Punto di Interesse

Museo della civiltà contadina "A. Motti"

loc. San Bartolomeo di Gatta, Reggio nell'Emilia, (Reggio Emilia)
La raccolta di materiali agricoli storici ha avuto negli anni Settanta del Novecento come complemento dell'attività didattica dell'Istituto "A. Motti". Gli oggetti provengono in gran parte dalle famiglie degli stessi allievi e dei docenti che ne sono rimasti proprietari; oltre alla promozione, l'Istituto ne cura come depositario anche il restauro, la manutenzione e la catalogazione. Il patrimonio consta di circa seicento pezzi, in massima parte relativi ai cicli della viti-vinicoltura e dei cereali, dalla semina all'aratura, all'erpicatura, alla molitura, alla panificazione.L'esposizione è corredata di pannelli didattici relativi alla terminologia degli oggetti, di fotografie, grafici e disegni tecnici. Nella sede dell'Istituto a Castelnovo ne' Monti, nei locali usati fino al 1980 come stallatico, si trova un'altra sezione contenente oltre mille oggetti, tra suppellettili e attrezzi di lavoro esemplificativi dell'attività agricola teorizzata nel Settecento dal celebre agronomo reggiano Filippo Re. Il criterio espositivo adottato prevede la ricostruzione di ambienti tradizionali e di episodi di vita quotidiana; alcuni modellini lignei riproducono scene agresti.
Piazza San prospero

Reggio nell'Emilia

Reggio nell'Emilia

Reggio Emilia, “Città Tricolore” dove nacque e fu esposta per la prima volta la bandiera italiana (7 Gennaio 1797), appare proiettata verso il futuro ma con radici ben salde nella propria storia antica. Passeggiando tra le sequenze...

Booking.com