Consigli di viaggio - Idee di Viaggio

Costa Viola in Calabria: le spiagge più belle

Scritto da Eliana Iorfida, 19/07/20

Basta fermarsi ad ammirare il tramonto su una delle tante spiagge meravigliose delle sue località per capire come mai questo tratto di Basso Tirreno calabrese si chiami Costa Viola.

Sulle spiagge della Costa Viola le sfumatiure del tramonto hanno qualcosa di inspiegabile e tingono di questo suggestivo colore persino le facciate delle case dei pescatori e dei palazzi nobiliari che si affacciano sul litorale.   

Questo il paesaggio dipinto che accoglie chi visita la punta meridionale della Calabria tirrenica: la Costa Viola, ovvero il tratto di litorale che si estende tra Palmi e Villa San Giovanni, tra le località di mare più spettacolari della regione.

Costa Viola: le località

Siamo in provincia di Reggio Calabria e la Costa Viola, con le sue incantevoli spiagge, lambisce del suo inconfondibile colore l'intero litorale, da Capo Barbi alla rupe di Scilla. Una costa molto variegata, che alterna tratti rocciosi a sabbia fine e piccoli borghi di pescatori incastonati tra scogli e fortificazioni medievali.

Costa Viola - Palmi 

Palmi, "Città della Varia" Patrimonio UNESCO, sorge a ridosso delle pendici del Monte Sant'Elia, che sovrasta un lungo tratto di Costa Viola. I punti panoramici della città sono molti ed è possibile ammirare l'intero tratto tirrenico compreso tra Capo Vaticano e lo Stretto di Messina con le Isole Eolie sullo sfondo.

Per questo, in passato, molti scrittori e poeti hanno definito Palmi una "Terrazza sullo Stretto".

Costa Viola - Bagnara Calabra 

Bagnara è il primo nucleo abitato della Costa Viola di cui si conserva testimonianza. Nacque intorno al 1085, per volere del conte Ruggero d'Altavilla. Nell'odierno Rione Marinella, storico rione di pescatori, sorge una torre risalente al XV secolo, chiamata Torre Aragonese (o di Capo Rocchi, o più semplicemente di Re Ruggero).

Tra le tipicità da gustare, il torrone è certamente il prodotto dolciario più famoso di Bagnara Calabra.

Costa Viola - Scilla 

Qui si intrecciano mito, storia, leggenda e scorci di panorama tra i più belli dell'intera Costa Viola. Il centro storico di Scilla è denominato "San Giorgio", si sviluppa intorno alla Piazza San Rocco, mentre il borgo marinaro di Chianalea è situato sul versante settentrionale della scogliera e si sviluppa con case costruite quasi tutte a ridosso del mare, che le hanno valso il soprannome di "Piccola Venezia del Sud" e l'inclusione tra i "Borghi più belli d'Italia".

Costa Viola: le spiagge

Sabbia, ghiaia e roccia si alternano lungo le spiagge della Costa Viola.

Tutto il litorale è dotato di attrezzature turistiche che rendono perfetto ogni genere di soggiorno, dai campeggi ai villaggi di lusso e per famiglie.

Cala Janculla - Seminara

Cala Janculla, solitaria e inaccessibile, è racchiusa tra due speroni di roccia al centro della Costa Viola. Estrema propaggine del territorio comunale di Seminara, la spiaggetta di sabbia fine e i fondali profondi racchiudono veri e propri tesori tra le falesie, come la Grotta delle Rondini, della Perciata e delle Sirene. 

Marina Grande - Scilla

Più tranquilla è Scilla con la sua Marina Grande, tra le spiagge più caratteristiche della Costa Viola, vero e proprio belvedere sul mare dove si dispiega il lungo arenile ghiaioso che guarda alla sponda opposta di Cariddi, oltre lo Stretto di Messina. 

Cannitello - Villa San Giovanni

Siamo nel tratto "più stretto dello Stretto": in questo punto Calabria e Sicilia sono distanti appena 3,2 km.

In questo tratto di Costa Viola vivono ben 140 specie di pesci, inclusi quelli abissali, spesso trascinati dalle correnti sulla spiaggia. Per gli appassionati di subacquea, Cannitello costituisce un’ottima base per entusiasmanti immersioni tra relitti e fondali unici. 

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Immagine descrittiva - BY  [123rf/monticello] c

Bagnara Calabra

Bagnara è situata a pochi chilometri dallo Stretto di Messina, lungo la cosiddetta Costa Viola. Il primo nucleo abitato di cui si conserva testimonianza...

Altri Suggerimenti

Zungri, la piccola Petra calabrese

Zungri, la piccola Petra calabrese

Ai piedi del Monte Poro, poco distante da Tropea e dalla splendida Costa degli Dei esiste un luogo magico, noto come “Grotte degli Sbariati”, che poco ha da...

Le Persephoni di Bova, tra sacro e profano

Le Persephoni di Bova, tra sacro e profano

Nel borgo calabrese di Bova, durante la Domenica delle Palme, si celebra la sfilata delle Persephoni. Scopri di cosa si tratta!

Curon Venosta, storia di un paese sommerso

Curon Venosta, storia di un paese sommerso

Il campanile che riemerge dal Lago di Resia nello stemma comunale di Curon Venosta, borgo della Val Venosta noto anche come il “Paese Sommerso”, è quello del XIV...

Sicilia araba, da Mazara a Palermo Capitale della Cultura

Sicilia araba, da Mazara a Palermo Capitale della Cultura

Il nostro viaggio alla scoperta dell’arte e delle atmosfere islamiche della Sicilia parte da Mazara del Vallo, prima conquista siciliana in ordine di tempo da parte...

Sul “set” di Pentedattilo, paese fantasma

Sul “set” di Pentedattilo, paese fantasma

Il borgo fantasma di Pentedattilo, uno dei più caratteristici della Calabria grecanica, è ricco di storia e leggende. Scopriamole insieme!

Ammaliati dallo Stretto, tra miraggi e mostri marini

Ammaliati dallo Stretto, tra miraggi e mostri marini

Luogo di fascino e suggestione per eccellenza, lo Stretto di Messina ha sempre generato miti e suscitato, tra i suoi flutti spumeggianti, fantasie e ispirazioni....