Comune

Pontboset

Pontboset, (Aosta)
Pontboset (Pianboseto durante il fascismo dal 1939 al 1946) è un comune italiano di 186 abitanti della valle di Champorcher, valle laterale della Valle d'Aosta.Geografia fisicaTerritorioClassificazione sismica: zona 4 (sismicità molto bassa)ClimaStoriaDurante il medioevo il paese apparteneva alla nobile famiglia di Bard. Successivamente, il territorio comunale fu smembrato tra i Savoia e la famiglia che già dominava Pont-Saint-Martin.Sotto il dominio del conte Nicole de Bard, nel XVII secolo, il paese fu interessato da importanti trasformazioni sia dal punto di vista architettonico che da quello economico: in località Fabrique sorse un'importante fonderia, detta la "fabbrica dei chiodi", e vennero costruiti i suggestivi ponti di pietra tutt'oggi presenti sul torrente Ayasse. Nel 1682 Pontboset fu quindi infeudato ai nobili Freydoz.Monumenti e luoghi d'interesseArchitetture civiliIl paese, di impianto medievale, si trova aggrappato in posizione suggestiva a picco sopra all'Ayasse, e conserva al suo interno alcuni esempi di architettura alpina valdostana: granges, rascard e fontanelle di pietra. Il torrente viene scavalcato da una serie di ponti in pietra del XVII secolo che collegano il capoluogo Ville alle altre frazioni.In località Fabrique si trovano i resti della "fabbrica dei chiodi"Nella piazzetta del municipio si trova anche l'Ostello Lou creton di lui (in italiano la cresta del lupo) nell'edificio seicentesco che ospitava l'antica parrocchia oggi restaurato.Architetture religioseChiesa parrocchiale dedicata a San Grato, al centro del paeseCappella del Gom, all'inizio del paese, del 1727Santuario di RetempioAree naturaliOrrido di Ratus, sul torrente Brenve, affluente dell'Ayasse. L'orrido è raggiungibile tramite un sentiero ben segnato che parte dal capoluogo, tratto del più ampio "sentiero degli orridi" che attraversa i quattro comuni di Pontboset (Orrido di Ratus), Champorcher (Goille di Pourtset), Fontainemore (Gouffre de Guillemore) e Hône (le tre Golilles de Hône).SocietàEvoluzione demograficaAbitanti censiti Lingue e dialettiCome nel resto della regione, anche in questo comune è diffuso il patois valdostano. Inoltre, in virtù della vicinanza geografica e dei rapporti storici con il Canavese, la popolazione locale parla anche il piemontese.AmministrazioneFa parte della Comunità Montana Mont Rose e della Communauté des 4 communes.SportOltre alle palestre di arrampicata, nel territorio comunale della Valle di Champorcher si possono fare numerose escursioni di varia difficoltà durante la stagione calda, mentre la stazione invernale offre possibilità di fare sci di fondo e sci alpinismo.Da Pontboset parte la gara di skyrunning "Pontboset Skyrace".Galleria fotograficaNoteBibliografiaLuca Pitet et alii (a cura di), Pontboset: il territorio, la sua storia, la sua gente, Quart: Musumeci, 2005Fausta Baudin, La séparation des deux communautés et ses conséquences sur leurs archives: le cas de Champorcher et de Pontboset (Vallée d'Aoste - Italie), in Arbido, 19, fasc. 5, 2004, pp 16-18AA. VV., Una storia... una vita: Don Germano Bois: per sessant'anni parroco a Pontboset, Aosta: Tipografia valdostana, 2001Danilo Marco, Claudine Remacle, Osservare, conoscere, conservare: appunti per il recupero dell'architettura tradizionale nei comuni di Perloz e Pontboset, Quart: Musumeci, 2005Tito Sacchet, Arrampicare a Hône, Bard e Pontboset, Biella: ElleEsse, 2006Voci correlateComunità Montana Mont-RosePontboset SkyraceAltri progetti Commons contiene immagini o altri file su PontbosetCollegamenti esterni(FR, IT, EN) Sito della comunità dei 4 comuni - Communauté des 4 communesPontboset in Open Directory Project, Netscape Communications. (Segnala su DMoz un collegamento pertinente all'argomento "Pontboset")

Ci spiace, non abbiamo ancora inserito contenuti per questa destinazione.

Puoi contribuire segnalandoci un luogo da visitare, un evento oppure raccontarci una storia su Pontboset. Per farlo scrivi una email a redazione@viaggiart.com