c
Architettura

Rotonda a Mare

Senigallia, (Ancona)

La Rotonda a Mare è una struttura, nata per scopi idroterapici e ricreativi, che si affaccia sul mare di Senigallia, oggi sede di mostre e convegni durante il periodo estivo. La storia della Rotonda a Mare ha origine nella seconda metà del XIX secolo, quando l'architetto Vincenzo Ghinelli progettò una struttura su palafitte di fronte allo 'Stabilimento Bagni'. Nel 1910 la Piattaforma, che si trovava poche centinaia di metri a nord della posizione attuale della Rotonda, fu ampliata e venne affidata a imprenditori privati che la trasformarono nell'Hotel "Bagni", a sua volta ristrutturato a partire dal 1923.


Questo nuovo intervento prevedeva sostanzialmente il mantenimento della forma di base della Piattaforma, rettangolare ed allungata e di stile Liberty, sostituendo però il legno con materiali più resistenti, particolarmente per quello che riguarda il pontile di accesso, la piattaforma, i camerini da bagno e la zona adibita al passeggio, allargata a 4 metri e protratta in direzione del mare.

La decisione di spostare la Piattaforma nella posizione attuale, in corrispondenza del piazzale "della Penna", fu presa il 30 gennaio 1932 dal Comitato Amministrativo dell'Azienda Autonoma Stazione di Cura e Soggiorno che scelse il progetto dell'ingegnere Enrico Cardelli, che prevedeva una sostanziale modificazione della struttura dandole l'attuale forma 'a conchiglia' che la rese poi famosa.

Si avviarono i lavori che permisero di inaugurare la struttura il 18 luglio 1933, ben presto famosa per le sue serate a base musicale, tanto che il 7 luglio 1935 l'allora principe Umberto visitò Senigallia per ammirare la Rotonda e per inaugurare la "Colonia Marina Maria Pia di Savoia".

Potrebbero interessarti