Luogo - Museo

MUVE - Museo del Vetro di Empoli

Luogo: Ridolfi, 70, Empoli (Firenze)
Già dal 1996 il Comune di Empoli istituiva un Centro di Documentazione del Vetro che ha operato per il recupero di materiale bibliografico, archivistico, fotografico, audiovisivo e oggettuale, promuovendo la ricerca e la valorizzazione dell'attività vetraria empolese. Convegni, eventi espositivi e pubblicazioni sono state le prime tappe che hanno consentito la realizzazione del MuVe. L'industria del vetro e gli effetti indotti nell'organizzazione economico-sociale e nel tessuto insediativo, rappresentano il filo conduttore del percorso museografico. L'evoluzione dei momenti della storia del vetro, i richiami ai luoghi del lavoro e i riferimenti alle fasi di lavorazione delineano altrettante tappe di avvicinamento alle diverse forme della produzione vetraria. Ed è a partire dagli oggetti di uso comune come il fiasco, la bottiglia e la damigiana che si definisce la specificità dell'impianto museologico del MuVe. Gli oggetti sono i protagonisti dei vari percorsi museali, laddove la storia del prodotto vetrario si inserisce nella storia collettiva: oggetti che hanno popolato case, cucine, tavole, cantine caratterizzando costumi e abitudini del quitidiano, che a loro volta hanno favorito lo sviluppo dei commerci locali, nazionali e internazionali del vino e dell'olio. Si tratta dunque di un museo di narrazione, incentrato sulla eccezionalità di una produzione diffusa e rinnovata nel tempo da competerze e creatività. Luogo della memoria e del lavoro. Il Museo del vetro intende anche contribuire alla valorizzazione della produzione vetraria ancora presente sul territorio.

Potrebbero interessarti