Comune

Fucecchio

Fucecchio, (Firenze) Tempo di lettura: circa 8 minuti
Fucecchio (pronuncia: Fucécchio, /fu'ʧekkjo/) è un comune italiano di 23.496 abitanti della provincia di Firenze in Toscana, nel Valdarno inferiore.Geografia fisicaIl Comune si trova sulla riva destra del fiume Arno, al confine tra le province di Firenze, Pisa, Lucca e Pistoia e vicino all'area umida del Padule di Fucecchio.Il suo territorio ricopre una superficie 65 km², mediamente sui 25 m s.l.m.; il paese si estende in parte adagiato su di un colle, che fin dall'antichità ha preso il nome di "Poggio Salamartano”, e per la maggior parte nella zona pianeggiante che si trova alle sue pendici.Distante circa 45 chilometri da Firenze e 38 da Pisa, inserito nel Comprensorio del Cuoio, confina a nord con i comuni di Chiesina Uzzanese e di Ponte Buggianese, a est con i comuni di Larciano e Cerreto Guidi, a sud con il Comune di San Miniato e a ovest con i comuni di Santa Croce sull'Arno, di Castelfranco di Sotto e di Altopascio.Classificazione sismica: zona 3S (sismicità medio-bassa), Ordinanza PCM 3519 del 28/04/2006Classificazione climatica: zona D, 1728 GGDiffusività atmosferica: media, Ibimet CNR 2002StoriaAttraverso Fucecchio transitava l'antica Via Francigena. Nel Medioevo perciò la località crebbe notevolmente in relazione al percorso che da Roma conduceva verso la Francia ed i Cammini di Santiago e viceversa. Il Francigena attraversava l'intero Valdarno, da sud dell'Arno cioè da Borgo San Genesio, in direzione nord-ovest, verso Ponte a Cappiano, Altopascio, Porcari e Lucca. Nell'itinerario di Sigerico, Fucecchio rappresentava la XXIII tappa (Mansio), insieme alla vicina Ponte a Cappiano e la località era definita dall'Arcivescovo di Canterbury Arne Blanca.Il 23 agosto 1944 le frazioni di Querce e Massarella furono tra le località colpite dall'eccidio del Padule di Fucecchio nel quale i nazi-fascisti uccisero un totale di 174 civili (di cui uno solo partigiano).OnorificenzeToponimoIl toponimo è attestato per la prima volta nel 1027 come "Ficiclo", "Ficecli" e "Ficecchio" e deriva dal latino ficetulum col significato di "bosco di piante di fico, luogo dei fichi".GemellaggioNel 2009 nasce in Francia Nogent-Italia l'associazione per rafforzare i rapporti tra la città di Nogent-Sur-Oise e alcuni comuni italiani tra cui il comune di Fucecchio. Due delegazioni francesi composte da studenti e insegnanti nel 2010 hanno visitato Fucecchio nelle settimane in cui si è svolto il Palio. Nel 2014 è stato siglato a Nogent sur Oise il gemellaggio tra i 2 comuniMonumenti e luoghi d'interesseArchitetture religioseCollegiata di San Giovanni Battista, documentata fin dall'XI secolo, venne completamente rifatta nel Settecento con la sua alta facciata, mai completata. Il vasto interno, ad aula unica, è in stile neoclassico.Abbazia di San Salvatore, eretta nel 1001 presso l'oratorio di San Salvatore, fondato dal conte Cadolo presso l'Arno nel 986. L'oratorio ospita dipinti di Giorgio Vasari.Oratorio della Madonna della Ferruzza, piccola chiesa situata a metà costa della pendice occidentale del colle su cui sorge la parte medievale del paese. Conserva all'interno un pregevole affresco quattrocentesco di autore ignoto. L'entrata principale è sormontata da un portico romanico a tre arcate, a cui si accede mediante una scalinata in pietra, a fianco della quale si può osservare un antico lavatoio pubblico.Chiesa di Santa Maria delle Vedute, che conserva dal 1730 l'immagine ritenuta taumaturgica della Vergine Santissima delle Cerbaie delle Vedute.Convento della VergineArchitetture civiliPalazzo della Volta, del XIV-XVIII secolo, attualmente sede della fondazione "Montanelli