Comune

Guagnano

Guagnano, (Lecce)
Guagnano (Guagnanu in Dialetto salentino) è un comune italiano di 5.925 abitanti della provincia di Lecce in Puglia.Situato nel Salento settentrionale, comprende anche la frazione di Villa Baldassarri distante 2,5 km in direzione nord-est.Geografia fisicaTerritorioIl territorio del comune di Guagnano, situato a nord del capoluogo provinciale, si estende su una superficie di 37 km² al confine con la Provincia di Brindisi.Il centro urbano è collocato a 44 m s.l.m. e dista 24 km da Lecce. La parte occidentale del territorio ricade nella Terra d'Arneo, ovvero in quella parte della penisola salentina compresa nel versante ionico fra San Pietro in Bevagna e Torre dell'Inserraglio e che prende il nome da un antico casale, attestato in epoca normanna e poi abbandonato, localizzabile nell'entroterra a nord-ovest di Torre Lapillo.Confina a nord con i comuni di San Donaci (BR) e Cellino San Marco (BR), a est con il comune di Campi Salentina, a sud con il comune di Salice Salentino, a ovest con il comune di San Pancrazio Salentino (BR).ClimaDal punto di vista meteorologico Guagnano rientra nel territorio del Salento orientale che presenta un clima mediterraneo, con inverni miti ed estati caldo umide. In base alle medie di riferimento, la temperatura media del mese più freddo, gennaio, si attesta attorno ai +9 °C, mentre quella del mese più caldo, agosto, si aggira sui +24,7 °C. Le precipitazioni, frequenti in autunno ed in inverno, si attestano attorno ai 626 mm di pioggia/anno. La primavera e l'estate sono caratterizzate da lunghi periodi di siccità.Facendo riferimento alla ventosità, i comuni del Salento orientale sono influenzati fortemente dal vento attraverso correnti fredde di origine balcanica, oppure calde di origine africana.Classificazione climatica di Guagnano:Zona climatica: CGradi giorno: 1133StoriaIn origine faceva parte dell'insieme ad alcuni villaggi, sorti in epoca anteriore, i cui abitanti vi si stabilirono. Alla fine del secolo XIII, la località era feudo della Contea di Lecce. Divenuto possesso dei signori Orsini del Balzo, principi di Taranto, passò successivamente al barone Matteo de Adimaris, alla famiglia Sambiasi, agli Zurlo, ai Paladini, ai Galateo, ai Lopez quindi ai Santoro e ai Mattehei, agli Albrigi, ed infine ai Filomarini, duchi di Cutrofiano.Nel 1811 a Guagnano fu aggregato un grosso villaggio: Villa Baldassarri, ancora oggi frazione del Comune.ToponimoL'etimologia del nome deriverebbe da un antico termine dialettale riferito alla presenza di paludi ricche di acqua. Potrebbe derivare anche da un nome latino di persona non ben identificato, forse Covanius o Aequanius, con l'aggiunta del suffisso -anus che sta per indicare una proprietà.Secondo lo storico Giacomo Arditi invece, il toponimo deriva da guadagno in riferimento alla fertilità delle terre e dei pascoli e per la presenza di attività lucrose che si esercitavano sul posto.Blasonature dei simboli civiciLo stemma èIl gonfalone è unMonumenti e luoghi d'interesseArchitetture religioseChiesa MadreLa Chiesa Madre, dedicata alla Madonna Assunta, risale al XVIII secolo. Fu portata a termine nel 1798 e ingloba un più antico edificio del XV secolo eretto sul luogo del ritrovamento di un'immagine della Vergine del Rosario.Presenta un'imponente facciata barocca divisa in due ordini, caratterizzata da un elegante portale d'ingresso, sul quale è ubicata una bella scultura dell'Assunta, da due portali più piccoli e da raffinate decorazioni.L'interno, a croce latina con tre navate, si presenta decorato con sfarzosi stucchi dorati. Le navate, che presentano una copertura a stella, ospitano alcuni altari barocchi sotto il titolo del Crocefisso, di San Francesco Saverio, di Sant'Oronzo, della Madonna del Carmine, dei Santi Cosma e Damiano, di San Francesco d'Assisi e di San Giuseppe. Nel braccio destro del transetto è situato l'importante altare della Madonna del Rosario contenente il pregevole dipinto della Vergine risalente al XIV secolo. Rinascimentale è il battistero recentemente restaurato. Parroco:Don Salvatore Innocente Collaboratore: Don Nino De Carlo; Diacono: Don Pierluigi RuggieroChiesa della Madonna del RosarioLa Chiesa della Madonna del Rosario, fu costruita intorno alla metà del XVIII secolo. All'interno sono conservate le reliquie di quattro martiri; di particolare interesse è la bella statua della Vergine.Architetture civiliMasserieMasseria Bosco (XIX secolo)Masseria Camarda (XVII secolo)Masseria Marina (XIII secolo)Masseria Monte Calabrese (XVIII secolo)Masseria Fortificata Nardo di Prato (XV-XVI secolo)Masseria Patriglione (XVIII secolo)Masseria Poggi (XIX secolo)Masseria Pucciano (XVII-XVIII secolo)Masseria Fortificata San Gaetano (XV-XVI secolo)Eremo di VincentNella periferia del paese è presenta la casa/museo "Vincent City" (fotoreportage) 40°23′36″N 17°56′21″E che l'artista locale Vincent Brunetti (in foto) si è disegnato e realizzato mediante materiale di recupero. La casa (ed il proprietario) compaiono nel film documentario etnico Italian Sud Est. È meta di pellegrinaggio nei percorsi cicloturistici e, quotidianamente, di visitatori.SocietàEvoluzione