• Seguici sui nostri social
  • facebook
  • twitter
  • instagram
Comune

Pozzoleone

Pozzoleone, (Vicenza) Tempo di lettura: circa 3 minuti
Pozzoleone (Posołeon /posoe'oŋ, posole'oŋ/ in veneto) è un comune italiano di 2.830 abitanti della provincia di Vicenza, in Veneto. Storia Pozzoleone, dalle sue origini fino al 1867 si chiamava "Pozzo" traduzione del latino "Putheum". Il Sindaco di allora, il sig. Benozzati, per distinguerlo da altri paesi dello stesso nome, chiese l'autorizzazione di apporvi l'aggiuntivo odierno. Il 18 agosto del anno sopracitato il re Vittorio Emanuele II in Firenze decretò la trasformazione del nome in Pozzoleone e per tale nome si prese spunto dal sigillo parrocchiale che fin dal medioevo raffigurava un leone accanto ad un pozzo. Di sicuro questo paese esisteva già nel 1262 quando il comune di Vicenza fece un elenco dei villaggi nel suo distretto. Tra le 46 ville facenti parte del quartiere di Santo Stefano si trovava anche Putheum . Il Comune originariamente si estendeva su un'area paludosa e malsana che, soltanto grazie alla paziente ma costante opera dei Frati Benedettini, poté essere risanata e bonificata. Oggi il terreno è particolarmente fertile ed è ben sfruttato in agricoltura principalmente con prati stabili irrigui che consentono la produzione del formaggio Grana Padano ed Asiago. Nel capoluogo, attualmente si trovano due Chiese. La Chiesa parrocchiale,dedicata a Santa Maria e San Valentino. Al suo interno si trovano il pregevole organo costruito da G.B De Lorenzi nel 1883 e due tele settecentesche attribuibili ai pittori Vicentini Antonio De' Pieri e Costantino Pasqualotto. Nella parrocchia di Pozzoleone si trova un'altra tela settecentesca di grande valore, opera del pittore Bassanese Francesco Trivellini,raffigurante la resurrezione. Distante circa un chilometro dalla parrocchia troviamo un'altra Chiesa (ora sconsacrata) dedicata a San Valentino, costruita dai Frati Benedettini,la quale attualmente purtroppo versa in stato di completo abbandono. Sotto il profilo artistico nel capoluogo è ancora oggi possibile vedere, in via Vittorio Emanuele, la villa seicentesca dei conti Capra, di stile gotico, la quale per trapassi ereditari fu divisa in due blocchi già dal settecento ed è ora di proprietà delle famiglie Carli e Dalla Via. Frazioni Scaldaferro è nota per il presepio che rappresenta fedelmente la scenografia della Palestina nel periodo della nascita di Gesù. Il presepio viene allestito nel santuario mariano che si trova a Scaldaferro. Maggiori informazioni sul santuario e sul presepio sono presenti in questo sito Santuario Mariano di Scaldaferro. Scaldaferro è situata nella parte ovest del territorio comunale e una piccola parte del paese si trova in territorio di altri comuni: Sandrigo e Bressanvido. Il santuario mariano è dedicata a Maria salute degli infermi. Friola si trova nella parte settentrionale del territorio, al confine con i comuni di Nove, Tezze sul Brenta e Cartigliano. Con quest'ultimo comune non c'è un collegamento stradale diretto, ma il confine corre lungo il fiume Brenta. Belvedere è una piccola località tra Friola e Pozzoleone, nella quale si trova la nota Villa Condestaule, restaurata da poco, un interessante edificio appartenuto ai Benedettini e ora tornato di nuovo splendente Fiera di San Valentino Importante nel paese di Pozzoleone è la Fiera di San Valentino, una delle più note della provincia. le origini di questa festa si ricavano da un documento del 1517 quando l'allora parroco don Gianantonio Priante, tra le sue carte notarili lasciò anche una specie di rendiconto delle entrate e uscite di quell'anno e in una delle voci compare anche la conta dei soldi spesi per la festa, tra i quali spiccano 2 troni e 10 marchetti per il pesse per la festa de S.Valentin e 3 troni per il pan per dita festa. la fiera fino al 1955 si svolgeva attorno all'antica chiesetta di San Valentino situata a nord del paese. Dal 1956 la fiera si è trasferita nel centro del paese e si svolge in febbraio nella domenica prima e nella domenica dopo il giorno di San Valentino. È comunque facile immaginare come, nei secoli scorsi, venditori ambulanti vendessero ai pellegrini che qui giungevano per pregare davanti al quadro del santo, cibarie e rudimentali attrezzi agricoli. Altri vendevano oggetti di vimini e c'era perfino chi, partendo con la carriola dalla Bassa Padovana, giungeva fin qui per vendere fave cotte. Sulle bancarelle si potevano trovare anche i lacci di ramo di salice per legare le viti giacché, proprio in questi giorni iniziava la potatura. tuttora questa manifestazione è una grande mostra mercato di attrezzi e macchine agricole,auto, animali, attrezzature campionarie, attrezzi d'epoca e con oltre 300 bancarelle da far cornice. Non mancano inoltre spettacoli, ballo liscio e numerosi stand gastronomici. Sagre e altre manifestazioni Marcia "La Brentana", si svolge in aprile. Sagra paesana di Friola, si svolge a fine maggio. Festa Paesana di Pozzoleone, si svolge nella terza settimana di giugno. Gara di tiro al piattello a Pozzoleone, si svolge a metà luglio. Società Evoluzione demografica Abitanti censiti Amministrazione Gemellaggi Ennistymon Schimatari Note ^ Comune di Pozzoleone - Statuto. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012. ^ Fonte: ISTAT - Bilancio demografico al 31/08/2010 [1]. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012. ^ Fonte: ISTAT - Unità amministrative, variazioni territoriali e di nome dal 1861 al 2000 - ISBN 88-458-0574-3

Ci spiace, non siamo in grado di mostrarti nulla di bello.

Se vuoi suggerirci un luogo da visitare, un evento o se vuoi raccontarci una storia su Pozzoleone, scrivi una email a info@viaggiart.com