• Seguici sui nostri social
  • facebook
  • twitter
  • instagram
Comune

Popoli

Popoli, (Pescara) Tempo di lettura: circa 6 minuti
Popoli (anticamente Pagus Fabianus) è un comune italiano di 5.305 abitanti della provincia di Pescara in Abruzzo. Geografia Il territorio comunale fa parte della Comunità montana della Maiella e del Morrone. Clima Storia Nell'800 d.C. Popoli è ricordata come l'antico borgo di Pagus Fabianus. Nel 1269 Carlo I d'Angiò diede Popoli come feudo ai Cantelmo che lo tennero con il titolo ducale fino al 1749. Popoli era un tempo chiamata la chiave dei tre Abruzzi, in quanto tappa obbligatoria tra il litorale e le zone interne, fra Firenze e Napoli, fra Roma, Bussi e la val Pescara fino al secondo dopoguerra. Popoli era la più grande fortezza dei domini dei Cantelmo in Abruzzo, a guardia delle valli dell'Aterno, della valle del Sagittario e della valle del Pescara. Il feudo passò poi ai principi di Montemiletto (Leonardo di Tocco) fino al 1806, quando nel Regno di Napoli venne abolità la feudalità. Durante la seconda guerra mondiale Popoli fu bombardata due volte dalla Royal Air Force, il 20 gennaio 1944 fu distrutto il ponte sul fiume Pescara sulla strada Roma-Pescara, poi il 22 marzo dello stesso anno fu distrutto il centro cittadino e molti abitanti furono uccisi. Onorificenze Monumenti e luoghi d'interesse Taverna Ducale (XIV secolo); Chiesa di S. Francesco (XV secolo); Chiesa dei SS. Lorenzo e Biagio (XVI secolo); Chiesa della SS. Trinità (XVI secolo); Castello Cantelmo: Il Castello di Popoli è una costruzione realizzata a scopo difensivo nel X secolo, tra Il 970 e il 1016 per il volere dei vescovi di Valva, diocesi a cui era soggetta Popoli. Situato a 485 metri sul livello del mare, rappresentava uno dei primi Castelli della Valle Peligna e di fondamentale importanza visto il ruolo che Popoli avrebbe assunto negli anni a seguire, in qualità di "Chiave dei tre Abruzzi". Il castello aveva una struttura a pianta triangolare con tre torri, il tutto circondato da una doppia fila di muro attorniato dal fossato. Nel 1269 passò ai Cantelmo che seppur mantennero il feudo di Popoli fino al XVIII secolo, deciso di abbandonare una volta che fu costruito il Palazzo Ducale in città verso la fine del Quattrocento. Da allora, è rimasto abbandonato fino al 1997, anno in cui l'amministrazione comunale decise di attuare un restauro. È possibile osservare il Castello anche di notte, grazie all'installazione di un impianto di illuminazione che crea uno scenario molto suggestivo. Riserva naturale Sorgenti del Pescara La riserva, istituita nel 1986, riguarda le sorgenti della Pescara le cui acque fuoriescono da quattro caverne e formano un laghetto chiamato Capo Pescara, le cui acque sono di eccezionale purezza. La limpidezza delle acqua permette l'attività fotosintetica fino a 4-5 metri di profondità, ovvero fino ai punti più profondi. Tra la vegetazione ricordiamo la cannuccia di palude, la lenticchia d'acqua, la tifa e il giglio d'acqua. Lungo le sponde vi crescono salici e pioppi. Riguardo alla fauna, si possono trovare la trota fario, la salamandra pezzata, il tritone crestato, la gallinella d'acqua, la folaga e il tuffetto. La riserva, estesa su una superficie di 49 ettari e contornata da 89 ettari di protezione esterna, ha ottenuto il riconoscimento dell'Unione Europea come sito d'importanza comunitaria. La pressione antropica minaccia la bellezza del posto, di notevole interesse paesaggistico e faunistico. La riserva è tagliata in due dal cavalcavia dell'autostrada e dalla ferrovia Pescara-Roma; si aggiunga anche l'attuale sfruttamento di una cava (Colle Pizzuto), visibile a chi discende la statale che collega L'Aquila a Popoli, o la strada comunale tra San Benedetto in Perillis e il comune di Popoli. Nonostante tutto ciò la riserva di Capo Pescara rimane un posto unico nel suo genere. Terme di Popoli Le terme di Popoli sono un centro termale riabilitativo con trattamento nelle acque e nei fanghi sulfurei del luogo. Evoluzione demografica Abitanti censiti Cultura Persone legate a Popoli Giacomo Cantelmo (Pettorano, 1645 - Napoli, 1702), cardinale e arcivescovo di Napoli. Alfonso Colarossi-Mancini (Scanno, 1859 - Popoli, 1927), Cavaliere di Gran Croce del Regno d'Italia, storico abruzzese e sovrintendente onorario alle antichità e belle arti. Francesco Contaldi (Popoli, 1865 - Sulmona, 1903), notaio, giornalista e poeta. Corradino D'Ascanio (Popoli, 1891 - Pisa, 1981), ingegnere meccanico, inventore della Vespa e dell'elicottero. Cesare Giarratano (Popoli, 24 luglio 1880 - Lucca, 9 luglio 1953), latinista. Giuseppe Paolini (Popoli, 1861 - Gorizia, 1924), tenente generale dell'esercito Italiano fu l'ufficiale più decorato d'Italia. Eventi Certame de la Balestra Ogni anno la città di Popoli è teatro della rievocazione storica rinascimentale ispirata alle vicende della famiglia Cantelmo, signori della