Comune

Preganziol

Preganziol, (Treviso)
Preganziol (IPA: /preɡanˈtsjɔl/, Preganziol IPA: /preɡaŋ'zjɔl/ in veneto) è un comune italiano di 16.844 abitanti della provincia di Treviso in Veneto.Geografia fisicaIl territorio di Preganziol è completamente pianeggiante. Il suolo, per lo più argilloso, permette l'esistenza di numerosi corsi d'acqua, comunque di modesta portata e lunghezza: da sud, i principali sono il Zermanson, Serva, il Bigonzo e il Dosson, tutti affluenti del fiume Sile.StoriaLe tracce più antiche della presenza umana nel territorio risalgono all'epoca romana. Si ritiene che l'attuale comune costituisse l'estremità settentrionale della centuriazione di Altinum, il cui confine con Tarvisium seguiva il corso del Sile.La prima citazione scritta di Preganziol, indicata come prati Golzoli, è in una bolla del 1170 con la quale papa Alessandro III donava la chiesa locale, già cappella della pieve di San Giovanni di Treviso, al Capitolo dei Canonici di Treviso. La disposizione fu confermata nel 1181 è il paese è menzionato come Pratoganziol.Come suggerirebbe il toponimo, il territorio era in passato ricco di vegetazione. In un documento del 1317 si osserva la necessità di tagliare le selve che offrivano riparo ai briganti. Dell'anno successivo è un altro scritto in cui è attestato l'utilizzo delle loviere, trappole per catturare i lupi.Nel 1350 la popolazione fu decimata per l'imperversare della peste. Per favorire il ripopolamento della zona, il comune di Treviso, da cui dipendeva, offrì sgravi fiscali per chi vi si ristabiliva.Il 22 dicembre del 1807 nascono ufficialmente la municipalità di Preganziol (con l’aggregazione di Settecomuni) e quelle di San Trovaso e Sambughè. Tuttavia già il 6 febbraio 1808 le prime due sono abolite per essere annesse al comune di Treviso, preservando invece quella di Sambughè. Nel 1816 il comune di Preganziol si stacca da Treviso e, inglobando San Trovaso e Sambughè, assume l'odierna configurazione.ToponimoLa prima parte del nome è sicuramente in relazione al veneto prà che significa "prato" e indicherebbe dunque la presenza di terreni utili al pascolo o, più in generale, di possedimenti. La seconda parte è discussa: forse deriva dal nome dell'antico proprietario (un tale Golza, Galzolo o Granziol quindi); oppure è legato ad un termine veneto, oggi in disuso, che significava "bosco" (da gazo, giagio, gaiolo), quindi indicherebbe un prato protetto da una selva. La presenza di fitti boschi è infatti documentata in vari documenti medievali.SimboliLo stemma del comune è diviso verticalmente in due campiture: a destra i boschi con il prato rossiccio ricordano l'etimo del toponimo (forse da prà "prato" e gazio "bosco", vedi sopra); a sinistra la fabbrica testimonia l'importanza dell'industria; i soggetti sono sovrastati da un pastorale (il potere dei vescovi di Treviso) con una spiga di grano e una pannocchia (l'abbondanza dell'agricoltura).Monumenti e luoghi di interesseLa parrocchiale di Sant'Urbano risale, nella sua ultima riedificazione, al XVIII secolo, tranne la facciata novecentesca progettata da Antonio Beni. All'interno, una Madonna della Cintura, gruppo ligneo di Valentino Panciera Besarel (1895), il Martirio di Sant'Urbano, affresco del soffitto di Giovan Battista Canal (1792) e una Madonna della Cintura, altro dipinto del Canal collocato sul primo altare di sinistra; le stazioni della via crucis e la tela Strage degli innocenti sono opere recenti di Giuseppe Pin.Nel territorio, in particolare lungo il Terraglio, sono presenti numerosissime ville venete, tra le quali meritano particolare menzione Villa Franchetti e villa "La Colombina".SocietàEvoluzione demograficaAbitanti censiti Etnie e minoranze straniereGli stranieri residenti nel comune sono 1.326, ovvero il 7,8% della popolazione. Di seguito sono riportati i gruppi più consistenti: Albania, 173 Romania, 145 Marocco, 127 Moldavia, 107 Cina, 87 Serbia, 