Immagine non disponibile
Punto di Interesse

Museo didattico - artistico "G. Leopardi" del Centro nazionale di studi leopardiani

Immagine non disponibile. Copyright Altrama Italia SRL
Via Monte Tabor, 2, Recanati, (Macerata)
Il Centro Nazionale di Studi Leopardiani è nato nel 1937 con la finalità di diffondere l'opera di Giacomo Leopardi in Italia e nel mondo. Oltre ad una biblioteca è costituito da un Museo articolato in tre sezioni fondamentali: una prima comprende un excursus bio-bibliografico sul Poeta che presenta documentari relativi alla sua città, alla famiglia, alla vita e all'ambiente in cui visse. Una seconda sezione raccoglie alcune delle opere pittoriche e grafiche di proprietà del Centro ispirate al Poeta. Una terza sezione ospita mezzi audiovisivi per una presentazione del Leopardi più originale e gradita ai giovani. La caratteristica principale del Museo è quella di offrire una visione del Poeta immersa nell'ambiente culturale del suo tempo. La Biblioteca si compone di circa quindicimila scritti tra libri, recensioni, riviste e miscellanee che costituiscono una raccolta critica esclusiva sulla produzione leopardiana che inizia con le prime edizioni a stampa del Poeta. Ultimamente sono stati aggiunti una saletta audiovisivi ed un archivio fotografico con circa tremila riproduzioni fra fotografie a colori, in bianco e nero e diapositive. È ora possibile l'accesso alla sommità del colle dell'Infinito, tramite un passaggio che si trova nel museo.L'itinerario museale, che si sviluppa in dodici sale, racconta la lunga storia religiosa e devozionale della comunità cristiana di Recanati.
Il Museo conserva opere e suppellettile ecclesiastica, provenienti dalla Concattedrale di San Flaviano e da altre chiese del territorio diocesano. 

Recanati

Recanati

Recanati sorge sulla cima "dell'ermo colle" cantato dal suo figlio più illustre, il poeta Giacomo Leopardi. Una visita alla città non può prescindere pertanto dai "Luoghi Leopardiani": la casa natale del poeta, Palazzo Leopardi, con...