cittadina per secoli, ed in particolare ad una delle sue figure più famose e discusse, quella di Restaino Cantelmo, quattordicesimo signore e settimo Conte di Popoli. Il personaggio Restaino è stato probabilmente il più turbolento dei rappresentanti della sua famiglia: bellicoso e astuto, coraggioso e spietato, ma sempre fedele alla Corona di Spagna. La sua riconosciuta abilità di combattente e di condottiero ed il carattere fiero lo portarono a scontrarsi anche con numerosi personaggi del suo tempo, tra i quali lo stesso re Ferrante I d'Aragona. La manifestazione intende rievocare proprio la riconciliazione con la casa reale d'Aragona attraverso l'incontro tra Restaino e Alfonso d'Aragona, figlio del re e futuro monarca, avvenuto il 22 novembre 1485 a Popoli. Il Certame de la Balestra inteso come manifestazione si compone di più momenti, la Sfilata Storica, il Cambio della Guardia ed il Certame vero e proprio. La sfida si svolge tra i Capitani aiutati da balestrieri ed arcieri di loro fiducia in una gara di tiro con la balestra e con l'arco, che alla fine farà ricevere, dalle mani della Contessa Diana Lalle Camponesco, il Palio al capitano del quarto vincitore. La manifestazione è preceduta da altri eventi di contorno. Feste dei Quarti A partire dal lunedì della settimana del Certame de la Balestra i quattro quarti (le quattro zone principali nelle quali è divisa la città di Popoli) di giorno in giorno si preparano per il giuramento di fedeltà del loro capitano, la designazione della squadra di tiro e, a seguire, i festeggiamenti. I Quarti sono: Quarto d'Attoia - il quarto d'Attoia va dalla zona ai piedi della collina del castello fino alla collina prospiciente oltre il fiume Pescara. Prende il nome dalla chiesa di Santa Maria d'Attoja. I colori del Quarto sono il rosso ed il verde con in mezzo una fontana, simbolo del quarto, prima che fossa distrutta dai bombardamenti dell'ultimo quarto; Quarto di Castello - il quarto di Castello è la zona di espansione del Quarto di Castello, abitato perlopiù da pastori e cacciatori. I colori del Quarto sono il blu e il rosa sovrastati da un falco, simbolo del quarto perché quest'ultimo ospitava un fosso naturale dove i falchi costruivano i loro nidi; Quarto di Sant'anna; Quarto di Torre dell'Aia. Dies Nundinarum Dopo le quattro serate dedicate alla parata dei quarti con i giuramenti di fedeltà dei relativi capitani, nel giorno che precede il Certame de la Balestra nel borgo antico di Popoli si svolge il mercato Dies Nundinarum, la fedele rievocazione rinascimentale in notturna della tradizionale fiera di San Lorenzo. Nel suggestivo cortile del rinascimentale Palazzo Cantelmo, durante il Dies Nundinarum, si svolge la cena in costume e con menù tipico rinascimentale del Desinar co lo Conte, secondo le regole dell'antico modo di mangiare. Sagra del gambero e della trota La sagra del gambero e della trota è un evento culinario che si tiene il 15 di agosto. Amministrazione Gemellaggi Popoli è gemellata con: Jarny Ozorków Sport Manifestazioni sportive estive Durante il mese di luglio, l'associazione sportiva dilettantistica USACLI La Sorgente, con sede in via Cavour, organizza presso l'impianto sportivo parrocchiale Franco Pasta in via Don Bosco, diversi tornei di calcetto per tutte le fasce di età e sesso. Si inizia, solitamente, con il Memorial Franco Pasta - Arnaldo Forcucci, aperto ad atleti di età compresa tra i 15 e 50 anni, che, di fatto, rappresenta il torneo principale ed è tra i più competitivi della provincia. A seguire, i tornei under 10 (denominato "piccoli campioni"), under 17 (denominato "giovani promesse"), ed infine il torneo di calcetto femminile. GS Pallacanestro Popoli Nata nel 1968, la GS Pallacanestro Popoli vanta una grande tradizione nel basket e molti appassionati a seguito, ed ha sempre disputato i campionati di Serie C2 e Serie D. Calcio La squadra locale è il Popoli Calcio, i colori sociali sono il rosa e il nero e attualmente milita in Prima Categoria abruzzese. Negli anni trenta ha disputato anche tre campionati di Serie C. Cronoscalata Svolte di Popoli La cronoscalata delle Svolte di Popoli, valida per il trofeo TIVM Nord - Sud (Trofeo italiano velocità montagna - NORD e SUD), è una corsa automobilistica in salita che si svolge il [15 agosto] ed è organizzata dall'associazione sportiva locale ASD Svolte di Popoli. Galleria immagini Note ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 ottobre 2010ù3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012. ^ Taverna Ducale - La Taverna Ducale ^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012. ^ a b Comune di Popoli (PE) - Rete Civica ufficiale, 30 settembre 2008. URL consultato il 20 maggio 2010. Voci correlate Stazione di Popoli-Vittorito Altri progetti Commons contiene immagini o altri file su Popoli Collegamenti esterni Certame de la Balestra Gruppo Storico Città di Popoli

Cosa vedere