Bassi".Palazzo Corsini, situato nel centro antico e anticamente parte della Rocca, presso il quale venne ritrovato un pezzo degli scacchi, probabilmente una regina, databile tra la fine del Trecento e la prima metà del Quattrocento], forse appartenente ad una serie in uso ai soldati che per tutto il XIV secolo sorvegliarono la Rocca.Palazzo del PodestàFattoria Corsini, che ospita il museo cittadinoVilla Il CastelluccioAltro"Monumento a Giuseppe Montanelli", posto nella centralissima piazza Montanelli, fu inaugurato il 17 luglio 1892 ad opera del professor Raffaello Romanelli.Montanelli è rappresentato in piedi, con il braccio destro al collo, in ricordo della battaglia di Curtatone e Montanara, con un plico nell'altra mano, appoggiato su una pila di libri, immagine che ha dato origine al soprannome "Ca'a 'libri".SocietàEvoluzione demograficaAl termine dell'anno 2007 la popolazione totale si attestava intorno ai 22.668 abitanti, di cui il 73% residente nel capoluogo. La frazione con il maggior numero di residenti è S.Pierino con l'8,6% della popolazione. In ottica generale, si è assistito a due ondate di rapida crescita demografica, la prima dal 1965 al 1979 ha consentito alla popolazione residente di raggiungere quota 20.000 abitanti. La seconda, a partire dal 1994, dopo un luogo periodo di stabilità, è rappresentata dal fenomeno migratorio dai paesi stranieri.Abitanti censiti Etnie e Minoranze StraniereSecondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 3.726 persone.Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano: Cina 1.502 6,39% Albania 883 3,76% Marocco 359 1,53% Senegal 250 1,06%CulturaMuseiMuseo di Fucecchio, con reperti archeologici e storici della zona.BibliotecheNell'antico "Palazzo Volta", ha sede la "Fondazione Montanelli Bassi", costituita nel 1987 per volontà di Indro Montanelli. La Fondazione ha come scopi principali quello di conservare, valorizzare ed estendere il patrimonio della biblioteca locale, ma anche di promuovere ricerche e pubblicazioni sulla storia, la cultura e l'immagine del Comune di Fucecchio.RicercaA Fucecchio è presente una sezione locale, fondata nel 1946, dell'associazione Fratres. Dal 1981 al 1998 è stata presieduta da Luigi Cardini, che dal giugno 2003 è stato eletto Presidente Nazionale.StampaA Fucecchio ha sede la rivista trimestrale Erba d'Arno, che tratta di argomenti letterari e culturali, con testi inediti di autori contemporanei.Persone legate a FucecchioGiuseppe Montanelli (scrittore e politico)Indro Montanelli (scrittore e giornalista)Enrico da Fucecchio (Vescovo di Luni)Pietro Igneo (Vescovo di Albano, visse a Fucecchio dal 1068 al 1072)Graziano Salvadori (attore e cabarettista)Manuela Falorni, nota come "la Venere bianca" (pornostar)Alessandro Lambruschini (ex atleta, campione europeo dei 3000 siepi nel 1994)Simone Buti (giocatore di pallavolo della nazionale)Geografia antropicaSuddivisioni storicheA partire dal 1980 per la disputa del Palio di Fucecchio, il territorio del comune è stato suddiviso in 16 contrade, tenendo conto delle tracce storiche esistenti, per opera di Adriano Lotti.Contrada BiagioniContrada BorgonovoContrada BottegheContrada CappianoContrada FerruzzaContrada GallenoContrada Le VeduteContrada MassarellaContrada Porta BernardaContrada Porta RaimondaContrada QuerceContrada QuerciolaContrada SamoContrada San PierinoContrada Sant'AndreaContrada TorreFrazioniIl territorio comunale è diviso in varie frazioni Botteghe, Galleno, Le Vedute, Massarella, Pinete, Ponte a Cappiano, Querce, San Pierino e Torre.GallenoIl centro della frazione sorge sulla Via Francigena, e proprio ad essa deve il suo sviluppo in età antica, infatti durante