Comune

Velo Veronese

Velo Veronese, (Verona)
Velo Veronese (Vélo in veneto veronese, Velije in cimbro) è un comune italiano di 786 abitanti della provincia di Verona, in Veneto.Geografia fisicaVelo Veronese dista circa 32 chilometri da Verona. Dista, inoltre, 4 chilometri da Roverè, circa 9 chilometri da Selva di Progno, circa 14 chilometri da Bosco Chiesanuova, 25 chilometri da Erbezzo e 23 chilometri da Grezzana. E' situato nella Lessinia orientale, in prossimità del confine con la provincia di Vicenza e con il Trentino-Alto Adige. Rispetto al capoluogo è in posizione nord est. E' il terzo comune più alto della provincia (preceduto solo da Erbezzo e Bosco Chiesanuova) ed è una delle località più rinomate della Lessinia, grazie anche alla sua posizione strategica (si trova circa a metà strada dalla località sciistica di Malga San Giorgio e da Giazza) Si trova a cavallo tra il monte Stozè e il monte Purga, tra la Val Squaranto e la Val d'Illasi. Il comune non ha un centro ben distinto ma è formato da tante contrade tra le quali le più conosciute sono Ba, Alla Croce e Al pezzo. Nel territorio di Camposilvano (nel comune di Velo) si trova la Valle delle Sfingi, una valle con rocce affioranti e lunga quasi un chilometro. La casa comunale si trova a 1087 m s.l.m., l'altitudine massima è 1434 m s.l.m., mentre quella minima è circa 700 m s.l.m. Il grado a rischio sismico è considerato basso.EtimologiaL'etimo di Velo Veronese (lingua cimbra: Vellje-Feld, tedesco: Feld) è incerto, forse preromano (condiviso con Velo d'Astico nel vicentino), forse "villus" (suolo rivestito d'erba), forse "vela" (campo triangolare a forma di vela).StoriaSul Monte Purga, la presenza umana affonda nella preistoria; risale all'età del Ferro e rientra nel complesso sistema dei castellieri, villaggi fortificati uniti tra loro da sentieri. In epoca romana fu poi eretto un piccolo forte, dove oggi si trova una ottocentesca cappella. In questa epoca si può ipotizzare la nascita del nucleo abitativo che darà origine al paese di Velo Veronese. È probabile che Velo come nucleo abitato fosse presente precedentemente all'editto di Bartolomeo della Scala. Il ruolo di Velo nei Tredici Comuni Veronesi fu importante, Caterina Visconti creò il Vicariato della Montagna all'inizio del XV secolo e per molto tempo, tra il XVII e il XVIII secolo, Velo fu sede del Distretto della Montagna. La storia del paese si identifica completamente con la storia della comunità cimbra che a sua volta si inserì, o meglio si incastonò, perfettamente nel veronese seguendone le sorti. Il tutto perdendo la lingua ma mantenendo le tradizioni.SocietàEvoluzione demograficaAbitanti censiti Geografia antropicaFrazioniLo statuto comunale riporta l'elenco di tutte le cosiddette "contrade" presenti nel territorio di Velo Veronese, ovvero:Alla Croce, al Pezzo, Ba, Baltieri, Battisteri, Belvedere, Bettola, Bortoletti, Bruschi, Brutto, Campe, Camposilvano, Castagna, Ca' Vittoria, Chiarenzi, Collina, Colper, Comerlati, Cordental, Corrè, Covolo, Croce, Croce Lunga, Crudar, Cunek, Foi, Fondi, Fontani, Frulle di Là, Frulle di Qua, Garzon di Sopra, Garzon di Sotto, Laste, Linte, Menarecche, Menotti, Moii, Mulvese, Pozze, Prasecche, Purga, Retz, Riva, Rosaro, Salaorno, Schiavoni, Scrivazzi, Stalla, Stander, Taioli, Taoso, Tecchie, Tezza, Tezze di Sopra, Tezze di Sotto, Tureri, Ucchesi, Valdivelo, Valle, Valsguerza, Vandei, Vanti, Vazzo, Viaverde, Zebari.Luoghi d'interesseChiesa San Giovanni Battista - XVI secoloOpera di Donato di Lugo. All'interno un battistero ottagonale in marmo rosso del 1533. All'esterno, murati nelle pareti, si trovano alcune iscrizioni quattro e cinquecentesche ed esempi altrettanto antichi e belli della scultura popolare dei Lessini. La chiesa è dedicata al culto di san Giovanni Battista, santo particolarmente venerato nella tradizione cimbra.Chiesetta di San Carlo Borromeo - XVII secoloSan