demograficaAbitanti censiti Il comune di Guagnano ha fatto registrare nel censimento del 1991 una popolazione pari a 6.629 abitanti. Nel censimento del 2001 ha fatto registrare una popolazione pari a 6.193 abitanti, mostrando quindi nel decennio 1991 - 2001 una variazione percentuale di abitanti pari al -7%. Gli abitanti sono distribuiti in 2.240 nuclei familiari con una media per nucleo familiare di 2,76 componenti.Etnie e minoranze straniereAl 31 dicembre 2009 a Guagnano risultano residenti 50 cittadini stranieri. Le nazionalità principali sono: Marocco - 23 India - 10 Cina - 7 Romania - 5Lingua e dialettiIl dialetto parlato a Guagnano è il dialetto salentino nella sua variante più direttamente influenzata dal dialetto della città di Lecce. Il dialetto salentino si presenta carico di influenze riconducibili alle dominazioni e ai popoli stabilitisi in questi territori che si sono susseguite nei secoli: messapi, greci, romani, bizantini, longobardi, normanni, albanesi, francesi, spagnoli.CulturaEventiFesta di S. Antonio Abate, con accensione del tradizionale falò (ultima domenica di gennaio)Festa di S. Giuseppe, con la tradizionale "matthra" (19 marzo) con le tradizionali Tavole di San GiuseppeSagra dell'Uva Cardinal e del Vino (ultima decade di luglio, edizione n° 33 nel 2014)Premio "Terre del Negroamaro" (ultima decade di agosto)Festa della Madonna del Carmelo, con la tradizionale "Sagra del Maiale" (prima decade di settembre - Villa Baldassarri, edizione n° 33 nel 2014)Festa Patronale della Madonna del Rosario, con la tradizionale Fiera Mercato e la Mostra dell'Artigianato Locale (prima decade di ottobre)Esclusivambiente.Giornata dell'AquiloneBiciclettataEconomiaL'attività economica più importante del comune è quella legata alla coltivazione della vite. Guagnano è collocato al centro della produzione DOC del Salice Salentino. Rilevante è la produzione di uve da tavola ma anche quelle destinate alla vinificazione. Per valorizzare ed esportare i prodotti vitivinicoli sono sorte diverse cantine e consorzi. Importanti, per l'economia della zona, sono anche alcuni mobilifici.Cenni occupazionali: Risultano insistere sul territorio del comune 95 attività industriali con 281 addetti pari al 36,45% della forza lavoro occupata, 105 attività di servizio con 180 addetti pari al 23,35% della forza lavoro occupata, altre 79 attività di servizio con 193 addetti pari al 25,03% della forza lavoro occupata e 21 attività amministrative con 117 addetti pari al 15,18% della forza lavoro occupata.Infrastrutture e trasportiStradeIl centro di Guagnano è attraversato dalla Strada statale 7 ter Salentina o Taranto-Lecce, che rappresenta il collegamento principale.Il centro è anche raggiungibile dalle strade provinciali interne SP 104 da Cellino San Marco, SP 105 dalla frazione Villa Baldassarri, SP 106 da Salice Salentino, SP 327 da San Donaci.FerrovieLa cittadina è servita da una stazione ferroviaria posta sulla linea Martina Franca-Lecce delle Ferrovie del Sud Est.CuriositàI guagnanesi sono molto devoti alla Madonna del Rosario, e questo grazie anche ad una leggenda su un episodio miracoloso. Si narra che, anticamente, un uomo che possedeva una mandria di tori, ne perse uno all'improvviso. Lo cercò a lungo, finché non lo trovò nel bosco con in bocca un rosario. Allora il padrone cercò di riportarlo nella stalla, ma l'animale non ne voleva sapere di muoversi da quel posto. Così, dopo molti tentativi, il mandriano, alla fine, si accorse che il toro guardava fisso in una precisa direzione, e scoprì un muro tra i cespugli, sul quale era apparsa l'immagine della Vergine. La protettrice del paese è la Madonna del Rosario, che viene solennemente festeggiata il 7 ottobre.Il soprannome degli abitanti di Guagnano è "tuttu sensu" che, letteralmente, significa "tutto cervello", all'occorrente anche da vendere. Il soprannome è legato ad una storia popolare che racconta di un contadino di Guagnano che, passando nei pressi di una campagna, vide degli uomini che si affaticavano inutilmente per spostare degli enormi massi. Così il contadino disse loro che se volevano del senno, lo potevano acquistare nel suo paese, dove lo vendevano a poco prezzo.Altro soprannome dei guagnanesi è "entri mueddrhi" che, letteralmente, significa "pance molli", dal momento che si crede che i guagnanesi siano dediti più all'ozio e al buon vivere, che al lavoro.Il mercato settimanale si svolge il sabato.SportCalcioLa principale squadra di calcio della città è l' A.S.D. Football Guagnano 2008 che milita nel girone C pugliese di 1° Categoria. I colori sociali sono: il blu ed il rosso. E' nata nel 2008.Note^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2011.^ Dato Istat al 30/11/2011^ Valori climatici del Salento orientale.^ Pagina con le classificazioni climatiche dei vari comuni italiani.^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012.^ Dati IstatParole ChiaveSalentoTerra d'ArneoArcidiocesi di Brindisi - OstuniAltri progetti Commons contiene immagini o altri file su GuagnanoCollegamenti esterniTerre del Negroamaro portale delle Terre del NegroamaroGuagnanoInforma testata giornalistica locale nata nel 2004

Consigli di viaggio