Santa Venera, patrona del comune, la domenica successiva al 26 luglio nella chiesa madreFesta della Madonna della Catena, il 15 agosto nella parrocchia di Maria VergineFesta di Maria Addolorata, nella parrocchia di MonacellaFesta della Madonna del Rosario, la terza domenica di ottobre nella parrocchia di CosentiniFesta della Santa Maria del Lume, la terza domenica di novembre nella chiesa madre di LineraFesta dell'Immacolata, l'8 dicembre nella parrocchia di Dagala del ReManifestazioniEnoEtnaPremio internazionale di giornalismo «Maria Grazia Cutuli»Il 15 maggio 2011, Santa Venerina ha ospitato un tratto della 9ª tappa del Giro d'Italia.Persone legate a Santa VenerinaMaria Grazia Cutuli, giornalistaMariano Vasta, scultoreAndrea Rapisarda, giornalista e narratoreDomenico Bonaccorsi Guttadauro, senatoreImmaginiNote^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 599.^ GURS Parte I n. 43 del 2008. URL consultato il 5 luglio 2011.^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012.Altri progetti Commons contiene immagini o altri file su Santa Venerina

Cosa vedere