Comune

Cupramontana

Cupramontana, (Ancona)
Cupramontana è un comune italiano di 4 966 abitanti della provincia di Ancona nelle Marche, situato sulla sommità di una collina nel territorio della Vallesina.StoriaIl suo nome deriva dalla dea Cupra, la dea della fertilità adorata dalla popolazione preromana dei Piceni. Divenne poi un importante municipio romano. In periodo longobardo fece parte del ducato di Spoleto-Camerino cambiando nome in Massaccio. Successivamente, nel XIII secolo, entrò a far parte del Contado di Jesi e quindi dello Stato Pontificio. Solo dopo l'Unità d'Italia fu concesso il ritorno al nome antico di Cupramontana.Il regio decreto 1º dicembre 1861, n. 358 autorizzava il comune di Massaccio ad assumere "l'antico nome di CAPRAMONTANA (non CUPRAMONTANA), giusta desiderio espresso dal Consiglio Comunale in seduta delli 9 novembre 1861".SocietàEvoluzione demograficaAbitanti censiti Tradizioni e folcloreLa festa più importante è la sagra dell'uva che cade nel primo fine settimana di ottobre e che è tra le più antiche sagre vinicole in Italia (ormai arrivata alla 76ª edizione). Ogni anno la Sagra dell'Uva richiama a Cupramontana migliaia di visitatori e turisti da qualsiasi parte del mondo essendo ormai divenuta una festa internazionale. Durante la manifestazione vari gruppi folkloristici si esibiscono per le vie del paese, il sabato si svolge la tradizionale gara di pigiatura e la domenica la sfilata dei carri allegorici allestiti per l'occasione dai giovani cuprensi. Nelle serate del venerdì, sabato e domenica si esibiscono in concerto gruppi o cantanti di fama nazionale.Il terzo sabato del mese di luglio si svolge "La Notte del Verdicchio". Da segnalare il suo originale Museo dell'etichetta nello storico Palazzo Leoni.Molto suggestiva è anche l'Infiorata del Corpus Domini, quando circa 800 metri delle vie del paese vengono adornate con petali di fiori disposti secondo particolari motivi geometrici e lungo le quali si svolge la processione religiosa.EconomiaRinomato centro di produzione del Verdicchio dei Castelli di Jesi ha un'attività economica basata principalmente sulla viticoltura, l'agricoltura e l'artigianato. Cupramontana fa parte del circuito delle Città dell'Olio e Città del Vino e si fregia di Bandiera Verde per meriti nell'ambito agricolo dal dicembre del 2011.Persone legate a CupramontanaLuigi Bartolini (1892-1963), incisore, pittore, scrittore.Mauro Sarti (1709-1766), monaco camaldolese all'abbazia di Massaccio, identificò a metà del XVIII secolo Massaccio con l'antica Cupra Montana, fino ad allora ritenuta corrispondere a Loreto o a Ripatransone.AmministrazioneGemellaggi Gessopalena KalkanSportA livello sportivo Cupramontana può vantare una squadra di baseball, la Cupra Baseball Softball, che milita nel campionato italiano di baseball in serie B. A Cupramontana sono presenti anche due squadre di calcio, l'A.S.D. Cupramontana, che disputa il campionato di Seconda Categoria ed una squadra di calcio amatoriale, l'F.C. Massaccio. Per quanto riguarda il calcio a 5 la squadra locale milita in Serie D e prende il nome di Dragons Cupramontana C5.Note^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012.Voci correlateMuseo internazionale dell'etichetta del vinoGalleria San LorenzoComunità montana dell'Esino FrasassiCollegamenti esterniGiovanni Annibaldi, CUPRAMONTANA, Enciclopedia dell'Arte Antica (1959), Istituto dell'Enciclopedia italiana Treccani

Cosa vedere