Museo

MUSEO CIVICO ORAZIANO

PIAZZA DEL PALAZZO, 3, Licenza, (Roma) Tempo di lettura: meno di 1 minuto
Il "Museo oraziano" di Licenza, ospitato nel Palazzo Baronale Orsini Borghese, faceva parte di quei numerosi musei civici formatisi dopo l'Unità d'Italia.
La visita è resa agevole dalla presenza di numerosi pannelli didattici, ampiamente illustravi del materiale, della villa di Orazio, della storia del museo e del territorio.
Tra i materiali esposti si segnalano: elementi architettonici in marmo come capitelli corinzi, lastre di rivestimento parietale con decorazioni incise a motivi geometrici, un lacunare di soffitto, pezzo di notevole e raffinata fattura proveniente da uno dei portici, decorato al centro da un cespo di foglie d'acanto tra le quali si alternano ranocchie e piccoli granchi dentro conchiglie; parte di statua maschile a tutto tondo, una delle poche sculture rimaste, destinate probabilmente all'arredo esterno della villa, e materiali vari: fistole acquarie di piombo con i nomi degli Officinatores, lucerne, monete, vasi di ceramica comune, a pareti sottili, in sigillata italica e africana, frammenti di vetri di finestre e di recipienti di vetro soffiato, oggetti di uso quotidiano come spatole, pinzette, aghi crinali in osso, fuseruole, pesi da telaio e oggetti di ornamento personale.
Tra i quadretti con campionature varie di stucchi e pavimenti di laterizio e di mosaico sono esposti, ancora nell'ambiente originario, i numerosi pannelli con frammenti di affreschi.
L'esposizione delle pitture è corredata da una prima ricostruzione grafica dei soggetti raffigurati ed una prima campionatura dei principali motivi decorativi. Si consiglia la visita alla Villa d'Orazio.
Contenuto tratto dal Portale Beni Archeologici e Storico Artistici del Dipartimento VIII - Servizi per la cultura e restauri

Potrebbero interessarti