Comune

Curtatone

Curtatone, (Mantova) Tempo di lettura: circa 3 minuti
Curtatone (Cürtatùn in dialetto mantovano) è un comune sparso italiano di 14.627 abitanti della provincia di Mantova, in Lombardia. La sede comunale è nella frazione di Montanara.GeografiaCurtatone è delimitato a nord dal fiume Mincio che proprio entrando nel suo territorio si allarga a formare il lago Superiore, primo dei laghi che contornano la città di Mantova. Ne consegue che una porzione importante del comune di Curtatone è inserito nel Parco del Mincio.I centri abitati più importanti sono sette, Buscoldo, San Silvestro, Levata, Montanara, Eremo, Grazie e Ponteventuno mentre il restante territorio non urbanizzato è quasi totalmente bonificato e irrigato. Piccoli agglomerati storicamente costituiti da pochi edifici, come Levata, San Silvestro, Eremo e Montanara hanno avuto a partire dagli anni sessanta del XX secolo una esplosione urbanistica che ha reso disponibili, ovviamente anche a prezzi più modici, tipologie di residenza, abitazioni mono-bifamiliari, offerti in misura insufficiente dal mercato immobiliare della città di Mantova. Le frazioni centrali hanno di fatto soddisfatto l'esigenza espansiva verso sud della vicina città.La distribuzione della popolazione degli ultimi decenni ha altresì reso più periferico il nucleo urbano di Buscoldo storicamente il più importante del comune.StoriaTestimonianza del dominio romano sul territorio di Curtatone sono le due strade rettilinee e parallele che tagliano il territorio comunale, potendo le stesse rappresentare gli antichi decumani, quest'ultimi altresì paralleli alla più settentrionale via Postumia. A conferma della importante presenza romana il nome di Curtatone, secondo la tradizione, sembra derivare dalla presenza di un accampamento romano comandato dal console Curtius Odonis. Più probabilmente l'attuale denominazione è dovuta a una modificazione in volgare del termine latino Curtis.In epoca medievale fu edificato un castello denominato "Curtatono" che fu incluso, a tutela di Mantova, nel sistema difensivo denominato "Serraglio". L'importanza strategica del territorio determinò una proprietà diretta dei signori di Mantova, prima dei Bonacolsi e successivamente dei Gonzaga.Curtatone deve la propria celebrità all'evento che interessò il suo territorio durante la Prima guerra d'indipendenza italiana nel 1848: la Battaglia di Curtatone e Montanara, uno scontro militare che vide, il 29 maggio 1848, 6.000 volontari, in maggioranza studenti universitari toscani a cui si aggregarono un cospicuo numero di napoletani, impegnati contro il ben più organizzato e numeroso esercito austriaco (32.000 soldati) comandato da Radetzky. Da allora le frazioni del comune, Curtatone e Montanara, entrarono a far parte definitivamente della storia del Risorgimento italiano.Dopo il trattato di Zurigo del 1859 il territorio comunale fu diviso, con le tre frazioni di San Lorenzo, Ronchi e Balconcello, annesse al Regno d'Italia all'interno della provincia di Cremona. Il comune di Curtatone veniva successivamente riunificato, dopo la III guerra d'indipendenza, con la ricostituzione nel 1868 della provincia di Mantova.Negli stessi luoghi della battaglia risorgimentale nei pressi della frazione di Curtatone, per la precisione in "Valletta Aldriga", il 19 settembre 1943 dieci militari italiani furono trucidati dai tedeschi.Monumenti e luoghi d'interesseArchitetture religioseIl Santuario della Beata Vergine delle Grazie è una chiesa di stile gotico lombardo, dedicata alla Beata Vergine Maria, che sorge nella frazione “Le Grazie”. Edificata su un ampio piazzale, la basilica sovrasta e s'affaccia sulle acque palustri del Mincio creando un'atmosfera suggestiva per le numerose delegazioni di turisti e fedeli devoti alla Madonna.Architetture civiliNella frazione di San Silvestro sorgono il Palazzo del Diavolo, risalente al XVIII secolo e la Villa dei vetri, costruzione del diciannovesimo secolo caratterizzata dall'utilizzo di materiale da costruzione d'avanguardia per l'epoca, come metalli, ghisa in particolare, e vetro. Ora la villa ospita "La casa del Sole", istituzione benefica che da oltre cinquant'anni si occupa della riabilitazione di bambini e ragazzi disabili.SocietàEvoluzione demograficaAbitanti censiti CulturaNella frazione di Buscoldo si trova il Teatro Verdi, costruito nei primi anni del '900. Strettamente legato alle vicende storiche che hanno interessato la città nel secolo scorso, dagli anni '90 è di proprietà comunale. Ospita regolarmente una stagione lirica fin dal 1995, ed è, di fatto, uno dei centri della cultura musicale più attivi della provincia mantovana.Persone legate a CurtatoneEmma Danieli, attrice, nata in frazione BuscoldoGiuseppe Bertani, sindacalista e politico nato in frazione BuscoldoEmilio Sarzi Amadé, partigiano e giornalistaAmministrazioneNote^ Comune di Curtatone - Statuto.^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2012.^ Pierino Pelati, Acque, terre e borghi del territorio mantovano. Saggio di toponomastica, Asola, 1996.^ legge 9 febbraio 1868, n. 4322^ Giulio Girondi, La Villa dei vetri, 2006, Mantova, ed.Sometti^ Sito web Associazione Casa del Sole Onlus^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012.BibliografiaPGT Documenti di Piano - Città di Curtatone - data efficacia 14 dicembre 2011Voci correlateStazione di LevataAltri progetti Commons contiene immagini o altri file su CurtatoneCollegamenti esterniSito ufficiale del comune di Curtatone

Dove mangiare