Castello dei Ruffo - ViaggiArt
Castello

Castello dei Ruffo

Scilla, (Reggio di Calabria)

Il Castello Ruffo sorge sul promontorio di Scilla, proteso sullo Stretto di Messina e rappresenta il genius loci della cittadina. La prima fortificazione della rupe contro le incursioni piratesche risale al V secolo a.C., sotto il Tiranno Anassila di Reggio. L'inespugnabilità della rupe fu violata solo da Dionisio di Siracusa nel 390 a.C. Ulteriormente rinforzata dall'Imperatore Ottaviano, è descritta da Plinio il Vecchio come "Oppidum Scyllaeum", ovvero, grande insediamento fortificato. Nel 1060, il Castello si arrese per fame a Roberto il Guiscardo, che lo elesse presidio militare. Nel Quattrocento, il Castello fu concesso da Re Ferdinando I di Napoli a Gutierre De Nava, un cavaliere castigliano; nel 1533 fu acquistato da Paolo Ruffo, che lo restaurò e ne fece la propria residenza principesca. Danneggiato fortemente dai terremoti del 1783 e del 1908, fu restaurato e suddiviso per essere destinato ad usi pubblici. Nel 1913, la parte più superiore venne chiusa per ospitare il faro. Oggi, visitabile al pubblico, è sede del "Centro Regionale per il Recupero dei Centri Storici Calabresi" e ospita mostre e convegni. L'edificio, a pianta irregolare, conserva nel complesso la configurazione omogenea di una fortezza dotata di cortine, torrioni e feritoie. L'ingresso è preceduto da un ponte che conduce al portale, con arco a sesto acuto, sui cui campeggiano lo stemma nobiliare dei Ruffo. Superato l'androne a volta ribassata si apre un cortile, e da qui, percorrendo il grande scalone, si giunge all'ingresso della residenza.

Info:

Visitabile tutti i giorni dalle 8:30 alle 19:00 (festivi inclusi).

* A. Cogliandro, D. Cogliandro, G. Genovese, R. Marino (a cura di), Castelli nella Provincia di Reggio Calabria, 2002
* A. Calderazzi, R. Carafa (a cura di), La Calabria fortificata. Ricognizione e schedatura del territorio, Vibo Valentia, 1999

Scilla

Scilla

Scilla, situato sull'omonima punta, il Promontorio Scillèo, proteso sullo Stretto di Messina, ha origini sono antichissime, che si perdono tra mitologia, storia, leggenda e immagini alimentate per millenni dalla suggestivit...

Booking.com