• Seguici sui nostri social
  • facebook
  • twitter
  • instagram
Area Archeologica

Villa Romana di Sant'Antonio Abate

Via Casa Salese, 67, Sant'Antonio Abate, (Napoli) Tempo di lettura: meno di 1 minuto

Villa rustica rinvenuta in località Casa Salese, nella parte alta dell'attuale città di Sant'Antonio Abate, in quello che era il limite estremo dell'ager stabiano al confine con Pompei e con Nuceria. La villa è stata scoperta nel 1974 e ha fornito agli archeologi importanti notizie sugli usi e costumi dei romani. Risale all'epoca augustea-tiberina e probabilmente si articola intorno a una corte a pianta quadrata. L'area rinvenuta riguarda un ampio ambiente con un'aia protetta da muretti più bassi e tre colonne, parte di un portico non completamente scavato che rappresenta l'ingresso, decorato con immagini di animali, piante e maschere. Dal portico si accede a diversi ambienti: una stanza con pareti dipinte, un piccolo ambiente con la volta ricavata da un dolio (un recipiente da vino) adibita a forno e ampio vano di ingresso nel quale sono presenti i resti di una scala in legno che conduceva al piano superiore, dove si trovava il dormitorio della servitù, e l'accesso alla corte, dove si trovava la cucina . Oltre a un piccolo ripostiglio, è presente anche un triclinio a pianta rettangolare con pareti a fondo nero.

Potrebbero interessarti