Destinazioni - Comune

Mistretta

Luogo: Mistretta (Messina)

Dove si trova Mistretta

Mistretta è a circa 1000 metri sul livello del mare e fa parte integrante del Parco Regionale dei Nebrodi. Anzi, ne è la porta d’ingresso occidentale.

Mistretta è detta la "Sella dei Nebrodi" a causa della sua conformazione. 

Conosciuta dagli storici greci e latini Mistretta è stata fin dalle sue origini, per la sua posizione dominante, un punto di riferimento e di passaggio tra il massiccio centrale della Sicilia e il Tirreno per mercanti e soldati. 

Mistretta: un po' di storia

Gli arabi costruirono il nucleo originario della Fortezza i cui ruderi dominano tuttora la cittadina; in seguito i Normanni l’ampliarono e l’abbellirono.

Nel 1282 i cittadini di Mistretta parteciparono ai Vespri Siciliani e i re aragonesi la inserirono tra le città demaniali con il titolo di “Imperialis”. Mistretta ebbe così un posto nel Parlamento del Regno. Da quel momento la città subì la stessa sorte del resto della Sicilia, dominata dai Re di Castiglia e d’Austria, dai Borboni e dai Piemontesi, sottomessa a feudatari senza scrupoli, da cui riuscì a riscattarsi con enormi sacrifici.

Il patrimonio artistico di Mistretta

Vari i monumenti di Mistretta, tra cui troviamo Porta Palermo, imponente arco d’ingresso della città, circondata da cinta murarie elemento di protezione da eventuali attacchi esterni. Ci sono poi i Palazzi: Palazzo Tita (1885), sito nel Quartiere della SS. Trinità con la facciata in stile bugnato e arricchita da putti scolpiti da Noè Marullo, e il portale impreziosito con meduse e mostri marini; Palazzo Salamone-Giaconia (1600) ristrutturato nel 1865, si affaccia sulla Piazza Concordia, totalmente in muratura, con un alta scala in monoblocchi di pietra arenaria; Palazzo Russo (1775), con portale ad arco a tutto sesto in pietra arenaria con alla sommità l’aquila rampante dello stemma nobiliare., al’interno una loggia che risale sicuramente ad un’epoca precedente.

Le Chiese di Mistretta

La chiesa di San Giovanni, la chiesa Madre Santa Lucia è stretta da due torri con un portale seicentesco in pietra, all'interno: stili architettonici diversi e preziose opere dei Gagini, Santa Caterina.

Museo Regionale delle Tradizioni Silvo-pastorali “Giuseppe Cocchiara”

Vi sono documentati cicli produttivi, le attività lavorative e artigianali, nonché le forme complessive di cultura, tanto materiale quanto “volatile”, espresse nei contesti agro e silvo-pastorale.

Festa del patrono San Sebastiano 20 gennaio, festa estiva il 18 agosto.

 

VISITA MISTRETTA: CONTROLLA LA DISPONIBILITÀ E PRENOTA UNA CAMERA

Immagine descrittiva - BY Di Francesco Saverio Modica - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=21716888 c

Consigli di viaggio