Comune

Orvinio

Orvinio, (Rieti)
Orvinio è un comune italiano di 470 abitanti della provincia di Rieti, in Lazio, che si erge su di un colle attorno al suo imponente Castello appartenente al Casato dei Marchesi Malvezzi Campeggi.Geografia fisicaTerritorioSituato a 840 metri s.l.m., sulle propaggini settentrionali dei monti Lucretili, è il più alto centro abitato del Parco dei Monti Lucretili.ClimaClassificazione climatica: zona E, 2894 GR/GStoriaL’origine dell’antica Orvinium viene fatta risalire al periodo in cui i Siculi occupavano la Sabina.Successivamente fu città degli Aborigeni, ricordata dagli antichi storici romani per essere un centro di grande fama, dominato da un tempio dedicato alla dea Minerva.L’antica città di Orvinium fu completamente distrutta prima dell’anno mille. Successivamente prese il nome di “Canemortem”, da cui Canemorto, nome che conservò fino al 1863.Il borgo medievale, da cui si accede attraverso il grande arco , conserva ancora il suo antico fascino.Per molti secoli rimase sotto il dominio dei monaci Benedettini di Santa Maria del Piano, nel XVI secolo divenne prima feudo della famiglia Orsini e poi della famiglia ducale dei Muti. Dopo il 1625 passò ai Borghese che ne divennero duchi. Nell’800 Orvinio fece parte dello Stato Pontificio e fu sede di Governo e residenza del Governatore.Monumenti e luoghi di interesseArchitetture religioseChiesa di Santa Maria dei Raccomandati (XVI secolo);Chiesa di San Giacomo (sconsacrata, del 1614);Chiesa di San Nicola di Bari (edificata nel 1842 su una precedente del XVI secolo);Castello Malvezzi;Santuario di Vallebona (XIII secolo);Abbazia di Santa Maria del Piano in Sabina.Architetture militariCastelloAree naturaliParco regionale naturale dei Monti LucretiliSocietàEvoluzione demograficaAbitanti censiti Lingue e dialettiL'idioma ufficiale parlato è la lingua italiana. Esiste però, come dialetto locale, il dialetto orviniese.Il dialetto orviniese è un Dialetto sabino che rientra nella cerchia dell'italiano centrale, conosciuto anche come italiano mediano, un raggruppamento linguistico di una serie di dialetti della lingua italiana con caratteristiche fonetiche e sintattiche comuni.Oltre al gruppo Sabino fanno parte dell'Italiano centrale anche il gruppo Romanesco e il gruppo Umbro-Marchigiano.Il Dialetto sabino comprende, oltre alla parlata dell'area Sabina stessa, i dialetti del Cicolano, del Reatino, della Valle del Velino, della conca di Amatrice e dell'Aquilano fino a Paganica.Natale (Natalino) Forte (Orvinio 25/12/1926 - Roma 27/12/2011), apprezzato dirigente del Ministero delle Finanze prima e scrittore e poeta poi, ha scritto e pubblicato tre libri in cui cerca di far rivivere, con successo, aneddoti, modi di dire e poesie interamente scritte o tradotte in dialetto orviniese.Addó só natu (2005)Trilussa in dialetto orviniese (2009)L'Inferno dantesco. 15 Canti tradotti in dialetto orviniese (2011)AmministrazioneNel 1923 passa dalla provincia di Perugia in Umbria, alla provincia di Roma nel Lazio, e nel 1927, a seguito del riordino delle Circoscrizioni Provinciali stabilito dal regio decreto N°1 del 2 gennaio 1927, per volontà del governo fascista, quando venne istituita la provincia di Rieti, Orvino passa a quella di Rieti.Altre informazioni amministrativeFa parte della XX Comunità Montana dei Monti SabiniFa parte dell'Unione dei Comuni "Alta Sabina"NoteVoci correlateMonti LucretiliParco regionale naturale dei Monti LucretiliAltri progetti Commons contiene immagini o altri file su OrvinioCollegamenti esterniXX Comunità Montana dei Monti Sabinisito comune di Orviniosito pro loco di OrvinioOrvinio sul sito dei borghi più belli d'Italia

Ci spiace, non abbiamo ancora inserito contenuti per questa destinazione.

Puoi contribuire segnalandoci un luogo da visitare, un evento oppure raccontarci una storia su Orvinio. Per farlo scrivi una email a redazione@viaggiart.com