Palazzo Pica Alfieri c
Edificio storico

Palazzo Pica Alfieri

Via Andrea Bafile, 19, L'Aquila Tempo di lettura: meno di 1 minuto

Il Palazzo sorge sul luogo di una preesistente architettura rinascimentale, Casa Colonna, nella quale soggiornò anche la regina Giovanna d'Aragona nel 1493. Il Palazzo venne distrutto dal terremoto del 1703 e successivamente riedificato nelle fattezze attuali. Considerato uno dei primi esempi di barocco aquilano, venne rinnovato per mano di Francesco Fontana in varie fasi. Il Palazzo ha riportato danni ingenti in seguito al terremoto del 2009 ed è attualmente inagibile. La facciata principale, opera di Pietropaolo Porani del 1726, è tripartita e caratterizzata da una balconata sorretta da quattro esili colonnine e che sovrasta i due portali d'ingresso. La pianta è quadrangolare, con tre lati liberi, mentre sul quarto una controparete lo separa da Palazzo Quinzi. All'interno è presente un ampio cortile; nei saloni sono ben conservati gli arredi settecenteschi, oltre a una pinacoteca con oltre cinquanta dipinti comprendenti opere di Girolamo Cenatiempo, Pompeo Cesura e Francesco Lavagna.

Potrebbero interessarti