Nuraghe Majori di Tempio Pausania - ViaggiArt
Area Archeologica

Nuraghe Majori di Tempio Pausania

Conca Marina, snc, Tempio Pausania, (Olbia-Tempio)
La civiltà nuragica vide i suoi albori durante l'età del Bronzo Medio (1600 a.C.) e si protrasse per circa un millennio fino all'arrivo dei Cartaginesi nel VI secolo a.C.
La civiltà prende il nome dal monumento più caratteristico che costituisce una costante del paesaggio sardo: il nuraghe. Si contano circa 7000 nuraghi, un numero cospicuo rispetto all'estensione dell'isola, che si aggira intorno ai 24.000 Kmq.
Nel Comune di Tempio Pausania sono attestati ventidue siti nuragici; fra i meglio conservati vi è il Nuraghe Majori, oggetto di scavi archeologici recenti.
Esso sorge alla quota di metri 498 s.l.m., su una cupola granitica ricoperta di un fitto bosco misto di sughera, leccio, roverella, frassino ed ontano; ,il sottobosco è formato di fillirea, corbezzolo, erica e pungitopo.
Il monumento è situato in una posizione strategica, di controllo del territorio insieme ai numerosi nuraghi disposti nelle alture circostanti.

Tempio Pausania

Tempio Pausania

Situata nel cuore della Gallura, ai piedi del Monte Limbara, acquisisce la denominazione "Pausania" agli inizi del Novecento, secondo alcuni a indicare Phausania, prima sede vescovile in Gallura, secondo altri, la località medievale...

Booking.com