79 Kosovo, 76 Ucraina, 51 Nigeria, 46 Ghana, 39Persone legate a PreganziolGiuseppe Pillon, allenatore di calcioLuca Pagano, giocatore di poker professionista, team-pro di Pokerstars e vincitore dell'IPT di Sanremo 2011.Andrea Bruno Mazzocato, arcivescovoGeografia antropicaFrazioniA Preganziol appartengono le tre frazioni di Sambughè, San Trovaso e Frescada.Suddivisioni ecclesiasticheNel territorio di Preganziol hanno sede quattro parrocchie, comprese nella diocesi di Treviso; tre di queste appartengono al vicariato di Mogliano e una al vicariato Urbano:Preganziol (Sant'Urbano papa)San Trovaso (Santi Gervasio e Protasio martiri)Sambughè (San Martino vescovo)Frescada (San Giovanni Battista, vicariato Urbano)Altre località del territorioLa Boschetta (204 ab.): quartiere di recente costruzione posto all'estremità sud del comune, tra l'abitato di Campocroce di Mogliano e la ferrovia Venezia-Udine;Le Grazie (377 ab.): lungo il Terraglio, tra Preganziol e Frescada, vi si trova un'area industriale;Settecomuni (67 ab.; l'ISTAT lo indica come Case Gatto-Zanetti): ad ovest di San Trovaso, lungo via Bacchina.Oltre a queste, che per importanza sono citate nello stesso statuto comunale, esistono numerosi altri toponimi, molti dei quali ormai in disuso. Si hanno ad esempio Baratta Vecchia, ad ovest del centro, Canton, ad est, La Croce, presso il confine con Mogliano Veneto, dove sorge una piccola zona industriale, e Borgo Verde (572 ab.), quartiere recente ad est del centro, alla sinistra di via Schiavonia.Infrastrutture e trasportiPreganziol è un comune posto in ottima posizione in quanto a trasporti e vicinanza ai maggiori centri abitati.StradeTrovandosi sulla Strada Statale 13 (Terraglio), dista solo 8 km da Treviso e 12 km da Mestre.Vi transitano le autostrade A4 Torino - Trieste (casello di Preganziol del Passante di Mestre) ed A27 Venezia - Belluno (caselli di Mogliano Veneto e Treviso Sud).FerrovieLa città è servita dall'omonima stazione ferroviaria situata sulla linea Venezia-Udine; dal 5 ottobre 2008 è attiva sulla stessa linea anche la stazione di San Trovaso, a seguito dell'attuazione del progetto SFMR che ha anche garantito il collegamento con la fermata del nuovo ospedale di Mestre .AutobusLe aziende MOM (ex ACTT) ed ACTV operano diversi collegamenti con Treviso e Venezia:Linea 21 MOM (ex 11 ACTT): collega la Stazione FS di Preganziol con Castagnole / Paese, transitando per la stazione FS di Treviso Centrale ed il centro storico del capoluogo, servendo inoltre le frazioni di Le Grazie e Frescada, con frequenza ogni 30 minuti;Linea 9 MOM: collega il Municipio di Preganziol con il quartiere San Paolo di Treviso, transitando per Dosson di Casier e Treviso, servendo la località di Borgoverde;Linea 8 MOM: collega Sambughè (frazione del comune) e Preganziol con Piazza Vittoria a Treviso, transitando per le frazioni di Settecomuni, San Trovaso e Frescada;Linea 8 ACTV: collega Venezia con la Stazione FS di Preganziol, transitando anche per Mogliano Veneto; alcune corse garantiscono coincidenza con bus MOM da/per Treviso, altre corse transitano per il centro di Preganziol collegando anche Treviso.A servizio degli studenti vengono operate diverse navette da e per i principali istituti scolastici di Treviso.AmministrazioneNote^ ISTAT - Bilancio demografico mensile al 30-6-2011.^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.^ Statistiche demografiche ISTAT^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012.^ Bilancio Demografico e popolazione residente straniera al 31 dicembre 2010 per sesso e cittadinanza, ISTAT. URL consultato l'11 novembre 2012.Altri progetti Commons contiene immagini o altri file su Preganziol

Ci spiace, non abbiamo ancora inserito contenuti per questa destinazione.

Puoi contribuire segnalandoci un luogo da visitare, un evento oppure raccontarci una storia su Preganziol. Per farlo scrivi una email a redazione@viaggiart.com