il Medioevo i mercanti che la percorrevano erano soliti sostare nel borgo. I primi documenti risalenti all'XI secolo, indicano Galleno come un piccolo borgo, nel 1113 passò sotto la signoria del Vescovo di Lucca. A partire dal 1284 si sottomise al comune di Fucecchio. A Galleno si trova un tratto di circa 800 metri dell'antico selciato in ottimo stato di conservazione. Nel 1993 è stato fondato il comitato civico Pro Via Francigena, ingranditosi anno dopo anno, grazie ad alcuni volontari, oggi l'associazione si occupa della manutenzione del tratto, e dell'accoglienza dei pellegrini.Le VeduteSi erge sopra l'abitato di Ponte a Cappiano, fin dal Medioevo fu luogo di venerazione, per la presenza di un'immagine della Vergine, trasferita nel 1730 nel capoluogo.MassarellaAnticamente chiamata “Massa Piscatoria”, è citata per la prima volta nel 998 per la presenza della Pieve di S.Maria. Dopo essere passata, intorno al mille, sotto il potere dei Conti Cadolingi, fu in parte venduta nel 1113 al Vescovo di Lucca, dopo l'estinzione della dinastia cadolingia. Intorno al 1200 si dotò di un proprio statuto e di mura fortificate, per garantirsi autonomia e protezione, tuttavia nel 1309, con il consenso del comune di Lucca, chiese e ottenne di unirsi sotto Fucecchio. Tra il 1320 e il 1328, come tutto il territorio fucecchiese, divenuto rifugio di famiglie guelfe scappate da Lucca, fu distrutta da Castruccio Castracani, che cancellò anche tutti gli atti amministrativi esistenti. Dopo la furia di Castruccio, Massarella fu colpita da peste e carestia, tantoché fu completamente abbandonata. Intorno al 1523 la frazione iniziò a ripopolarsi, dopoché il comune cedette in affitto l'ex castello.PineteCentro abitato di circa 300 abitanti, Pinete si trova nel cuore delle Colline delle Cerbaie. Presenti attività produttive legate al legname e una scuola per l'infanzia. Da notare la chiesa di San Rocco (patrono di Pinete), portata a termine nel 1950 e oggi facente parte della parrocchia di Galleno. Nel centro abitato si trovava fino al 1990 circa una sorgente d'acqua nota come "Fonte della Salute" la quale era riconosciuta avere effetti benefici e disintossicanti.QuerceSituata ai confini con le province di Lucca e Pistoia, la frazione ospita il Santuario della Madonna della Querce, eretto nel 1639 sulle fondamenta di una chiesa costruita nel IX secolo in seguito alle testimonianze di alcune visioni della Vergine. Nel luogo delle apparizioni si trova oggi una piccola cappella chiamata "la Cellina". Presenti diverse attività produttive, un ufficio postale e la scuola elementare Carlo Lorenzini.San PierinoLa frazione occupa totalmente l'unica parte del territorio comunale situata sulla riva sinistra del fiume Arno. Proprio il fiume è stato per anni la risorsa principale della frazione, i suoi abitanti erano perlopiù pescatori, renaioli e navicellai. Attualmente San Pierino si è notevolmente popolato, frutto dell'espansione edilizia che ha interessato le zone campagnole.TorreI primi documenti esistenti, databili intorno al 1018, indicano la presenza di un piccolo agglomerato di case, chiamato "Villa San Gregorio". Nel XII secolo prese il nome di "Ultrario", “oltre il rio”, in riferimento al rio Ramone che la separa da Ponte a Cappiano. Intorno al 1200 si fortificò con mura e una grande torre, da cui deriva il nome attuale. Nel 1309 si sottomise a Fucecchio, a causa delle povere condizioni in cui gravava.Altre località del territorioUn altro centro abitato che, pur essendo dotato di un toponimo, non gode dello status di frazione ma è degno di essere elencato è quello di Saettino, dove in antichità si ergeva il porto della città.EconomiaFucecchio