Consigli di viaggio - Tradizioni

Carnevale di Ivrea: battaglia delle arance e non solo

Scritto da Eliana Iorfida, 12/02/19

Il Carnevale di Ivrea si svolge nella città considerata capoluogo del Canavese, storica regione geografica del Piemonte, ed è famoso per la mitica Battaglia delle Arance. Trovarsi nel bel mezzo del lancio delle arance è un'esperienza unica, al centro di un territorio ricco di bellezza e antiche tradizioni.   

La Battaglia delle Arance a Ivrea

Il Carnevale di Ivrea è celebre in tutto il mondo per l'affascinante sfilata folkloristica che culmina nella cosiddetta "Battaglia delle Arance". Il lancio delle arance nel corso del corteo è un momento davvero spettacolare, che affonda radici in un tempo lontano, poiché il Carnevale delle Arance è il Carnevale Storico di Ivrea.

Le evocazioni storico-leggendarie non mancano: lo storico Carnevale di Ivrea viene "ufficializzato" nel 1808, anno in cui l'impero Napoleonico ordinò di unificare i carnevali rionali in un'unica grande festa, un evento nazionale molto importante e sentito, ma la leggenda legata al Carnevale di Ivrea rimanda a Violetta, vera eroina della manifestazione e simbolo della ribellione popolare contro il marchese di Monferrato.

Secondo l’antica leggenda, Violetta, figlia di un mugnaio e promessa sposa a un giovane, si ribella alle pretese del feudatario che reclama lo "jus primae noctis". Dopo aver finto di accettare l’invito, uccide il tiranno con un pugnale nascosto tra i capelli, dando così il segnale al popolo che si solleva contro i nobili e le loro tasse. 

Chi non vuole essere bersaglio del furioso lancio delle arance deve indossare il "berretto frigio", cioè il berretto rosso tipico dei sanculotti parigini. Altri protagonisti del Carnevale di Ivrea sono le figure del Generale, simbolo dell'antica autorità municipale che ha il compito di ripristinare l'ordine del "mondo alla rovescia" rappresentato dagli "Abbà", gli scapestrati.   

Cosa vedere a Ivrea e dintorni nel Carnevale delle Arance

Considerata il capoluogo del Canavese, regione storico geografica del Piemonte, Ivrea è attraversata dalla Dora Baltea e il suo territorio è circondato da numerosi laghi di formazione preistorica. Il centro storico si inerpica su una collina che porta dritta ai simboli architettonici della città: il Castello Sabaudo e il Duomo di Ivrea.

Lago di Ceresole Reale 

Il territorio del Canavese, parte integrante dell'antica "Marca di Ivrea", si caratterizza dalla tipica presenza dei Castelli del Canavese, edificati quasi tutti nel Medioevo e ricchi di storie da raccontare.  

Meta degli appassionati di cibo e buongustai, la regione di Ivrea offre specialità tipiche legate ai prodotti locali e ingredienti riconosciuti, di alta qualità.

Tra le delizie da non perdere a Ivrea: la storica Torta Novecento, frutto di un'antica ricetta del mastro pasticcere Ottavio Betinotti; i Biscotti Eporediesi, croccanti all'esterno ma con un cuore morbido, a base di cacao, nocciola e mandorle. Tra i piatti salati, la fanno da padrone i Faseuj grass: lo stufato di fagioli cotti con maiale e salamella speziata, da degustare con il vin briulè.

Prenota ora il tuo hotel a Ivrea!

Booking.com

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Immagine descrittiva - CC BY-SA Di Lupo - Associazione Aranceri Mercenari, CC BY-SA 2.5, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=16044618 c

Ivrea

Considerata capoluogo del Canavese, area storico-geografica del Piemonte, Ivrea è collocata al centro di un un'area lacustre importante.  Il centro storico si...

Altri Suggerimenti

Settimana Santa in Italia: viaggio “pulp” tra i riti di Pasqua

Settimana Santa in Italia: viaggio “pulp” tra i riti di Pasqua

Da Nord a Sud, la Settimana Santa in Italia è ricca di riti pasquali dal forte trasporto religioso. Scoprili tutti!

Le Persephoni di Bova, tra sacro e profano

Le Persephoni di Bova, tra sacro e profano

Nel borgo calabrese di Bova, durante la Domenica delle Palme, si celebra la sfilata delle Persephoni. Scopri di cosa si tratta!

Akragas, i templi e la Sagra del Mandorlo in Fiore

Akragas, i templi e la Sagra del Mandorlo in Fiore

L’antica Akragas, Città dei Templi, si sveglia avvolta dal profumo del mandorlo in fiore di fronte al maestoso Tempio della Concordia, nella Valle dei Templi, per...

Otranto e la leggenda del Cavaliere Senza Testa

Otranto e la leggenda del Cavaliere Senza Testa

L’ombra del Cavaliere Senza Testa aleggia sulla mitologia dei popoli europei sin dal Medioevo, soggetta a varianti a seconda dell’appartenenza culturale e...

“Te piace ‘o presepio?”: week end a San Gregorio Armeno

“Te piace ‘o presepio?”: week end a San Gregorio Armeno

L’Illuminatore, apostolo degli armeni che rischiara il buio, a Napoli è sinonimo di uno dei luoghi per eccellenza del Natale. Indica una strada precisa, la “via...

Radicamenti, la via della seta di Mendicino

Radicamenti, la via della seta di Mendicino

Mai come in questo caso la parola “Radicamenti” è capace di evocare l’anima e la storia di un intero territorio. Mendicino, incantevole borgo delle Serre...