. c
Visita guidata

Visite Guidate Autunno Medioevo

corso Pietro Vannucci, 19, Perugia 24/11/19
fino a lunedì 06 gennaio 2020

VISITE GUIDATE alla Mostra L’AUTUNNO DEL MEDIOEVO IN UMBRIA. Cofani nuziali in gesso dorato e una bottega perugina dimenticata", a cura di Andrea De Marchi e Matteo Mazzalupi
GALLERIA NAZIONALE DELL’UMBRIA (21 settembre 2019- 06 gennaio 2020)

Dedicate al pubblico degli adulti, il sabato o la domenica alle 17.30.
La visita guidata alla mostra avrà durata di circa un’ora e mezza e sarà svolta dal personale interno del museo e/o dai partner Sistema Museo e Atlante Servizi Culturali.

La nostra immagine del Medioevo è affidata soprattutto a pale d’altare e cicli di affreschi di destinazione religiosa, solo con grande difficoltà è possibile ricostruire la ricchezza degli arredi domestici.
Tra questi i cassoni nuziali, in cui la sposa riponeva le sue doti di vesti e oggetti preziosi, sono fra gli oggetti più raffinati delle lussuose dimore del XIV e XVI secolo. La finalità di questi “cofani” (così venivano chiamati nei documenti) era pratica, ma anche estetica ed economica, quale manifestazione visiva di benessere economico e della politica di alleanze tra nobili famiglie.
Per apprezzarli nei dettagli bisognava chinarsi, ma da lontano dovevano colpire per la straordinaria ricchezza dei materiali preziosi e per la complessità brulicante delle loro figurazioni. A Perugia alcune botteghe si specializzarono nella produzione di tali preziosi manufatti: non dipinti, ma decorati con rilievi in gesso dorato, minutamente incisi con punzoni o con la punta di uno stiletto (la cosiddetta “granitura”), parzialmente coloriti, nei volti e in alcune vesti.
I temi raffigurati spaziano dai semplici motivi animali o vegetali, ripetuti talvolta in modo seriale, a delle vere e proprie narrazioni: cortei e feste nuziali, ma anche episodi tratti dalla mitologia e dalla storia greca e romana, dalla Bibbia, dai romanzi medievali, scelti perlopiù tra quanti meglio richiamavano le virtù tipiche della vita matrimoniale e ne condannavano i vizi.
E così un cassone racconta la storia di Lucrezia, moglie fedele di Collatino che si uccise per non sopportare il disonore, un altro la novella dell'Aquila d'oro, un altro ci racconta scene di fidanzamento o di omaggio galante, temi festosi e leggeri, talvolta maliziosi, decisamente godibili.
Questi pregiati manufatti raccontano frammenti preziosi della vita privata delle nobili famiglie che li avevano commissionati, del loro modo di vivere e di autorappresentarsi, trasportandoci nella cultura figurativa perugina (e non solo) del XV secolo.

Ottobre: 5, 12, 19, 26

Novembre: 2, 9, 17, 24

Dicembre: 1, 8, 14, 21, 28

Gennaio: 5


L’evento gratuito è riservato ai visitatori del Museo con tariffa ordinaria, su prenotazione al numero 0755721009

Potrebbero interessarti