Esperienze

Ottobre in Toscana: dalle colline del Chianti alla Val d’Orcia

Scritto da Redazione , 07/10/19

Ferie esaurite? Niente panico! Il mese di ottobre in Toscana regala ancora weekend di puro relax, da godere a ritmo lento, concedendosi un'esperienza a scelta tra le tante proposte di turismo slow che, dal Chianti alla Val d'Orcia, abbinano itinerari enogastronomici, sagre e feste medievali, trattamenti termali, trekking alla scoperta di antichi borghi e passeggiate a cavallo o in bicicletta, tra i colori d'autunno.

Colori, profumi e sapori di ottobre in Toscana

L'autunno offre il meglio di sè in regioni come la Toscana, dove è possibile programmare un weekend per tutti i gusti e per tutte le tasche, all'insegna della lentezza e delle esperienze di benessere profondo per il corpo e la mente.

Dalle dolci colline del Chianti, ricoperte di vigneti e punteggiate di torri e castelli medievali, ai colori inconfondibili del paesaggio della Val d'Orcia e del senese, tra degustazioni di prodotti tipici e feste nei borghi medievali, il mese di ottobre in Toscana è il momento ideale per concedersi una breve e rigenerante fuga dalla città.

È in questo territorio che i vigneti si tingono di mille colori e nei paesini si può assaggiare il vino novello, con una serie di itinerari slow alla scoperta dei piccoli borghi medievali lungo la Chiantigiana e nelle valli tra Siena e Firenze.

Sulla Via Chiantigiana: in moto, a cavallo o in macchina

La mitica Chiantigia, strada sinuosa che attraversa la Toscana per 60 Km, costeggiando colline, vigneti e borghi antichi, è una delle vie storiche più belle d’Europa: il paesaggio fonde alla perfezione natura e opere d'arte, così da rendere il Chianti una delle mete privilegiate dell'ottobre in Toscana.

Percorrere la Chiantigiana, magari a cavallo o in moto, raggiungendo i deliziosi borghi di Greve in Chianti e Castellina, fermandosi per una sosta di degustazione o un momento magico, per una foto al calar del sole, è davvero una delle esperienze più belle da vivere nel mese di ottobre in Toscana.

Greve in Chianti, tra i Monti del Chianti e i colli fiorentini, offre la bellezza della sua piazza centrale che, come in tutti i borghi medievali che si rispettino, ha sempre esercitato la funzione di "mercatale".

Grazie a questa sua posizione, il borgo divenne il principale mercato della zona, e la piazza, dalla caratteristica forma di triangolo allungato, per gran parte circondata da portici, luogo di smistamento centrale di tutte le merci che transitavano sulla Via del Chianti. Al centro, campeggia la statua raffigurante Giovanni da Verrazzano. Numerose sono le pievi da visitare a Greve e dintorni, così come i castelli, che a partire proprio da quello di Verrazzano, custodiscono al loro interno importanti opere d'arte e testimonianze storiche.

Da non perdere, il Museo di San Francesco, ricavato nei locali dell'antico convento, e ovviamente il Museo del Vino. Il top della visita? Abbinare una degustazione al Castello di Verrazzano a base di finocchiona, prosciutto toscano e pecorino.

Lungo la Chiantigiana si incontrano paesi minuscoli (Strada in Chianti, Montefiorale, Verrazzano, Pazzano in Chianti, Cintoia, Chiocchio, Lucolena, Passo dei Pecorai, Poggio alla Croce) dal fascino medievale, nei quali si può decidere di fare una sosta improvvisata, sicuri di trovare sempre la massima accoglienza. 

Non a caso, la sistemazione ideale per trascorrere un weekend d'ottobre in Toscana restano gli agriturismi e i b&b immersi nel verde.

Scivolando lenti verso sud, la campagna toscana regala una miriade di suggestioni.

Tra i sapori e i colori della Val d'Orcia

La Val d'Orcia è l'ampia valle in provincia di Siena, al confine con l'Umbria, perfetta per trascorrere un weekend autunnale tra colori, sapori e profumi che inebriano il corpo e la mente.

