Comune

Loro Ciuffenna

Loro Ciuffenna, (Arezzo)
Loro Ciuffenna è un comune italiano di quasi 6.000 abitanti della provincia di Arezzo, che fa parte de "I Borghi più belli d'Italia".Il toponimo è attestato per la prima volta nel 1050 come Loro, dal latino laurus ("alloro"), mentre Ciuffenna è il nome del torrente vicino, attestato nel 1037 come Iofinne e derivato dal nome di persona romano Clufennius di probabile origine etrusca. Il nome del torrente fu aggiunto a quello originario del paese nel 1863.StoriaSituata lungo l'antica via di collegamento fra Arezzo e Fiesole, l'area sulla quale sorge oggi Loro Ciuffenna fu abitata anticamente dagli Etruschi, come esplicitato da Tito Livio nel XII libro della sua opera Ab Urbe Condita Libri, nonché dalla stessa toponomastica del luogo (Il nome del torrente che attraversa il paese, Ciuffenna è di indubbia provenienza etrusca, così come quello della vicina località di Gropina, probabilmente derivazione dall'etrusco "Krupina").Con la lastricazione della via consolare Cassia Vetus gli insediamenti etruschi videro un fiorire dei commerci e degli interscambi culturali che favorirono urbanizzazione e sviluppo sociale. Il progressivo abbandono dell'arteria, sostituita verso la fine del II secolo a.C. dalla più pratica e diretta Cassia Adrianea (passante per il fondovalle) produsse una generale emarginazione delle comunità sviluppatesi sulle colline, in favore dei centri più vicini alla nuova linea di comunicazione.Alla caduta dell'Impero romano d'Occidente le comunità site nell'altopiano valdarnese passarono a fasi alterne sotto Bizantini e Longobardi. Di queste dominazioni rimangono ben impressi i luoghi sacri. La prima menzione ufficiale del borgo di Loro risale ad un documento del 1059 con il quale i Conti Guidi concedevano in subfeudo il locale castello signorile al nobile Ugo, probabilmente esponente della famiglia degli Ubertini. Documenti di poco successivi dimostrano come la zona fosse oggetto di discreto interesse dei potentati locali, ivi compreso il Vescovo di Arezzo.Nel 1293 la Repubblica Fiorentina assunse il controllo diretto del borgo e delle terre vicine. L'inserimento della comunità lorese nel dispositivo militare - commerciale di Firenze produsse un generale sviluppo urbano ed un aumento degli investimenti, operato soprattutto da ricchi cittadini fiorentini ed aretini. I primi statuti ufficiali della comunità di Loro risalgono al 1462.Geografia fisicaClassificazione sismica: zona 3 (sismicità bassa), Ordinanza PCM 3274 del 20/03/2003Classificazione climatica: zona E, 2140 GR/GDiffusività atmosferica: alta, Ibimet CNR 2002Monumenti e luoghi d'interesseIl mulino ad acqua (del mugnaio) ancora funzionante più vecchio della Toscana, viene utilizzato anche in occasione della macinazione per la farina di castagne, prodotto tipico del luogo. Costruito presumibilmente intorno all'anno 1100, si caratterizza per essere stato edificato su uno scoglio lungo il torrente Ciuffenna, con il pregio di trovarsi nel centro storico del paese.Architetture religiosePieve di San Pietro a Gropina, risalente al XII secolo e dichiarata monumento nazionaleBadia di Sant'AndreaChiesa di Santa Maria Assunta a Loro CiuffennaSantuario della Madonna dell'UmiltàSantuario di Santa Maria delle Grazie (Oratorio di San Giuseppe)Chiesa di Santa Maria Assunta a Poggio di LoroChiesa di Santa MariaChiesa di Santa LuciaPieve di San GiustinoSocietàEvoluzione demograficaAbitanti censiti Etnie e minoranze straniereSecondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 415 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano: Romania 148 2,50% Albania 67 1,13%CulturaTra il 1962 ed il '74, Loro Ciuffenna ha ospitato diverse esposizioni temporanee del pittore spezzino contemporaneo Ferdinando Carotenuto (1925), mentre ne custodisce tuttora una collezione.Persone legate a Loro CiuffennaBianco da Siena, detto anche Bianco da Lanciolina (1350 circa - 1399), poeta mistico, a cui è intitolata la scuola elementare di Loro CiuffennaFerdinando Carotenuto, scultore e pittoreBruno Mealli, ciclistaVenturino Venturi, scultore e pittoreGeografia antropicaFrazioniTrappolaLa Trappola (850 metri di altezza) delizioso paese in pietra adagiato sul versante valdarnese del Pratomagno, caratterizzato dal borgo sottostante alla roccaforte del "castello" - Il nome della Trappola, ha sempre suscitato curiosità e sembra essere attribuito a questo antico castello in virtù di una leggenda, secondo la quale alcuni personaggi nobili tedeschi e romani smarritisi nella montagna furono salvati dai pastori e dai carbonai autoctoni. Questi personaggi vi trovarono un luogo adatto alla difesa costruendo una roccaforte fortificata, cinta da mura di cui sono ancora oggi visibili le rovine di una torre. I cognomi predominanti del paese, Baroni, Romoli, Bartolini danno veridicità alla leggenda. TrevaneAnciolinaChiassaiaCasaleLa CasaPoggio di LoroSan Clemente in ValleGorgitiModineRocca RicciardaLa VillaAmministrazioneSindaco: Moreno Botti (PD) dal 25/05/2014GemellaggiLoro Ciuffenna è gemellata con: Gruissan, Francia, dal 1995 Tifariti, Sahara OccidentaleNote^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012.^ Don Basilio Fabbri, Loro Ciuffenna e Pratomagno, edito a cura della Confraternita di Misericordia di Loro Ciuffenna, 1996).Altri progetti Commons contiene immagini o altri file su Loro Ciuffenna

Cosa vedere