c
Esperienze

Luci d'Artista: l'abito natalizio della città di Salerno

Scritto da Redazione , 22/11/19

L'attesissimo evento Luci d'Artista prende il via anche quest'anno, accendendo la città di Salerno di migliaia di luminarie artistiche tutte da ammirare. Ogni anno un tema diverso: per Luci d'Artista 2019 sono i fiori, in ogni loro forma. L'occasione è perfetta per visitare la città di Salerno nel periodo natalizio.

Luci d’Artista 2019 a Salerno: dove si trovano

Si accendono il 15 novembre e si spengono a fine gennaio le Luci d'Artsta della città di Salerno, tra le luminarie natalizie artistiche più belle d'Italia, segnando il Natale salernitano come tradizione ormai consolidata e attesissima, sia dai cittadini che dalle migliaia di visitatori che accorrono da ogni parte d'Italia per ammirare lo spettacolo sempre diverso, ogni anno a tema, e l'atmosfera magica creata dalle Luci d'Artista.

Le Luci d’Artista 2019/2020 a Salerno declinano il tema floreale in tutte le varianti di forma e colore.

Pronti per partire per un tour completo del centro di Salerno a caccia di Luci d'Artista? Ecco dove si  trovano le luminarie artistiche...

Si parte dalla Villa Comunale, già pervasa da una bellissima atmosfera natalizia: il tema dei fiori, scelto per questa 14° edizione del festival di luci più suggestivo che ci sia, ispira gli addobbi della piazza e, per la prima volta, coniuga alla manifestazione le meravigliose riproduzioni di ceramica vietrese. 

La Villa Comunale ospita di nuovo l'apprezzato "Zoo", quest'anno nuovo di zecca, con luci bellissime.

Lungo il centrale Corso Vittorio Emanuele, la grande isola pedonale considerata il "salotto buono" della città di Salerno, siamo accolti dal dondolare di sontuosi lampadari dalle dimensioni giganti, che con le loro linee stilizzate ben si adattano all’eleganza di questa parte della città.

Piazza Flavio Gioia, la cosiddetta Rotonda di Salerno, ospita invece una straordinaria foresta di luci: un grande albero al centro, dell'altezza di diversi metri, avvolge letteralmente la piazza con i suoi rami, creando l'intrico di una foresta luminosa.

A Torrione, in piazza Gian Camillo Gloriosi, splende una gigantesca stella cometa; le famose ceramiche vietresi, sotto forma di limoni, illuminano l'intera Piazza Sant’Agostino; mentre in Piazza Vittorio Veneto, davanti alla stazione di Salerno, i visitatori che arrivano in treno sono accolti da una grande Palla di Natale.

Il grande classico delle Luci d'Artista resta comunque il tradizionale e gigantesco Albero di Natale in Piazza Portanova. 

Per l'occasione, risplende a festa anche la suggestiva Ruota Panoramica sul Lungomare. 

La Ruota Panoramica è più grande e più spettacolare: a pochi passi dal mare, consente di godere di un panorama sulla città e sul golfo davvero mozzafiato. Raggiunge quasi i 60 metri di altezza ed è dotata di ben 42 gondole, tutte completamente chiuse, climatizzate e illuminate con luci multicolori. 

Le novità di Luci d'Artista 2019? Molti parcheggi in più, organizzati mediante il supporto di grandi display informativi aggiornati in tempo reale, sui quali sono indicate le disponibilità di posti nei vari spazi dedicati del centro città.

Cosa vedere a Salerno oltre alle Luci d'Artista

Non c'è occasione migliore di Luci d'Artista per visitare la città di Salerno in pieno periodo natalizio e scoprire, oltre alle meravigliose luminarie, anche tante altre bellezze culturali e paesaggistiche.

Il consiglio è quallo di arrivare di giorno, così da poter dedicare le ore di luce naturale alla visita della città, dei suoi musei e delle sue bellissime chiese, per poi immergersi nel percorso delle luminarie e degli aventi correlati non appena cala il sole e si accendono le Luci d'Artista

La città di Salerno sorge sull'omonimo golfo, tra la Costiera Amalfitana e la Piana del Sele, e gode di un panorama meraviglioso. Il suo centro storico mostra le tracce delle varie dominazioni succedutesi nel corso della storia.