è un centro commerciale per il mercato dei prodotti agricoli (cereali, olio, vino) ed industriale (industrie chimiche, calzature e pelletterie in genere).Eventi"Infiorata del Corpus Domini", che ha luogo la domenica del Corpus Domini una antica tradizione locale che affonda le radici nella storia del nostro comune ma che era andata persa, ripristinata dalla locale Pro Loco all'inizio dell'ultimo decennio del 1900, si è rapidamente evoluta tanto da far entrare Fucecchio nel novero delle città dell'infiorata, oggi gli infioratori Fucecchiesi sono spesso chiamati in trasferta a realizzare le loro splendide opere in italia e non solo..."Palio delle contrade" che si svolge la penultima domenica del mese di maggio. Durante la mattina dello stesso giorno si tiene una sfilata in costume mentre al pomeriggio il pubblico può assistere ad una corsa di cavalli montati a pelo dai fantini."Marea Festival", iniziato nel 1995, si svolge nell'area chiamata "ex-buca d'Andrea", generalmente tra giugno e luglio. Comprende una manifestazione canora e altre attività collaterali come eventi teatrali, mostre, dibattiti e tornei di basket, beach volley e beach soccer.La "Fiera del Gusto" mostra mercato dei prodotti di norcineria e non solo, un paradiso per i tanti buongustai che ogni anno accorrono il 25 aprile per incontrare l'eccellenza dei produttori locali e non solo che qui si danno appuntamento"Fucecchio alta in festa" festa che come dice il nome viene realizzata nella parte alta della cittadina con molte iniziative, mercatino, fiabe recitate, letture animate, laboratori per bambini, visite guidate ad alcuni siti particolari, mostre temporanee al museo, quadro di infiorata ....AmministrazioneSportCalcioIl gioco del calcio ha una lunga tradizione: nel 1903 venne fondata la prima squadra di calcio, che con il nome di "Saffa Fucecchio" arrivò alla serie C negli anni trenta, e di nuovo, con il nome di "Vigor Fucecchio" negli anni quaranta. Negli anni ottanta giocò nel Campionato Interregionale, ma a causa dei debiti terminò la propria attività nel 2004.Nello stesso anno è nata l'A.C. Fucecchio A.S.D., che dalla Terza Categoria ha ottenuto la promozione in Prima Categoria.Attualmente milita nel girone B toscano di 1ª Categoria.Il campo di gioco è lo stadio "Filippo Corsini".Nella frazione di Ponte a Cappiano è presente la società calcistica Ponte a Cappiano F.C., rinata dalle ceneri della Cuoiopelli Cappiano R.Personalità sportive legate a FucecchioAlberto Bachi (ex pallavolista di A1, e della nazionale)Marco Bracci (ex pallavolista di A1, e della nazionale)Simone Buti (pallavolista dell'Gabeca Pallavolo)Luca Cecconi (ex calciatore di serie A e allenatore)Riccardo Cenci (ex calciatore della Lazio)Giovanni Ferradini (ex calciatore di serie A)Alessandro Lambruschini (atleta – campione europeo e bronzo olimpico)Vittorio Magni (ex ciclista)Secondo Magni (ex ciclista)Moreno Roggi (ex calciatore di serie A)Luca Scinto (ex ciclista gallenese)Andrea Tafi (ex ciclista)Note^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.^ Cfr. la voce Fucecchio nel Dizionario d'ortografia e di pronunzia: [1].^ Brevetto. URL consultato il 04-11-2012.^ Repetti, E. Dizionario Geografico Fisico Storico della Toscana^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012.Voci correlatePadule di FucecchioComprensorio del cuoioPalio di FucecchioVia FrancigenaStazione di San Miniato-FucecchioErba d'ArnoItinerario di SigericoAltri progetti Commons contiene immagini o altri file su FucecchioCollegamenti esterniFucecchio in Open Directory Project, Netscape Communications. (Segnala su DMoz un collegamento pertinente all'argomento "Fucecchio")separatore

Cosa vedere