Destinazioni - Comune

Valfurva

Luogo: Valfurva (Sondrio)
Valfurva (Valforba in dialetto valtellinese) è un comune italiano di 2.739 abitanti della provincia di Sondrio, in Lombardia. Si tratta di un comune sparso con sede nella frazione di San Nicolò. Fa parte della Comunità montana Alta Valtellina ed è nel cuore del parco nazionale dello stelvio. A oriente di Bormio si apre la Valfurva, percorsa dal Frodolfo e ricca di boschi e di acque. A Santa Caterina confluisce da sud la Val di Gavia, mentre a oriente appare il grandioso anfiteatro di vette, tutte oltre i 3.500 m s.l.m., che dal Tresero al Cevedale racchiude il più esteso ghiacciaio delle Alpi italiane, il ghiacciaio dei Forni. Storia Stemma Partito nel primo d'argento alla testa di camoscio, strappata, al naturale; nel secondo di verde alla fontana zampillante d'argento Società Evoluzione demografica Nel comune di Valfurva, in particolare nella frazione di San Nicolò, risulta la predominanza quasi totale del cognome "Compagnoni". Al 1º gennaio 2006 la popolazione di Valfurva conta 2.734 abitanti (dati ISTAT). Abitanti censiti Persone legate a Valfurva Achille Compagnoni Deborah Compagnoni Tino Pietrogiovanna Marco Confortola Pietro Vitalini Geografia antropica Frazioni Santa Caterina Valfurva Santa Caterina Valfurva è una nota località turistica residenza di Debora Compagnoni campionessa di sci. Si praticano sport invernali come sci nordico e di discesa i percorsi da fare con le ciaspole o con sci d'alpinismo sono parecchi e molto belli perché si è quasi sempre circondati da una vegetazione stupenda e per i più esperti ci sono itinerari che possono raggiungere i 3000 m ed estivi. Gli abitanti sono 250. Madonna dei Monti Madonna dei Monti (750 abitanti circa) è una frazione ed una parrocchia della Valfurva costituita da nove agglomerati distribuiti su una fascia altitudinale compresa fra i 1400 e i 1700 m, sul solare versante destro orografico della valle, allo sbocco della Val Zebrù. Procedendo dal basso s'incontrano, in successione, le case di Paris, Adam, Plazzòla, Canéreglia, Niblogo, Noàl, Cadalberto, Fantelle, e Plazzanecco, villaggi che mantengono ancor oggi quasi intatte le loro caratteristiche originarie, rivestendo un notevole interesse architettonico e etnografico. L'architettura tipica delle antiche dimore di Madonna dei Monti è, infatti, completamente diversa da quella delle abitazioni di fondovalle. Quassù prevale l'influenza della cultura teutonica. Forse questi abitati furono costruiti da popolazioni Walser alla ricerca di nuove terre da colonizzare, forse li eressero gruppi di minatori bavaro-tirolesi impegnati nello sfruttamento delle miniere di ferro della Val Zebrù, "coltivate" già nel XII secolo. Elemento costruttivo principale è il legno, materiale di facile utilizzo e impiegato nelle aree dove v'era abbondanza di boschi. Sul fondovalle, nelle case tradizionali, prevale invece l'uso della muratura in pietrame con una matrice costruttiva che si richiama a quella Engadinese. L'influenza delle popolazioni di origine retoromancia è evidentissima anche se si è un po' persa la tradizione degli abbellimenti pittorici o a graffito delle facciate. Sant'Antonio Valfurva Sant'Antonio Valfurva è una piccola frazione dove hanno sede le scuole. Amministrazione Note ^ tuttitalia.it ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28-12-2012. Altri progetti Commons contiene immagini o altri file su Valfurva Collegamenti esterni Valfurva in Open Directory Project, Netscape Communications. (Segnala su DMoz un collegamento pertinente all'argomento "Valfurva")

Cosa vedere