Comune

Cocquio-Trevisago

Cocquio-Trevisago, (Varese) Tempo di lettura: meno di 1 minuto
Cocquio Trevisago (Cōc Trevisàg in dialetto varesotto) è un comune italiano di 4.813 abitanti della provincia di Varese in Lombardia.Oltre al centro principale, è formato dalle piccole frazioni di Caldana, Cerro di Caldana, S.Andrea e Torre. L'attuale struttura amministrativa risale al 1927, quando il soppresso comune di Trevisago fu aggregato a quello di Cocquio.Importante e storica è la sua stazione, tipica dei paesini di campagna, e la sua immancabile corriera blu, della ditta Maretti fino al 2012 e ora delle Autolinee Varesine, che da anni percorre le strade, la costa e arriva fino a Caldana, per poi proseguire fino al vicino comune di Orino. A Cocquio si trova la sede della protezione civile. A Caldana è sito un asilo che offre servizi oltre che durante l'anno scolastico, anche nel mese di luglio. Sant'Andrea è sede parrocchiale, raggruppante le chiese di Caldana e Cerro.Nel comune è attivo il Museo Salvini, dedicato al pittore Innocente Salvini (1889-1979), presso l'antica attività di famiglia "Molino Salvini". Il mulino presenta ancora una ruota funzionante e due macine per le granaglie. I locali un tempo adibiti a magazzino sono sono ora esposizione per una trentina di quadri opera di Salvini, alcuni di grandi dimensioni.Alcuni luoghi del comune di Cocquio Trevisago sorgono all'interno del Parco Campo dei Fiori, un paesaggio boschivo che offre itinerari e panorami spettacolari.Evento importante per la comunità è "la castagnata", festa delle castagne che si ripete da decenni e organizzata dalla società operaia di mutuo soccorso di Caldana. Con essa oltre alle tradizioni esposte arrivano molti espositori.SocietàEvoluzione demografica653 nel 17511011 nel 1805annessione a Gavirate nel 18091649 nel 1853Abitanti censiti AmministrazioneNote^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 216.^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012.Voci correlateStazione di Cocquio-TrevisagoAltri progetti Commons contiene immagini o altri file su Cocquio-Trevisago

Cosa vedere