Comune

Bomporto

Bomporto, (Modena) Tempo di lettura: circa 3 minuti
Bomporto (Bumpòrt in dialetto modenese) è un comune italiano di 9.993 abitanti della provincia di Modena, in Emila-Romagna, situato nella pianura Padana a nord del capoluogo. Geografia Oltre al capoluogo, esso comprende i piccoli centri di Villavara, Gorghetto, San Michele e Solara (tutti disposti lungo la strada provinciale detta Panaria Bassa o "Bomportese", sulla sponda sinistra del fiume Panaro) e una frazione più importante: Sorbara di circa 3800 abitanti, che si è sviluppata sulla Strada statale 12 dell'Abetone e del Brennero, sulla sponda destra del fiume Secchia. Sorbara è unita al capoluogo dalla Strada provinciale Ravarino-Carpi o "Sorbarese": i due centri distano 3 km. Il territorio del comune è posto infatti a Nord-Est rispetto a Modena, nel punto di massimo avvicinamento tra i fiumi Secchia e Panaro, che si riallontanano poi proseguendo il loro corso verso il Po. Un altro corso d'acqua importante è il canale Naviglio, proveniente da Modena, che scorre tra Secchia e Panaro fino a confluire in quest'ultimo proprio a Bomporto. Lo stesso nome del centro riflette l'importanza delle vie d'acqua nello sviluppo di questo piccolo territorio: il porto fluviale settecentesco è uno dei monumenti architettonici più rilevanti del Comune, e figura nello stesso stemma comunale. Storia La bonifica delle terre paludose di Bomporto e Sorbara si deve ai monaci benedettini dell'abbazia di Nonantola (secoli IX-X). Nell'XI secolo il territorio è parte del grande feudo di Matilde di Canossa che, il 2 luglio 1084, sconfigge a Sorbara gli alleati di Enrico IV nella Lotta per le investiture: i vescovi Everardo di Parma e Gandolfo di Reggio. Unica testimonianza architettonica del periodo romanico, è la Pieve matildica di Sorbara, che è stata tuttavia sensibilmente ampliata nei secoli successivi, passando da una a cinque navate. Nei secoli successivi Sorbara e Bomporto legano la loro storia a quella del Comune di Modena e del ducato estense: col plebiscito modenese del 21 agosto 1859 entrano a far parte del Regno di Sardegna, poi Regno d'Italia. Nel 1866 ricevette la frazione di Solara dal comune di Camposanto. Durante la guerra di Resistenza, bande di partigiani sono attive nel territorio. A Sorbara è operativa una base della Wehrmacht: l'asse stradale che dal Passo del Brennero conduce a Roma ha infatti per i tedeschi una notevole importanza strategica. Se nei primi anni cinquanta Bomporto è ancora zona depressa, in seguito gli effetti del boom economico mutano profondamente l'economia e il paesaggio del comune, la cui popolazione aumenta sensibilmente, soprattutto a causa dell'immigrazione dal Meridione. Bomporto è stato colpito dai terremoti dell'Emilia del 2012, che hanno causato vari danni e lesioni soprattutto alle abitazioni più vecchie e alla strutture agricole. Cultura Nella chiesa parrocchiale c'è il gruppo di Cristo in Croce, con la Madonna, San Giovanni e i santi Bonaventura e Pellegrino da Antonio Begarelli (ca1499-1565) Ricorrenze, feste e fiere Primo e secondo fine settimana di luglio: Festa della Tagliatella di (Solara) Motogiro della Tagliatella (Solara) 16 luglio: sagra della Madonna del Carmelo (Sorbara) Seconda e terza settimana di settembre: Festa del Lambrusco di (Sorbara) 11 novembre: sagra e fiera di San Martino (Bomporto) Secondo sabato di luglio: Notte delle Arti di (Bomporto) Persone legate a Bomporto Sportivi Piero Drogo, pilota e costruttore automobilistico (proprietario della Carrozzeria Sports Cars di Modena, si sposò a Bomporto con Anna Pia Fornaciari e vi risiedette Walter Generati, ciclista (1913-2001) nato nella frazione Solara. Calciatori La città ha dato i natali a numerosi calciatori divenuti famosi, tra essi vanno ricordati Ugo Tomeazzi, anche allenatore. Renato Braglia, primatista di presenze con il Modena e padre di Giorgio Giorgio Braglia, che giocò in serie A negli anni settanta, conquistando la Coppa Italia con le maglie di Napoli e Milan Giusto Lodi, anche allenatore. Olmes Neri, anche allenatore. Arnaldo Sentimenti II, primo dei fratelli a raggiungere i vertici del calcio italiano, mentre il fratello maggiore Ennio non ha mai esordito in Serie A. Giocò in porta come il ben più famoso Lucidio. Vittorio Sentimenti III, centravanti e centrocampista della Juventus oltre che del Modena. Lucidio Sentimenti IV, ha un curioso primato: è il portiere più battuto della Serie A di tutti i tempi (ben 545 reti subite in 443 partite). Nonostante questo, è stato portiere della Nazionale (oltre che del Modena, della Juventus, della Lazio e del Lanerossi Vicenza). Primo Sentimenti V, che giocò a lungo in serie A, nella Lazio. Claudio Vellani Gianni Merighi Giordano Bellei Società Evoluzione demografica Abitanti censiti Etnie e minoranze straniere Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2009 la popolazione straniera residente era di 914 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano: Marocco 198 2,08% Tunisia 115 1,21% Turchia 111 1,17% Romania 110 1,16% Economia Il territorio di Bomporto è particolarmente rinomato per il vino Lambrusco di Sorbara, che ha Denominazione di origine controllata. Oltre al vitigno del Lambrusco, vi si coltivano cereali (frumento, mais, soia) e frutta (pere). Molto importante è anche l'allevamento di bovini e soprattutto suini. Gli stabilimenti industriali e artigianali sono concentrati nei quartieri industriali di Villavara, Bomporto e Sorbara. Il modello della media impresa, tipico di questa zona della pianura padana ha permesso lo sviluppo di un peculiare tipo di abitazione: il "capannone" industriale con abitazione attigua. Il comune è tuttora in espansione, soprattutto sull'asse della Statale 12: all'immigrazione meridionale si è sovrapposta quella da Paesi extra-comunitari (Albania, Tunisia, Romania, Marocco), nonché lo spostamento dei modenesi dal centro urbano ai comuni limitrofi. Amministrazione Accorpamenti o modifiche Anche se spesso è considerato parte della bassa modenese, Bomporto non ha mai fatto parte di quel comprensorio, che si estendeva verso Sud solo fino a San Prospero e Camposanto. A partire dagli anni novanta Bomporto ha creato, insieme con altri due comuni limitrofi di piccole dimensioni (Bastiglia e Ravarino) l'unione dei comuni del Sorbara, che dividono servizi e strutture (tra cui la scuola media primaria, che ha sede a Bomporto). Note ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2012. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 85. ^ Regio Decreto n° 3360 del 22 novembre 1866, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia n° 348 del 19 dicembre 1866 ^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012. Altri progetti Commons contiene immagini o altri file su Bomporto

Dove mangiare