Antiquarium di Roccagloriosa - ViaggiArt
Museo

Antiquarium di Roccagloriosa

Via Borgo S. Antonio, Roccagloriosa, (Salerno)
Il museo del piccolo centro cilentano, ospitato all’interno della sede comunale, custodisce numerosi reperti archeologici lucani risalenti al IV e al III sec. a.C., ritrovati all’interno del territorio comunale di Roccagloriosa, rinvenuti nel complesso abitativo del «Complesso Centrale» e nella necropoli monumentale. Le più antiche testimonianze di una prima frequentazione del sito risalgono già al II millennio a.C., ma un vero e proprio insediamento comincia a formarsi solo a partire dal V sec. a.C., sulla cd. cresta dei Capitanali, conoscendo poi un significativo sviluppo in età lucana tra il IV e il III sec. a.C., periodo al quale risalgono l’abitato e la poderosa cinta muraria in calcare che circonda il pianoro per 1,2 km, all’esterno della quale si estendeva l’area delle necropoli. Il museo, allestito in un’unica sala, ospita, i reperti rinvenuti durante diverse campagne di scavo all’interno dell’abitato e delle necropoli, reperti che testimoniano la vita del sito fino ad età tardo imperiale e medievale.

Roccagloriosa

Roccagloriosa

Roccagloriosa ('a Rocca in dialetto cilentano meridionale) è un comune italiano di 1.664 abitanti della provincia di Salerno in Campania. Geografia Piccolo paese del Cilento, si trova incastonata in una valle formata dai fiumi Mingardo e...

Booking.com