Caratterizzata da gradevoli paesaggi e, ancora una volta, da svariati centri di origine medievale, due dei quali molto noti, come Pienza e Montalcino, la vallata presenta peculiarità culturali ed enogastronomiche protette che le valgono l'inserimento nei Patrimoni UNESCO dal 2004

I cipressi lungo i filari ridisegnati in epoca rinascimentale, la bontà di eccellenze culinarie come i Pici, i salumi di Cinta Senese, il Pecorino di Pienza, l'olio d'oliva e il Brunello di Montalcino DOC fanno della Val d'Orcia un territorio di grande interesse turistico, vero e proprio angolo di paradiso dove trascorrere un meraviglioso ottobre in Toscana

Nel cuore delle cosidette Terre di Siena si celebra ogni anno la Festa dell’Olio, nel borgo di San Quirico d’Orcia.

In questo luogo incantato, attraversato dall’antica Via Francigena, è possibile assaggiare l’olio nuovo atrtraverso una serie di degustazioni gratuite organizzate dai produttori nel centro storico, abbinandolo ai piatti della tradizione, alle bruschette e alle zuppe.

Niente di meglio per trascorrere un fine settimana in totale relax, arte e buona cucina, per un’esperienza indimenticabile, immersi in un paesaggio la cui perfezione estetica riflette l’armonia tipica del Rinascimento e il secolare rapporto tra uomo e natura.

Ottobre in Toscana all'insegna del benessere: spa e fonti termali

Chi desidera abbinare al buon cibo e alle visite storico-artistiche anche una puntatina alle terme, non ha che l'imbarazzo della scelta.

Le Terre di Siena, infatti, offrono ai visitatori la concentrazione di strutture termali più grande al mondo. Perfetti da prenotare in autunno, gli impianti termali del senese beneficiano dalla storica vicinanza a quello che fu un antico vulcano spento: il Monte Amiata.

Affacciata sulla Val d’Orcia, questa montagna spande il proprio influsso benefico sui diversi comuni della vallata: da Chianciano Terme, con le sue eccellenti piscine, agli antichi bagni degli etruschi, passando per il Centro Termale Fonteverde, a San Casciano dei Bagni, che il prestigioso magazine americano Travel Leisure ha definito “le terme più belle del mondo”.

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

c

Comune

Greve in Chianti

Greve in Chianti si estende tra i Monti del Chianti e i colli fiorentini. Fin dal Medioevo la storia di Greve è legata alla sua piazza principale, che ha sempre...

Altri Suggerimenti

Sciare in Italia al tempo del Covid: dove andare

Esperienze

Sciare in Italia al tempo del Covid: dove andare

Dove e come sciare in Italia al tempo del Covid? Dove andare? Ecco qualche consiglio per sciare in Italia in sicurezza.

La vera storia dei Bronzi di Riace

Esperienze

La vera storia dei Bronzi di Riace

Erano solo i due che conosciamo? Si tratta di davvero di opere greche? Scopriamo insieme la vera storia dei Bronzi di Riace.

Dove fare un volo in mongolfiera in Italia

Esperienze

Dove fare un volo in mongolfiera in Italia

Vi state chiedendo dove volare in mongolfiera in Italia? Vi sveliamo i posti più belli da sorvolare a bordo di un pallone colorato.

La Basilica di Superga a Torino: come arrivare

Esperienze

La Basilica di Superga a Torino: come arrivare

Nota per ospitare le tombe Savoia e l'omaggio al Grande Torino, la Basilica di Superga a Torino è tra le cose da non perdere in città.

Escursioni e tour nel Parco Nazionale dell'Asinara

Esperienze

Escursioni e tour nel Parco Nazionale dell'Asinara

Ecco come fare escursioni e tour nel Parco Nazionale dell'Asinara, piccolo paradiso sardo, nel rispetto dell'ambiente.

ViaggiArt - Racconta l'Italia: ascolta ora i nostri Podcast

Esperienze

ViaggiArt - Racconta l'Italia: ascolta ora i nostri Podcast

Avete mai immaginato di indossare le cuffie, chiudere gli occhi e viaggiare? Ascolta ora i nostri Podcast su Spreaker.