News

Sentiero dei Parchi: cammino tra le aree naturali italiane

Scritto da Redazione , 27/05/20

Da un accordo tra il Ministero dell’Ambiente e il Club Alpino Italiano (CAI) nasce il Sentiero dei Parchi, il Cammino di Santiago italiano: un unico percorso che collegherà i Parchi Nazionali e le Riserve dalle Alpi alle isole.

Un unico cammino che collega i Parchi Nazionali e le Riserve Naturali italiane, questo è il Sentiero dei Parchi, il nuovo itinerario escursionistico che attraverserà da nord a sud tutti e 25 i Parchi Nazionali e e andrà a completare l'offerta già esistente del Sentiero Italia CAI.

L’attuale Sentiero CAI (Club Alpino Italiano) si snoda per 7000 km, collegando tutte le regioni italiane lungo la dorsale appenninica per un totale di 400 tappe, dalla provincia di Trieste fino a Sicilia e Sardegna. Il Sentiero dei Parchi rafforza l'offerta esistente ampliando di molto il percorso complessivo, che va ad abbracciare tutto il Paese attraverso le montagne, aggiungendo nuove tappe e diverse varianti: Riserve della Biosfera, Siti UNESCO e altri Monumenti Naturalistici nazionali.

Una grande notizia per gli amanti del trekking, delle mete meno battute e dell'Italia interna, che finalmente potranno immergersi nella natura alla scoperta di posti poco conosciuti, dall’Aspromonte al Pollino e alla Sila, in Calabria, passando per il Cilento, i Monti Sibillini, l’Appennino Tosco-Emiliano fino alle Dolomiti. Il Sentiero dei Parchi attraversa tutta l’Italia, isole comprese

Frutto dell'accordo tra il Ministero dell’Ambiente e il Club Alpino Italiano (CAI), il Sentiero dei Parchi vuole consentire ai cittadini di godere della natura attraverso l'ecoturismo.

La creazione del Sentiero dei Parchi prevede ovviamente la manutenzione e il potenziamento delle reti sentieristiche nelle aree protette, e la valorizzazione delle biodiversità.

Sentiero dei Parchi: il Cammino di Santiago italiano

Come mai il Sentiero dei Parchi è stato già ribattezzato il "Cammino di Santiago italiano"?

Perché propio come il celebre Cammino, a completamento del percorso nazionale è previsto il rilascio  "passaporto dei parchi", a cura del Ministero dell'Ambiente, un vero e proprio riconoscimento i viaggiatori e agli escursionisti che lungo il Sentiero dei Parchi attraverseranno il territorio italiano da nord a sud (o vicevrsa) completandolo per intero, ovvero toccando tutti e 25 i Parchi Nazionali.

Un premio simbolico a chi si immergerà nelle bellezze naturalistiche d'Italia.

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Immagine descrittiva - BY  [123rf/Galyna Andrushko] c

Parco Nazionale del Pollino

Il Parco Nazionale del Pollino, condiviso dalle province di Potenza, Matera e Cosenza, con i suoi 192.565 ettari, è il parco naturale più grande d'Italia (comprende...

Altri Suggerimenti

Settimana Santa in Italia: viaggio “pulp” tra i riti di Pasqua

Settimana Santa in Italia: viaggio “pulp” tra i riti di Pasqua

Da Nord a Sud, la Settimana Santa in Italia è ricca di riti pasquali dal forte trasporto religioso. Scoprili tutti!

“Parade”, viaggio in Italia con Picasso

“Parade”, viaggio in Italia con Picasso

Nel 1917 Pablo Picasso, su invito dall’amico poeta, drammaturgo e artista a tutto tondo Jean Cocteau, intraprende un viaggio in Italia che toccherà Roma e Napoli e...

Calcata, omaggio ai borghi del Centro Italia

Calcata, omaggio ai borghi del Centro Italia

Calcata è un piccolo borgo Medioevale della provincia di Viterbo che, a soli 45 chilometri a nord di Roma, è riuscito a conservare intatto il suo patrimonio...

Stranezze d’Italia: luoghi che lasciano a bocca aperta

Stranezze d’Italia: luoghi che lasciano a bocca aperta

Che ne pensate di un viaggio insolito, uno spunto sorprendente per questo weekend? Lasciatevi guidare da ViaggiArt alla scoperta di alcuni tra i posti più strani...

Cilento, Patrimonio dell’Umanità

Cilento, Patrimonio dell’Umanità

Percorrendo la costa tirrenica verso sud incontriamo un luogo di infinita bellezza, scenario di mitiche leggende: siamo nel Cilento, uno dei posti più incantevoli...

La prima impronta sulla Luna vista dal Planetario di Milano

La prima impronta sulla Luna vista dal Planetario di Milano

In Italia sono le ore 4:56:15 del 21 luglio 1969 quando Neil Armstrong, Comandante della missione “Apollo 11”, imprime l’orma del suo piede sinistro sulla...