Carlo si narra che passò e dimorò a Camposilvano, allora uno dei 13 comuni cimbri, sulla via del Concilio di Trento. Fu costruita nel 1606 è dedicata a Lui anni prima che fosse proclamato santo.FortificazioniRocca del Monte Purga - XIV secoloLa rocca è tuttora visibile in cima al Monte Purga.NaturaCovoloA Camposilvano, si tratta di una grandissima cavità naturale nata da un crollo, totalmente esposta all'esterno, che ha la forma di un quarto di sfera irregolare con le sue misure: largo 70 metri, alto 35 metri e profondo 50 metri. Prima del crollo era una enorme cavità carsica. Nel suo interno ha un microclima di inversione termica, tanto che è possibile avere nevicate estive all'interno del Covolo. La struttura aveva una presenza umana risalente almeno a 50.000/70.000 anni prima di Cristo.Valle delle sfingiUna valle con rocce affioranti lunga quasi un chilometro, ha una serie di monoliti in calcare modellati dalla disgregazione e dall'erosione. Sono allineati sul fondovalle e regolarmente distanziati l'uno dall'altro. Alcuni hanno forme particolari.CulturaIl forte legame fra Velo e la storia dei Tredici Comuni si racchiude nel suo stemma. Lo stemma contiene tredici stelle che rappresentano i comuni originari. Sul suo territorio si trovano tre dei tredici iniziali: Velo, Azzarino e Camposilvano. Il territorio si è visto spopolato dal cambiamento dell'economia di un paio di secoli fa.L'associazione culturale "Le Falie" fondata da Alessandro Anderloni dagli anni novanta ha coinvolto una parte consistente degli abitantiin attività teatrali, musicali e culturali: un coro polifonico, un coro di bambini e una compagnia teatrale che mette in scena opere originali in dialetto veronese, frutto di ricerca della storia e delle tradizioni locali. L'associazione organizza anche le rassegna teatrali e musicali "Velofestival" (estiva) e "I Filò dei Centomila" (invernale).MuseiMuseo GeopaleontologicoA Camposilvano, uno dei sette musei coordinati dalla comunità della Lessinia. È l'evoluzione del museo privato iniziato da Attilio Benetti. Conservava inizialmente fossili e reperti (come l'orso dei covoli di Velo) prevalentemente della zona e della Purga di Velo. Attualmente, con una politica prevalentemente di scambi, custodisce fossili provenienti da tutto il mondo.ManifestazioniVigilia natalizia al Covolo di CamposilvanoFesta del Monte Purga tra luglio ed agostoFesta di San Carlo e dell'emigrante a Camposilvano a metà luglioVelofestival luglio e agostoFesta della ricottaFesta della transumanzaEconomiaAttualmente l'economia si basa su agricoltura e trasformazioni del latte, turismo ed alcune attività artigianali. È stata avviata la coltivazione del grano in alcuni pascoli adiacenti al paese, destinato a produrre il "Pan de Verona".AmministrazioneFa parte della Comunità montana della Lessinia, e dell'area del Parco della Lessinia.Galleria fotograficaNote^ Popolazione residente al 31 dicembre 2011.^ Giancarlo Volpato, Civiltà cimbra. La cultura dei Cimbri dei Tredici Comuni veronesi, Verona, Bi & Gi, 1983, p. 70.^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, Garzanti, 1996, p. 691.^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012.^ Comune di Velo Veronese - Statuto.^ amministratori.interno.it - 1985. URL consultato il 22 dicembre 2013.^ amministratori.interno.it - 1990. URL consultato il 22 dicembre 2013.^ amministratori.interno.it - 1995. URL consultato il 22 dicembre 2013.^ amministratori.interno.it - 1999. URL consultato il 22 dicembre 2013.^ amministratori.interno.it - 2004. URL consultato il 22 dicembre 2013.^ amministratori.interno.it - 2009. URL consultato il 22 dicembre 2013.BibliografiaVoci correlateComunità montana della LessiniaAltri progetti Commons contiene immagini o altri file su Velo VeroneseCollegamenti esterniSito dedicato a Camposilvano e dintornisito locale molto ricco di informazioni, tradizioni e storia[1]

Cosa vedere