Da visitare assolutamente a Salerno: la Cattedrale, costruita in stile Romanico nell'XI secolo, col suo campanile di grande valore storico e artistico, importante testimonianza della fusione arabo-normanna del periodo, con ben 8 grandi campane; la Chiesa della Santissima Annunziata, con l'inconfondibile cupola maiolicata che rende omaggio ai ceramisti della costiera, vero e proprio gioiellino restaurato nel Seicento a firma Sanmartino.

Cos'altro vedere a Salerno, passeggiando sotto le Luci d'Artista? Il Teatro Giuseppe Verdi di Salerno è una meraviglia dell'Ottocento, con quattro ordini di palchi e un loggione. Inaugurato nel 1872, col Rigoletto di Giuseppe Verdi, il teatro riprende in scala ridotta la pianta a ferro di cavallo del San Carlo di Napoli.

La chicca? Il sipario originale, opera di grande valore artistico e culturale, raffigurante un episodio storico importante: la Cacciata dei Saraceni, di Domenico Morelli.

Infine, l'Orto Botanico Giardino di Minerva, ubicato nell’area dell’antico sito dell’hortus sanitatis della Scuola Medica Salernitana, può essere considerato a buon diritto il più antico orto botanico legato a una scuola di medicina. 

In questo spazio di straordinario valore culturale, infatti, venivano coltivate le piante da cui si ricavavano i principi attivi impiegati a scopo terapeutico e si svolgeva una vera e propria attività didattica rivolta agli allievi della Scuola. 

Dove mangiare a Salerno, a lume di...Luci d'Artista?

C'è un solo nome: Granammare! L'unica pizzeria gourmet che oltre alle pizze, in piena atmosfera Luci d'Artista (ma non solo, anche durante tutto l'anno) propone Fritti d'Autore: ovvero un'ampia scelta di friggitoria tradizionale e rivisitata, accompagnata da drink in grado di trasformare ogni momento della giornata in un'emozione speciale, da condividere a pranzo, a cena e all'ora dell'aperitivo.  

La location è d’eccezione, sul Lungomare Tafuri, nei pressi del centro e del Forte La Carnale, uno dei luoghi simbolo della città, posizione perfetta per godere lo spettacolo delle luminarie riflesse a pelo d'acqua.

Riproduzione riservata © Copyright Altrama Italia

Comune

Salerno

Salerno sorge sull'omonimo golfo del mar Tirreno, tra la costiera amalfitana e la piana del Sele, nel punto in cui la valle dell’Irno si apre verso il mare. Fu...

Altri Suggerimenti

Vacanze a Monguelfo-Tesido, ai piedi del Plan de Corones

Esperienze

Vacanze a Monguelfo-Tesido, ai piedi del Plan de Corones

Un piccolo paradiso: vacanze a Monguelfo-Tesido, ai piedi del Plan de Corones, meta ideale sia in estate che in inverno.

San Valentino ad Amsterdam: guida alternativa della città

Esperienze

San Valentino ad Amsterdam: guida alternativa della città

Avete mai pensato a un San Valentino ad Amsterdam? la città del "proibito" ha anche un volto romantico, perfetto da vivere in coppia. 

Le Marche celebrano Raffaello: gli eventi in programma

Esperienze

Le Marche celebrano Raffaello: gli eventi in programma

Terra natale di poeti e pittori, le Marche celebrano Raffaello nel suo cinquecentenario. A partire dalla città di Urbino, scopriamo insieme gli eventi 2020.

Cosa fare a Sauze d'Oulx, il Balcone delle Alpi

Esperienze

Cosa fare a Sauze d'Oulx, il Balcone delle Alpi

L'appellativo di "Balcone delle Alpi" lo merita tutto: Sauze d'Oulx è la stazione sciistica dai panorami mozzafiato.

Carnevale di Nizza: scopri il programma ufficiale 2020

Esperienze

Carnevale di Nizza: scopri il programma ufficiale 2020

Il Carnevale di Nizza è il più importante in Francia e, con quello di Venezia, tra i più spettacolari al mondo. con un programma di eventi ogni anno più ricco.

Cosa fare a Laino Borgo, nel Parco Nazionale del Pollino

Esperienze

Cosa fare a Laino Borgo, nel Parco Nazionale del Pollino

Scopri con noi cosa fare a Laino Borgo, una delle mete calabresi preferite dagli sportivi e dagli amanti della natura.