Immagine non disponibile
Castello

Castello della Lucertola

Immagine non disponibile. Copyright Altrama Italia SRL
Via Castello, 1, Apricale, (Imperia)

La costruzione del Castello, eretto in posizione strategica sulla rocca dominante il borgo medievale di Apricale, risale al X secolo. Edificato ad opera dei Conti di Ventimiglia come baluardo difensivo, passò quindi ai Doria, signori di Dolceacqua (1276), da cui venne ampliato e rafforzato, e retto per cinque secoli. Ricostruito con funzioni militari ridotte, passò ai Savoia nel 1634; fu venduto nel 1806 a Stefano Cassini, che ne avviò la trasformazione in residenza privata. La facciata era fiancheggiata, in origine, da due torri quadrangolari, le cui basi sono ancora visibili. La superstite, venne trasformata nell'attuale campanile della Chiesa Parrocchiale. Della configurazione originaria resta un alto muraglione in pietra a vista, che nella parte rivolta verso la chiesa presenta un doppio ordine di arcate a tutto sesto. Ulteriori trasformazioni risalgono all'inizio del Novecento, quando il nuovo proprietario, Fruttuoso Cassini, eresse un ulteriore muraglione per realizzare il giardino pensile interno. Dopo un periodo di decadenza il complesso è stato acquistato dal Comune e sottoposto a restauro. Oggi è sede del Museo della Storia di Apricale e di mostre d'arte e manifestazioni culturali.

Apricale

Apricale

Apricale (Brigar o Avrigà in ligure) è un comune italiano di 624 abitanti della provincia di Imperia in Liguria. Il comune fa parte del circuito dei borghi più belli d'Italia e insignito della Bandiera arancione dal Touring Club...

Booking.com